WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link | Policy

Occasioni da non perdere: I Premi Letterari Delos Books

Il prontuario dello scrittore
Il Prontuario dello Scrittore

Un agile manuale per chi vuole avere sempre a portata di mano tutti i segreti e le tecniche della scrittura. Settima edizione ancora ampliata

Guida agli editori che ti pubblicano
Guida agli editori che ti pubblicano

Oltre 350 editori che pubblicano autori italiani: che cosa pubblicano, che condizioni fanno, come contattarli, come presentarsi

Invio dattiloscritti

Volete pubblicare con noi? Ecco tutto quello che vi serve sapere se avete romanzi, racconti o poesie da mandarci in visione per la Writers Magazine Italia.


La nostra rivista si prefigge di essere il "trait-d'union" tra i lettori e gli scrittori emergenti. Uno spazio aperto a tutti dedicato alla passione della scrittura, della lettura e della creatività in tutte le sue forme.

E’ questo, più o meno, l’obiettivo su cui si basa tutta l’attività di Delos Books, e dunque ci è sembrato giusto proporre ai lettori e agli autori in cerca di pubblicazione questo breve vademecum su come inviarci dattiloscritti in visione.

Quali misure


La WMI è una rivista, composta da 64 pagine che contengono articoli, saggi, interviste e molto altro ancora, oltre a racconti e poesie. E’ evidente, quindi, che non ha senso mandarci in visione un romanzo, una antologia di racconti o una silloge poetica. E’ vero che qualcuno, convinto delle proprie capacità, ci ha mandato i suoi romanzi proponendoci di pubblicarli a puntate, ma diciamo che al momento questa non è un’opzione fattibile. La WMI pubblica semplici racconti e semplici poesie, ed è quindi disposta a esaminare opere di questo genere purché rientrino nei seguenti parametri:

- I racconti devono avere una lunghezza massima di 15.000 battute (spazi vuoti compresi). Opere più lunghe di questa misura non ci interessano, perché non avremmo lo spazio per pubblicarle.

- Le poesie devono avere una lunghezza massima di 30 righe, indipendentemente dalla composizione dei versi.

- Non mandateci dieci racconti o dieci poesie alla volta. Sceglietene al massimo un paio tra quelli che considerate più validi e più adatti alla rivista, e spediteci quelli.

- Inserite sempre, nel messaggio di posta elettronica con cui ci mandate le vostre opere, qualche riga di presentazione per spiegare chi siete e quali intenti vi proponete. E ricordatevi di firmare con nome e cognome.

- E’ buona cosa allegare una breve bio-bibliografia in cui specificate che cosa fate nella vita e se (e dove) avete già pubblicato qualcosa.

- Non spedite al primo indirizzo mail che vi capita sotto mano, ma a quelli che sono stati espressamente dedicati a ricevere le vostre opere.

Indirizzo per l'invio di racconti: racconti@writersmagazine.it

Indirizzo per l'invio di poesie e haiku: haiku@writersmagazine.it

I tempi di attesa prima di poter avere una risposta sono molto lunghi, perché riceviamo moltissimo materiale in lettura.

ABBONARSI ALLA WMI SERVE

Una via preferenziale per poter farsi leggere ed eventualmente scegliere per la pubblicazione, è essere abbonati alla WMI. A quel punto, si possono mandare le proprie opere al seguente indirizzo (indicando il numero di abbonamento): raccontiabbonatiwmi@gmail.com

REGOLE GENERALI

Ecco alcune regole generali di formattazione del testo e di uniformità tipografica che si consiglia di tenere sempre presenti, nel momento in cui si sottopone un dattiloscritto a Delos Books o alla WMI.

Formato dei file di testo

- Se usate Microsoft Word salvate sempre i vostri file nel formato .RTF.
- L’allineamento del testo dev’essere “giustificato” e gli “a capo” devono essere usati solo in caso di reale nuovo paragrafo (punto e a capo) o per formare un elenco.
- Rientri del testo, posizionamenti particolari o incolonnamenti non devono essere fatti usando la barra spaziatrice della tastiera: usate il tabulatore sul righello in alto.
- Non usate il tasto “blocca maiuscole” per le parole scritte interamente in maiuscolo.

Uniformità del testo

Per avere fin da subito uniformità tra il testo che ci invierete e quello delle nostre edizioni, occorre che prendiate visione di alcune regole grammaticali, tipografiche e stilistiche che hanno valore universale, e su cui nessuna casa editrice (la nostra in particolare) transige.
- Per i discorsi diretti usate il trattino a inizio dialogo, mai in chiusura (per esempio: - Ciao come stai e non: - Ciao come stai -). Se c’è un’interpunzione, chiudete e aprite con i trattini (per esempio: - Non andare via – disse Marco – ti prego.)Non inserite mai la virgola prima o dopo il trattino di separazione o di dialogo (… disse Marco, - ti prego; … disse Marco -, ti prego)
- Il trattino è già una sospensione, la virgola, quindi, non è necessaria (disse Marco – ti prego).
- Tra le parole non devono mai esserci doppi spazi vuoti.
- La punteggiatura deve andare sempre attaccata alla parola che la precede e sempre staccata da quella che segue.
- Se inserite del testo tra parentesi o virgolette, non devono esserci spazi vuoti tra le parentesi o le virgolette e il testo che racchiudono.
- Non inserite spazi vuoti prima e/o dopo gli apostrofi (eccetto anni ’80, nel ’90, un po’ ecc.).
- Quando ci sono delle parentesi, non bisogna inserire punteggiatura che le precede.
- I puntini di sospensione devono essere sempre tre, attaccati al testo che precede e staccati da quello che segue (per esempio: ciao... come va?).
- Eliminate la doppia o tripla punteggiatura, soprattutto con punti esclamativi e di domanda (per esempio: “bellissimo!” non “bellissimo!!”)
- I numeri romani vanno scritti sempre senza la desinenza “°” (per esempio: IX, X e non IV°, X°).
- Per l’apostrofo non usate mai l’apice (per esempio: l’ombra e non l'ombra).
- I trattini corti o “di unione” sono da usare senza spazi (per esempio: tecnico-scientifico, psico-somatico, 1915-1918).
- In un testo discorsivo evitate il più possibile le abbreviazioni, cambiare “ad es.” in “per esempio”, “sec.” in “secolo”.
- Le ore vanno indicate sempre con la virgola: 15,45 e non 15 e 45 e neanche 15.45
- Non inserire spazi all’interno delle sigle. Es. F.D.A. non F. D. A., H.G. Wells non H. G. Wells.
- Tutti i titoli, inclusi i titoli di racconti, articoli, riviste, collane librarie, vanno sempre in corsivo, senza virgolette.
- Le parole straniere che non sono entrate nell’uso comune hanno regole precise: vanno scritte in corsivo (a meno che non siano tra virgolette o inserite in lunghi testi); vanno sempre al singolare (esempio: film e non films)
- Non utilizzate mai il grassetto.


Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2004

Richiedi la Writers Magazine


INVIO
DATTILOSCRITTI

Come inviare romanzi e racconti alla WMI e a Delos Books


PREMIO WMI
Narrativa e poesia

Scopri come partecipare


WORKSHOP DI SCRITTURA
Con lo staff della WMI



Writers Magazine Italia ©2003 Associazione culturale Delos Books - Partita Iva 04029050962 - Accessi: 39876 - Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link | Policy | Questo sito usa solo cookie tecnici