WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


ARRIVA TRAINVILLE!


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 17:52    Oggetto: ARRIVA TRAINVILLE! Cita

Dal 27 maggio, Delos Digital pubblicherà una nuova serie western-steampunk in ebook, Trainville, ideata e scritta da Alain Voudì. Primo titolo: Arrivo a Trainville

ARRIVO A TRAINVILLE
Trainville era immensa: i grandi vagoni a due piani si allineavano a perdita d’occhio. Era una città, una città che correva sui binari.

Hell's Hollow, la "valle dell'inferno": un territorio velenoso, mortale per le radiazioni. Eppure è lì che gli indiani Navajo trovano il loro sostentamento: raccolgono la sabbia e la rivendono ai ricchi mercanti bianchi. È proprio da quella sabbia che i bianchi estraggono l'energia nucleare che fa muovere i grandi treni-città come Trainville, migliaia di grandi vagoni che viaggiano su binari quadrupli, girando tutti gli Stati Uniti in un'orbita senza fine che va da Boston alla California e viceversa.
Ma un giorno Serpe Veloce trova qualcos'altro nello Hell's Hollow. Una bambina bianca, sperduta, senza memoria, senza passato. È così che comincia la nuova vita di Joanna, alla scoperta del mondo e delle sue città viaggianti.

Alain Voudì, genovese, classe ‘63, consulente direzionale, ha pubblicato due racconti in appendice ai Gialli Mondadori nel 2012, e un terzo, trasmesso su Radio 24 nel corso della trasmissione Giallo 24, è poi stato incluso nella raccolta omonima edita da Mondadori. Un suo racconto è stato finalista nel 2012 al Premio Stella Doppia di Urania, un altro ha vinto la prima edizione del concorso Tessisogni e un terzo è stato segnalato al Premio Robot, edizione 2012. Altri suoi racconti si possono trovare in numerose antologie, tra le quali 365 Racconti Horror, 365 Racconti sulla fine del mondo e 365 Storie d’amore di Delos Books, oltre che sulle riviste Robot e Writers Magazine Italia, nella collana FantaErotika di Lite Editions e nelle raccolte Il Cerchio Capovolto (I Sognatori, 2011 e 2012). È autore di diversi racconti della serie The Tube.


LA COPERTINA DEL PRIMO TITOLO


_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 18:09    Oggetto: Cita

La copertina è proprio azzeccata.
Very Happy
_________________
Lia Tomasich
Top
Profilo Messaggio privato
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 18:11    Oggetto: Cita

Ah! Chi si rivede! Very Happy

Colgo l'occasione per offrire ai lettori una chicca da dietro le quinte.
Come ci ricorda la nota in copertina, la saga (per lo meno in questo primo arco narrativo) è scritta da me, ma la sua ideazione è frutto di una curiosa cooperazione con la simpaticissima Daniela Barisone, patron di Scrittevolmente.

Lo scorso inverno Daniela mi aveva infatti chiesto due occhi supplementari per un suo raccontino "un po' weird" (parole sue) che non le quadrava un granché.
Il raccontino è in effetti striminzito, ma l'idea di fondo è strabiliante: col suo gentile permesso (e un weekend di tempo libero) provvedo a lisciarlo un po', portandolo dai 40k originari a oltre 80.000 battute, e il risultato non solo soddisfa l'autrice (ah, cosa non si farebbe per soddisfare una donna!), ma lascia entrambi con la voglia di scoprire gli antefatti di quella storia sorprendente.

Bene, gli antefatti sono la saga di Trainville, di cui quel racconto originario sarà il Gran Finale (fra molto, molto tempo, mi auguro: in quel racconto Joanna è una giovane donna, laddove in questo primo episodio è ancora poco più di una bambina).

E questa è la storia dietro la storia Very Happy

Un doveroso ringraziamento a Daniela, quindi, che pur non avendo potuto partecipare a questo arco narrativo spero riesca a firmare almeno qualche episodio del prossimo (oltre la finale già scritto, ovviamente).

Capito, signorina? Scrivere, su, su!

(ah, p.s.: Daniela è anche autrice della copertina di questo episodio, e spero anche dei prossimi)
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Luca Romanello



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2621
Località: Carmagnola - Torino

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 18:44    Oggetto: Cita

Che forti! Grande Alain e grande Daniela!
_________________
Luca Romanello
"Via di fuga"
"Veleno dentro"
KENDALEN.net
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
queenseptienna



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 113
Località: Milano

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 19:16    Oggetto: Cita

Alain Voudi' ha scritto:
Ah! Chi si rivede! Very Happy

Colgo l'occasione per offrire ai lettori una chicca da dietro le quinte.
Come ci ricorda la nota in copertina, la saga (per lo meno in questo primo arco narrativo) è scritta da me, ma la sua ideazione è frutto di una curiosa cooperazione con la simpaticissima Daniela Barisone, patron di Scrittevolmente.

Lo scorso inverno Daniela mi aveva infatti chiesto due occhi supplementari per un suo raccontino "un po' weird" (parole sue) che non le quadrava un granché.
Il raccontino è in effetti striminzito, ma l'idea di fondo è strabiliante: col suo gentile permesso (e un weekend di tempo libero) provvedo a lisciarlo un po', portandolo dai 40k originari a oltre 80.000 battute, e il risultato non solo soddisfa l'autrice (ah, cosa non si farebbe per soddisfare una donna!), ma lascia entrambi con la voglia di scoprire gli antefatti di quella storia sorprendente.

Bene, gli antefatti sono la saga di Trainville, di cui quel racconto originario sarà il Gran Finale (fra molto, molto tempo, mi auguro: in quel racconto Joanna è una giovane donna, laddove in questo primo episodio è ancora poco più di una bambina).

E questa è la storia dietro la storia Very Happy

Un doveroso ringraziamento a Daniela, quindi, che pur non avendo potuto partecipare a questo arco narrativo spero riesca a firmare almeno qualche episodio del prossimo (oltre la finale già scritto, ovviamente).

Capito, signorina? Scrivere, su, su!

(ah, p.s.: Daniela è anche autrice della copertina di questo episodio, e spero anche dei prossimi)


Non ho problemi ad ammettere che farti leggere "La casa di mio padre" (questo il titolo del racconto originale) sia stata una delle migliori scelte della mia esistenza. Con ogni probabilità sarebbe finito sotterrato nella mia cartella "MEH" dove tengo quelle cose che non so mai se finirò davvero.
Quindi grazie a te, che hai tirato fuori il potenziale della mia idea!

Comunque non sono con le mani in mano: un altro personaggio che vedrete nel finale sta per essere delineato in una storia a sé che ho in lavorazione.
Vi posso assicurare che l'universo di Trainville non si limita solo alla sua protagonista Wink
_________________
Avevo una inopportuna tendenza a dire la verità, in un paese in cui nessuno dice mai quello che pensa. Quindi ora traduco, con estrema precisione, le menzogne degli altri.

https://lnk.bio/queenseptienna
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Marco Writer



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 3786
Località: Provincia di Ferrara

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 21:14    Oggetto: Cita

Wow. Che bella copertina! Complimenti Very Happy
_________________
Marco Canella

https://www.facebook.com/marco.canella.writer

https://twitter.com/marcocanella79
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 21:26    Oggetto: Cita

Alain Voudi' ha scritto:

(ah, p.s.: Daniela è anche autrice della copertina di questo episodio, e spero anche dei prossimi)


Be', la copertina è davvero notevole.
Complimenti, Daniela!
Very Happy
_________________
Lia Tomasich
Top
Profilo Messaggio privato
Jean Malin



Registrato: 30-11-2013 00:56
Messaggi: 64

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 21:49    Oggetto: Cita

Non ho mai amato molto gli Indiani d'America, il genere Western, e lo Steampunk. Ho sempre trovato la rielaborazione del passato con tecnologie ottocentesche o moderne una bugia a priori, e per questo motivo non ho mai letto un'opera Steampunk in vita mia.
Beh, devo dire che la trama di Trainville mi ha intrigato parecchio e forse potrebbe farmi cambiare opinione in senso positivo su questo genere letterario per me totalmente nuovo.
In particolare, mi piace tantissimo l'idea di ''città sui binari''.
Ergo, mi hai davvero incuriosito e leggerò il primo volume, sperando di trovare una storia in grado di attirarmi verso un genere le cui premesse non mi sono mai andate molto a genio Wink
Ti faccio i miei complimenti e i miei sinceri auguri Wink


Ps: Ovviamente, se non mi piacerà, sarà per colpa tua se non leggerò mai più un'opera Steampunk in vita mia... ovviamente scherzo! Ahahahahah! Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
Luca Di Gialleonardo



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2258
Località: Anagni (FR)

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 22:08    Oggetto: Cita

Un treno-città... se non è un dinosauro questo!
_________________
Luca Di Gialleonardo

www.lucadj.com
www.lafratellanzadelladaga.it
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
PaulMc



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1968
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 23:36    Oggetto: Cita

Copertina azzeccata e trama intrigante, non me lo perdo! Smile
_________________
Paolo C. Leonelli
"Be Water My Friend" (Bruce Lee)
"Ma pirchì minchia ce l'avivano tutti con lui?"
(Andrea Camilleri, La tripla vita di Michele Sparacino)
Top
Profilo Messaggio privato
Recenso



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4737
Località: Provincia di Napoli

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 23:39    Oggetto: Cita

lia ha scritto:
Alain Voudi' ha scritto:

(ah, p.s.: Daniela è anche autrice della copertina di questo episodio, e spero anche dei prossimi)


Be', la copertina è davvero notevole.
Complimenti, Daniela!
Very Happy

Mi associo. È una delle copertine più belle che si siano viste nelle collane fino a oggi.
_________________
Lo scrittore crea; lo scribacchino copia; il fallito copia e dice di aver creato (Io)
EROE IN PROVA
Il labirinto delle realtà, Robot 69
"Non sono esperta di nulla ma so ciò che serve di molto" (Io)
Top
Profilo Messaggio privato
queenseptienna



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 113
Località: Milano

MessaggioInviato: Ven 23 Mag 2014 23:57    Oggetto: Cita

Grazie a tutti, davvero *_*


Jean Malin ha scritto:
Non ho mai amato molto gli Indiani d'America, il genere Western, e lo Steampunk. Ho sempre trovato la rielaborazione del passato con tecnologie ottocentesche o moderne una bugia a priori, e per questo motivo non ho mai letto un'opera Steampunk in vita mia.
Beh, devo dire che la trama di Trainville mi ha intrigato parecchio e forse potrebbe farmi cambiare opinione in senso positivo su questo genere letterario per me totalmente nuovo.
In particolare, mi piace tantissimo l'idea di ''città sui binari''.
Ergo, mi hai davvero incuriosito e leggerò il primo volume, sperando di trovare una storia in grado di attirarmi verso un genere le cui premesse non mi sono mai andate molto a genio Wink
Ti faccio i miei complimenti e i miei sinceri auguri Wink


Ps: Ovviamente, se non mi piacerà, sarà per colpa tua se non leggerò mai più un'opera Steampunk in vita mia... ovviamente scherzo! Ahahahahah! Very Happy


Trainville non è classificabile come steampunk e western e basta. È un'ucronia, un cambiamento del passato, è anche atompunk (un genere conosciuto nella saga di videogiochi Fallout per esempio). Ma soprattutto c'è una storia molto grande dietro a quel treno... Insomma, il genere non fa la storia, quindi spero proprio che ti piaccia e ti faccia scoprire un nuovo filone Very Happy
_________________
Avevo una inopportuna tendenza a dire la verità, in un paese in cui nessuno dice mai quello che pensa. Quindi ora traduco, con estrema precisione, le menzogne degli altri.

https://lnk.bio/queenseptienna
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Jean Malin



Registrato: 30-11-2013 00:56
Messaggi: 64

MessaggioInviato: Sab 24 Mag 2014 00:24    Oggetto: Cita

queenseptienna ha scritto:
Grazie a tutti, davvero *_*


Jean Malin ha scritto:
Non ho mai amato molto gli Indiani d'America, il genere Western, e lo Steampunk. Ho sempre trovato la rielaborazione del passato con tecnologie ottocentesche o moderne una bugia a priori, e per questo motivo non ho mai letto un'opera Steampunk in vita mia.
Beh, devo dire che la trama di Trainville mi ha intrigato parecchio e forse potrebbe farmi cambiare opinione in senso positivo su questo genere letterario per me totalmente nuovo.
In particolare, mi piace tantissimo l'idea di ''città sui binari''.
Ergo, mi hai davvero incuriosito e leggerò il primo volume, sperando di trovare una storia in grado di attirarmi verso un genere le cui premesse non mi sono mai andate molto a genio Wink
Ti faccio i miei complimenti e i miei sinceri auguri Wink


Ps: Ovviamente, se non mi piacerà, sarà per colpa tua se non leggerò mai più un'opera Steampunk in vita mia... ovviamente scherzo! Ahahahahah! Very Happy


Trainville non è classificabile come steampunk e western e basta. È un'ucronia, un cambiamento del passato, è anche atompunk (un genere conosciuto nella saga di videogiochi Fallout per esempio). Ma soprattutto c'è una storia molto grande dietro a quel treno... Insomma, il genere non fa la storia, quindi spero proprio che ti piaccia e ti faccia scoprire un nuovo filone Very Happy


Sono d'accordo, infatti leggerò proprio perché ambientazione (città-treni) e storia mi hanno interessato Wink
E forse, grazie a Trainville, svilupperò una passione per un nuovo genere xD
Top
Profilo Messaggio privato
ringstorm



Registrato: 13-08-2007 14:30
Messaggi: 839
Località: siano, salerno

MessaggioInviato: Sab 24 Mag 2014 03:19    Oggetto: Cita

É a dir poco curioso e decisamente intrigante! Questo non mi scappa. Very Happy
Bravo, Alain e anche a Daniela, of course.
_________________
Io li sentii urlare in una notte strappata al sonno, nella mia mente di maree e luna piena... I sogni, Promesse degli uomini.

Era brilligo e gli unsci tovi
Girondavano sulla rava,
Eran birbizzi i Borogovi
E il momo ratso ultragrattava.
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Sab 24 Mag 2014 11:12    Oggetto: Cita

Grazie a tutti per la fiducia.
E adesso scatta l'ansia da prestazione... Shocked (non c'è uno smiley che si mangia le unghie?)
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a TRAINVILLE Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum