WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


ALTRA IDEA PER LA PROSSIMA 365


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 13, 14, 15  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  

365 fantasy: tante storie per un mondo comune
Mi piace!
76%
 76%  [ 122 ]
Mi pare una boiata
13%
 13%  [ 21 ]
Mi è indifferente
10%
 10%  [ 16 ]
Voti Totali : 159

Autore Messaggio
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 20:24    Oggetto: Cita

Risposte in generale:

1) Non abbiamo deciso che sarà il fantasy la prossima 365, stiamo solo spremendo le meningi per cercare nuove idee

2) Non sarà un romanzo a più mani. All'interno dello scenario unico ogni autore potrà scrivere quello che vuole, in totale indipendenza dagli altri (sarebbe impossibile fare altrimenti). Semplicemente, dovrà usare ambientazioni e personaggi del canovaccio di base, e poi sbizzarrirsi come vuole, anche stilisticamente, non ci saranno preclusioni in questo senso

3) Impossibile dare più battute ai racconti e diminuire il numero degli autori, perché non sarebbe più una 365 ma una normale antologia, il che significa che non venderebbe niente
_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
Irene Vanni



Registrato: 18-08-2005 15:49
Messaggi: 5220
Località: Pontedera (PI)

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 20:27    Oggetto: Cita

Io credo che, anche se le indicazioni iniziali saranno ben precise, 365 racconti diversi, porteranno a sviluppare i personaggi di base - in relazione magari ad altri inventati dagli autori - in modo diverso e si creeranno tante incongruenze all'interno della raccolta da perdere il conto, a meno che non ci mettiamo tutti d'accordo ogni minuto Confused L'idea non mi convince. Preferivo le raccolte dei 365 così come sono state finora.
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Luca Romanello



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2621
Località: Carmagnola - Torino

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 20:36    Oggetto: Cita

Non credo di discostarmi molto dagli altri dicendo che l'idea mi piace molto, ma la vedo poco in linea con le precedenti antologie a marchio 365.
Intendiamoci: non credo ci sia scritto da nessuna parte che i 365 racconti della raccolta debbano PER FORZA essere totalmente slegati l'uno dall'altro, quindi nessun dogma in tal senso. Ed è chiaro che la vostra proposta innalza ulteriormente il livello di difficoltà, perché anche se non sarà tassativo avere uno stile uniforme, si resterà "stretti" nelle maglie indicate da voi (cosa abbastanza necessaria, visto il genere e la piccola taglia dei racconti). Qui però i casi sono due: o le lasciate inizialmente abbastanza larghe, con conseguente rischio-sbraco da parte degli autori (e relativi improperi lanciati dai selezionatori), oppure le lasciate molto strette in modo da avere, pur con le differenze stilistiche dei vari partecipanti, un mondo coerente, ma forse troppo difficile da realizzare.
Secondo il mio opinabilissimo e modestissimo parere, questa è un'idea molto buona, che però terrei per un prossimo, ipotetico Speciale Fantasy (con 50 racconti come quello SF), mentre manterrei la formula del 365 com'è stata per le prime due (il che, ovviamente, non implica che il fantasy non vada bene!).
My 2 cents, spero non troppo incomprensibili! Razz

P.S.: ci pensavo giusto l'altro giorno, a cosa avreste proposto come nuova 365, ed ero indeciso tra fantasy e thriller. Credo che quest'ultimo "tirerebbe" di più, ma l'idea di andare sul fantasy, o addirittura sulle favole, mi piaceva decisamente di più!
_________________
Luca Romanello
"Via di fuga"
"Veleno dentro"
KENDALEN.net
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Paladino



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 864
Località: roma

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 20:39    Oggetto: Cita

Interessante, praticamente come fanno le edizioni Scudo con Mahayavan.
_________________
Daniele Picciuti's Weblog - Nero Cafè
Top
Profilo Messaggio privato
lollo92CM



Registrato: 20-08-2009 18:17
Messaggi: 555

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 20:54    Oggetto: Cita

Vi dirò perchè secondo me non va bene:
innanzitutto perchè non mi piace il genere! Smile
Parlando seriamente.
Trovo che così facendo, ossia avendo dei personaggi e delle ambientazioni già scelte c'è il rischio che poi alcuni racconti si assomiglino tra di loro, non avendo tutta questa libertà, e soprattutto, cosa più importante, si rischierebbe di creare dei racconti che si contraddicono.
Magari uno scrive un racconto dove il personaggio è gay o muore o chissà-cosa e magari un altro autore scriverà un racconto dove il personaggio è etero e vive e chiccà-cosa. E magari entrambi i racconti sono validi e dovrebbero essere accettati entrambi. Per cui o si dovrebbe fare una selezione non giusta oppure inserendoli entrambi nella antologia si creerebbe non poca confusione.
Se proprio vogliamo fare fantasy facciamo pure, però non mettiamo in mezzo questa cosa del filo comune.
Chissà cosa ne dirà la Redazione.
_________________
- Recensioni di libri -

Il mio romanzo. DOVE SEI? (Leucotea edizioni).

www.LorenzoColtellacci.blogspot.it/
Top
Profilo Messaggio privato
emilio daniele



Registrato: 23-04-2005 10:53
Messaggi: 1350
Località: Sarno, provincia di Salerno

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 21:15    Oggetto: Cita

bellissima idea
anche se impegnativa Shocked
_________________
"La vita non è il supporto per l'arte. E' il contrario" Stephen King
" Le critiche sono vitali, le coccole...evitabili" Emilio Daniele.

Guarda le mie foto, leggi i miei estratti su facebook al: https://www.facebook.com/profile.php?id=1524397922
Top
Profilo Messaggio privato
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 21:36    Oggetto: Cita

Io invece ho votato a favore, pur con riserva.
Innanzitutto devo ammettere di aver atteso le precisazioni della Redazione, e prima di tutte quella relativa al diniego del "romanzo a più mani" -- una serie di episodi indipendenti, pur innestati in un mondo più vasto, è secondo me l'ideale per questo tipo di operazioni.
Che poi è un po' come succede nelle serie TV fin dai tempi di Star Trek: episodi indipendenti (scritti da autori differenti) sullo sfondo di una storia prestabilita dall'ideatore.
Poche regole semplici: i protagonisti sono noti e ben caratterizzati (si sa fin dall'inizio se sono gay o etero, e che relazione esiste tra loro) e soprattutto esiste il divieto assoluto di ucciderli o mutilarli nel corso dell'episodio. A parte questo, i protagonisti potrebbero anche non apparire per nulla in un racconto, se l'autore volesse una maggiore autonomia: potrebbe essere sufficiente usare l'ambientazione data come sfondo per la propria storia.
In fondo, il genere è solo un mezzo, e non un fine, per la narrazione.

In secondo luogo, il ricorso a un ambiente comune solleverebbe i singoli autori dal dover costringere in duemila battute anche l'esposizione delle regole del mondo in cui si svolge, in quanto queste farebbero già parte del framework (perdonate il tecnicismo) o, se vogliamo, del patto narrativo tra autore e lettore. Meno devo fermarmi a descrivere, insomma, e più posso concentrarmi sulla storia. Chi invece preferisce descrivere ha sempre la facoltà di introdurre un fattore nuovo, purché coerente con l'ambiente iniziale (e chissà: se il nuovo fattore piace, altri potrebbero perfino riprenderlo nelle loro storie!)

In terzo luogo, io non ho mai scritto fantasy, e non vedo l'ora di provare a offrire anche il mio contributo Laughing

Io voto sì.
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Elyria



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 756
Località: Versilia

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 21:50    Oggetto: Cita

Credo che un'ambientazione comune, ma duttile q.b, e a ognuno i suoi personaggi, possa essere una buona soluzione, se verrà scelto il genere fantasy. Una cosa simile è stata fatta con Sanctuary (urban fy) edita da Asengard.
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Fabio Lastrucci 2



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1097
Località: Napoli

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 22:36    Oggetto: Cita

Io credo che possa funzionare e sarebbe una buona palestra letteraria. Perchè no?
_________________
http://morbidiapprodi.wordpress.com/
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
lollo92CM



Registrato: 20-08-2009 18:17
Messaggi: 555

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 23:06    Oggetto: Cita

Però la Redazione dovrebbe un minimo indirizzarci verso determinati temi...
Magari tutti parlano soltanto di un determinato personaggio o di una determinata storia e magari non vengono toccate tematiche che invece potrebbero essere interessanti (non metto in dubbio l'immaginazione di tutti noi, ma non si può mai sapere).
L'universo creato rischierebbe di diventare monotono o poco esplorato a mio avviso..
_________________
- Recensioni di libri -

Il mio romanzo. DOVE SEI? (Leucotea edizioni).

www.LorenzoColtellacci.blogspot.it/
Top
Profilo Messaggio privato
Palin



Registrato: 16-05-2004 22:18
Messaggi: 1727
Località: Albano Laziale (RM)

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 23:24    Oggetto: Cita

Kinzica ha scritto:
Credo che un'ambientazione comune, ma duttile q.b, e a ognuno i suoi personaggi, possa essere una buona soluzione, se verrà scelto il genere fantasy. Una cosa simile è stata fatta con Sanctuary (urban fy) edita da Asengard.


Ho pensato anch'io a Sanctuary ma:

1. Non era aperta a tutti ma c'era un solo posto "libero"
2. Non erano certo 2000 battute
3. La "formula" usata consentiva tutto e il suo contrario.

La 3 con variazioni sul tema può essere ripetuta anche qui, le altre due mi sembrano molto diverse e impraticabili in una 365.
Poi è un mio parere e chi vivrà, vedrà Wink
_________________
Giuseppe "Palin" Merigo
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Fernando Nappo



Registrato: 09-05-2003 00:00
Messaggi: 2690

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 23:50    Oggetto: Cita

Ho letto pochissimo fantasy e non ne ho mai scritto; per me l'ambientazione già pronta potrebbe essere d'aiuto. In attesa di sviluppi voto mi piace.
Top
Profilo Messaggio privato
mattalaine



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1023
Località: Melbourne

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 23:53    Oggetto: Cita

Io accetto la sfida.

E' importante che la Redazione definisca bene alcuni paletti.
Ad esempio: non si possono far morire i personaggi principali... la principessa Taldellaquale non si può sposare col principe Taldeitali... il drago dorato non può essere ucciso dal guerriero Splendente (di nome)... il regno Sovrastante non può sprofondare in quello Sottostante... eccetera.

Definite queste piccole cose banali, può funzionare! Very Happy
_________________
Matteo Gambaro
lagunaweblog.wordpress.com
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Andrea Delle Sedie-1



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 103
Località: Pisa

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 00:21    Oggetto: Cita

dunque... sono state scritte molte cose, alcune assolutamente condivisibili (es. la variazione in parte dello stile della collana 365), altre forse frutto di poca attenzione o comunque di una certa incomprensione creatasi tra quanto detto dalla redazione e quanto inteso da molti.
Personalmente non trovo difficile l'ambientazione "comune", basta che i personaggi creati dalla redazione non interagiscano direttamente coi nostri; che i mondi creati non siano cambiati o vi si metta "roba" nuova (del resto in 2000 battute non è che posso mettermi a spiegare tanto).
sarà perchè ho finito di leggerla da pochi giorni, ma un esempio similare (a parte la lunghezza dei racconti e, ovviamente, i nomi degli autori) è uscito poco fa per Urania con una antologia di racconti "Storie dal crepuscolo di un mondo", dove i racconti sono ambientati nel mondo creato da Vance (la Terra morente). Può piacere o meno l'operazione e i racconti stessi, ma non ho trovato contrasti evidenti (però rimane il fatto che sono pochi racconti e scritti da professionisti). Le 2000 battute in questo senso forse sono addirittura di aiuto per non allontanarci troppo dal terreno comune.
Top
Profilo Messaggio privato
Diego Di Dio



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1078
Località: Procida

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 00:49    Oggetto: Cita

lollo92CM ha scritto:
Però la Redazione dovrebbe un minimo indirizzarci verso determinati temi...
Magari tutti parlano soltanto di un determinato personaggio o di una determinata storia e magari non vengono toccate tematiche che invece potrebbero essere interessanti (non metto in dubbio l'immaginazione di tutti noi, ma non si può mai sapere).
L'universo creato rischierebbe di diventare monotono o poco esplorato a mio avviso..


Concordo. Io ho votato sì, però occorre essere cauti. Onde evitare ripetitività dell'antologia, e somiglianza tra i racconti, bisognerebbe avere uno spettro abbastanza ampio nel quale gli autori possano spaziare.
Il rischio "monotonia" è dietro la porta, in questo genere di progetti. Ma credo che la redazione e Franco abbiano esperienza e immaginazione, e non cadranno nei tranelli che questo progetto ha disseminati lungo il cammino.
_________________
Il mio blog personale: www.dieguitodidio.blogspot.it
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a 365 RACCONTI - DISCUSSIONI VARIE Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 13, 14, 15  Successivo
Pagina 2 di 15

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum