WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


I RACCONTI VENGONO PAGATI?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Carlo Vicenzi



Registrato: 16-02-2010 16:14
Messaggi: 917
Località: Finale Emilia

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 17:18    Oggetto: Cita

Redazione WMI ha scritto:
Grazie a chi ci ha dato sostegno, ma abbiamo preferito ripulire questo trhread (e il forum), dalle idiozie del solito maleducato che di tanto in tanto capita da queste parti.
Wink

pensare che mi ero trattenuto così bene dal definirlo maleducato... Laughing
_________________
Rozzo scribacchino, Inutile e malvagio idiota Mentecatto imbrattamuri - Epiteti del sottoscritto.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
hornblower



Registrato: 09-12-2005 14:19
Messaggi: 218

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 17:32    Oggetto: Cita

Peccato essere giunto in ritardo.
Avrei voluto domandargli, nel caso il suo racconto fosse stato accettato, se i suoi giudizi sarebbero stati ugualmente così negativi.
Shocked
virgilio
Top
Profilo Messaggio privato
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 18:10    Oggetto: Cita

Carlo Vicenzi ha scritto:
Redazione WMI ha scritto:
Grazie a chi ci ha dato sostegno, ma abbiamo preferito ripulire questo trhread (e il forum), dalle idiozie del solito maleducato che di tanto in tanto capita da queste parti.
Wink

pensare che mi ero trattenuto così bene dal definirlo maleducato... Laughing


La maleducazione fa certi scherzi...
Wink
_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
Kull



Registrato: 18-12-2008 11:23
Messaggi: 176
Località: Pistoia

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 18:36    Oggetto: Cita

Sono arrivato in ritardo anch'io, ma meglio pensare a come incentivare il nome della WMI che perdere tempo in litigi Wink
_________________
Juri TNT Villani - www.fantasymagazine.it

LaBettola

Tributo a Robert Ervin Howard
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9442
Località: Napoli

MessaggioInviato: Lun 21 Mar 2011 20:23    Oggetto: Cita

Redazione WMI ha scritto:
Grazie a chi ci ha dato sostegno, ma abbiamo preferito ripulire questo trhread (e il forum), dalle idiozie del solito maleducato che di tanto in tanto capita da queste parti.
Wink


So di andare contro corrente e sono daccordo anch'io che certi toni andrebbero evitati come alcuni commenti, ma non sono sicuro che sia stato un bene eliminare gli interventi di chi si è dimostrato, diciamo così, "poco corretto": potevano essere un esempio di cosa non fare su un forum, motivo di dialogo interessante sull'argomento trattato, modo di rispondere argomentando senza controbbattere con maleducazione. Capisco, e forse era nell'intento della Redazione quando ha bannato i commenti in questione, di evitare il proseguire di un botta e risposta che poteva sfociare in una situazione peggiore che solo spiacevole, macchiando le pagine del forum di vergogna in chi si sarebbe affacciato timidamente a vedere cosa si diceva qui. Spero che non si debba ricorrere spesso a questa pratica.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
ringstorm



Registrato: 13-08-2007 14:30
Messaggi: 839
Località: siano, salerno

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 14:27    Oggetto: Cita

Redazione WMI ha scritto:
m_iller ha scritto:
Stavo pensando se ci potevano essere idee e proposte serie per aiutare in altro modo il vostro lavoro. Oltre all’abbonamento si potrebbe pensare di acquistarne uno a qualcuno potenzialmente interessato oppure all’assessore alla cultura del proprio comune o a un’associazione culturale (eventualmente solo qualche numero al posto dell’abbonamento); oppure comprare più copie da distribuire nei bar, locali, biblioteche sperando che qualcuno lo legga.
Forse sono idee campate per aria. Cosa ne dite?


Grazie, Miller, tutte le idee sono bene accette, e noi siamo sempre in ballo a escogitare qualcosa per "allargare il giro". Però ormai abbiamo capito che è una battaglia persa. Basti pensare a quello che è successo quando abbiamo stabilito che per partecipare alle selezioni della 365 horror all'inizio fossero privilegiati gli abbonati alla WMI, o comunque chi ne aveva acquistata qualche copia. Siamo stati subissati da mail di protesta, centinaia e centinaia di persone che si sono scagliate con ira furibonda contro di noi, accusandoci di pensare solo a vendere copie. Già, come se gli editori fossero qui a lavorare gratis per loro...
Purtroppo si tratta di cambiare una mentalità che fa male a tutti, non solo agli editori, che sono costretti ad arrancare, ma anche agli autori stessi, che non troveranno più spazi di pubblicazione, se l'andazzo resterà questo.
E forse il modo migliore per farlo, ci siamo detti, è continuare a proporre buone inziaitive, a lavorare con il massimo dell'impegno e dimostrare a tutti che non siamo qui solo per vendere copie, come ci ha accusato qualcuno, ma per fare buona editoria e per dare dare ai lettori ottime letture con cui divertirsi.
Se poi questo ci farà vendere qualche copia in più... be', ben venga! Perché questo ci darà la possibilità di gratificare ulteriormente, per primi, proprio gli autori che riusciremo a pubblicare.
Ciao!


anche io avevo pensato di rendere partecipe l'associazione culturale del mio paese, però non sono interessati a questo tipo di "cultura"... Evil or Very Mad

comunque sia, scusate ma io non ci vedo nulla di male nel vendere copie. voglio dire, lo scopo di una casa editrice è vendere i propri libri dopo tutto! Laughing
e per farlo ha bisogno di lettori, certo, ma anche di scrittori validi. queste iniziative giovano a editori, lettori e scrittori. credo che si dovrebbe far comprendere questo...
purtroppo, l'Italia è notoriamente il paese che meno ama leggere, e se quei pochi lettori sono solo gli aspiranti scrittori stiamo freschi. Rolling Eyes
e comunque, non vedo nulla di male nel far sottoscrivere un abbonamento al vostro magazine come "prezzo" per partecipare ai concorsi. a ben pensarci, è un bene per il magazine e per il partecipante. ho partecipato a un mucchio di concorsi dove si chiedeva di pagare l'iscrizione come contributo alle spese, e non penso sia sbagliato finchè resta una cifra decente. almeno nel vostro caso non ho dato soldi "a vuoto" (per modo di dire, eh, perchè è giusto che anche i selezionatori dei testi abbiano un minimo di tornaconto per il tempo speso) ma ho ricevuto una rivista in cambio. Very Happy ecco, personalmente avrei potuto aspettare di poter inviare gratuitamente il mio racconto, ma ho ritenuto giusto contribuire nel mio piccolissimo.
per concludere, imo, ritengo che non dobbiate giustificarvi per le vostre scelte editoriali o meramente commerciali, perchè è giusto fare quel che si può per restare a galla e continuare a fornire un buon servizio. Wink
_________________
Io li sentii urlare in una notte strappata al sonno, nella mia mente di maree e luna piena... I sogni, Promesse degli uomini.

Era brilligo e gli unsci tovi
Girondavano sulla rava,
Eran birbizzi i Borogovi
E il momo ratso ultragrattava.
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Umberto70



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 809
Località: MI

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 14:44    Oggetto: Cita

credo che WMI sia una delle pochissime riviste che pubblica autori non abbonati.
Personalmente non mi scandalizzerei (anzi lo consiglio caldamente alla redazione) se PRIMA fosse obbligatorio abbonarsi e DOPO si cominciasse a inviare racconti. (e questo per tutte le iniziative Delos)
Come già detto sarebbe una conseguenza naturale, ma visto che non è così si potrebbe incentivare in questo modo, alle inevitabili mail di protesta si può rispondere o meno, ma questa è una decisione per far sopravvivere una realtà di cui beneficiamo tutti. Sono abbonato ad altre riviste letterarie, cartacee e in formato elettronico, ma nessuna del livello della WMI (ovviamente parere personale)
_________________
Voglio scrivere il meglio e più sinceramente che posso, finchè morirò e spero di non morire mai.
Ernest Hemingway
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 15:44    Oggetto: Cita

Noi non vogliamo associare in nessun modo la scelta dei racconti da pubblicare sulla WMI con l'acquisto di copie o degli abbonamenti, questo sia chiaro.
Semplicemente, diciamo che ci pare assurdo che un autore che si rivolge a noi lo faccia senza sapere come è fatta la WMI, che cosa pubblica e quali sono gli argomenti di cui tratta. Tutto qui.
Eppure, questo è in assoluto il caso più diffuso, se volessimo fare una statistica fra gli autori che ci contattano. Ci dicono: non vi conosco, non vi leggo, ma ho sentito parlare di voi e quindi ecco il mio racconto. E' questo atteggiamento che, secondo noi, è sbagliato.
Senza imporre niente a nessuno, crediamo che comportarsi in questa maniera sia dilettantesco, e noi cerchiamo autori che siano qualcosa di più che improvvisati dilettanti.
Very Happy
_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
Diego Di Dio



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1078
Località: Procida

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 15:47    Oggetto: Cita

Redazione WMI ha scritto:
Noi non vogliamo associare in nessun modo la scelta dei racconti da pubblicare sulla WMI con l'acquisto di copie o degli abbonamenti, questo sia chiaro.
Semplicemente, diciamo che ci pare assurdo che un autore che si rivolge a noi lo faccia senza sapere come è fatta la WMI, che cosa pubblica e quali sono gli argomenti di cui tratta. Tutto qui.
Eppure, questo è in assoluto il caso più diffuso, se volessimo fare una statistica fra gli autori che ci contattano. Ci dicono: non vi conosco, non vi leggo, ma ho sentito parlare di voi e quindi ecco il mio racconto. E' questo atteggiamento che, secondo noi, è sbagliato.
Senza imporre niente a nessuno, crediamo che comportarsi in questa maniera sia dilettantesco, e noi cerchiamo autori che siano qualcosa di più che improvvisati dilettanti.
Very Happy


Infatti, a questo proposito, mi sembra sacrosanta la corsia preferenziale per gli autori abbonati, in quanto a invio racconti. Anzi, forse dovrebbe essere "ancora più preferenziale". Non per limitare gli autori ai soli acquirenti, sia chiaro. Ma per dare, come dire, una "mano" a chi compra o è un fedele abbonato. Così come avete fatto, per esempio, con i 365 Horror.
_________________
Il mio blog personale: www.dieguitodidio.blogspot.it
Top
Profilo Messaggio privato
Carlo Vicenzi



Registrato: 16-02-2010 16:14
Messaggi: 917
Località: Finale Emilia

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 15:48    Oggetto: Cita

Se questi si degnassero di leggere anche solo 1 numero della rivista prima di aprire bocca, si accrogerebbero di tante cose... E tutte a loro vantaggio!
_________________
Rozzo scribacchino, Inutile e malvagio idiota Mentecatto imbrattamuri - Epiteti del sottoscritto.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Luca Romanello



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2621
Località: Carmagnola - Torino

MessaggioInviato: Mar 22 Mar 2011 15:50    Oggetto: Cita

Carlo Vicenzi ha scritto:
Se questi si degnassero di leggere anche solo 1 numero della rivista prima di aprire bocca, si accrogerebbero di tante cose... E tutte a loro vantaggio!


Non posso che quotare...
_________________
Luca Romanello
"Via di fuga"
"Veleno dentro"
KENDALEN.net
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Roberto Scarcali



Registrato: 24-09-2010 23:23
Messaggi: 1935
Località: Cernusco sul Naviglio (MI)

MessaggioInviato: Mer 23 Mar 2011 00:15    Oggetto: Cita

Redazione WMI ha scritto:

Purtroppo la situazione è drammatica. E persino paradossale.
Come già è stato deto più volte, se solo un 10% di tutti coloro che mandano racconti alla WMI per farsi leggere e pubblicare, acquistasse anche solo un numero ogni tanto della rivista, saremmo in grado di realizzare moltissime iniziative di valore e di dare uno sprone ulteriore al magazine...


Non credevo che le cose stessero in questi termini e mi dispiace molto. Spero che la situazione si risollevi anche perché io sono giunto in questo forum da poco e, a quanto pare, con un percorso non convenzionale: ho acquistato in libreria il Prontuario dello Scrittore di Franco e grazie ad esso sono venuto a conoscenza della WMI. Incuriosito sono andato in diverse edicole di Milano a chiederla e nessuna la conosceva. Poi cercando su internet ho trovato il delos store, ho fatto l'abbonamento a 4 numeri per provare e solo alla fine mi sono accorto che sul forum c'erano iniziative come la 365 Racconti Horror.
Ci terrei che la WMI e tutto ciò che ci gira intorno continui a vivere.

Una domanda: esiste la possibilità di regalare un abbonamento alla WMI?
Chi è entusiasta della rivista potrebbe regalarla contribuendo alla sua diffusione e conoscenza.
Top
Profilo Messaggio privato
ellen mary



Registrato: 11-01-2011 13:20
Messaggi: 144

MessaggioInviato: Mer 23 Mar 2011 15:55    Oggetto: Cita

io mi sono imbattuta per caso nel forum e nei 365 horror... ho fatto un po' di ricerche sulla WMI e su delos e dopo averne appurato la serietà ho partecipato con fausto esito ai 365, mi sono abbonata a 4 numeri della WMI, ho coinvolto un'amica con identico percorso...
e adesso ho postato il link del premio blackwood in un paio di siti per scrittori.
forse è poco ma credo che promuovendo queste iniziative io dia una mano soprattutto a me stessa e alla mia voglia di scrivere...
_________________
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perchè.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché.
A.E.
Top
Profilo Messaggio privato
Carlo Vicenzi



Registrato: 16-02-2010 16:14
Messaggi: 917
Località: Finale Emilia

MessaggioInviato: Mer 23 Mar 2011 16:08    Oggetto: Cita

sono 6 anni che la WMI va avanti, giusto? Non sono certo uno del campo, e la mia ignoranza è quasi totale ma credo che abbia bisogno di tempo.
Tempo per espandersi, Tempo per farsi conoscere, Tempo per fare in modo che la voce si sparga, Tempo per rendere celebri i propri concorsi. Se si fa un prodotto di qualità, abbinato ad un portale come internet e al tam tam degli utenti, Il successo non può che arrivare.
Questa è la mia opinione. Basta resistere abbastanza. E che gli utenti seminino voce.
_________________
Rozzo scribacchino, Inutile e malvagio idiota Mentecatto imbrattamuri - Epiteti del sottoscritto.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
playwords



Registrato: 11-09-2010 15:20
Messaggi: 386
Località: Brescia

MessaggioInviato: Mer 23 Mar 2011 18:49    Oggetto: Cita

Anche io conosco la WMI da poco forse un anno o meno. Per quanto mi riguarda ho sempre scritto per me stesso, non ero interessato a confrontarmi in contest o cercare di partecipare a concorsi vari. Ho sempre scritto perché per me significava tirar fuori tutti i sentimenti che da sempre mi hanno destabilizzato. Scrivere è piacevole, infonde belle sensazioni. Il suono delle parole, la perfezione grammaticale, la narrazione, le emozioni... insomma, non devo star certo qui a descrivere certe cose a tutti voi...

Nel tempo ho cercato di frequentare corsi di scrittura, poi, insomma, per vari problemi ho dovuto lasciar perdere. Ma come si dice, uno può studiare, fino ad un certo punto, anche da solo. Così, le armi, sono diventate la WMI ecc ecc... l'abbonamento era per me d'obbligo, ed ho già almeno una decina di 365H virtualmente "prenotati"... inoltre ho cercato e sto cercando di verificare quale libreria a Firenze, potrebbe sostenere una presentazione della stessa.

Purtroppo l'ego smisurato delle persone è davvero fastidioso. Non so, forse è anche colpa di questi tempi, così culturalmente disastrati... le persone non sono educate all'umiltà, bensì ad avere tutto, come se gli spettasse. Non mettono in conto la fatica, lo studio, la passione e perché no... l'esser portati a scrivere. Non è banale.

Magari non avrò una particolare stima dei miei lavori, della mia tecnica, della mia fantasia... ma so benissimo qual'è il mio obiettivo. Non mi metterò certo a sbraitare come un qualsiasi bamboccio, anzi.

L'ho sempre fatto, alla faccia di tutti quelli che nella vita hanno cercato di sminuire le mie capacità. I risultati man mano li ho avuti per le mani. Con questo non intendo professionisti che sanno fare il loro lavoro, da cui pretendo una critica devastante. I complimenti gratificano, certo, ma mi rendo conto molto più ora, che cerco di partecipare allo speciale SF, che ogni rifiuto è per me un nuovo punto di partenza, e quando mi vedo in quella lista negativa io rido, sono contento, perché io da lì recupererò parte dei parametri utili a crescere.

Per questo mi sento di ringraziare chi lavora a tutto il progetto editoriale, questo come tanti altri di buona qualità, che seppur non potendo dirmi che ho scritto una cazzata ed ho fatto 50 banalissimi errori, mi fornisce in ogni caso la voglia di continuare a migliorare. Chi non capisce queste cose, secondo me, non farà molta strada.
_________________
Ivan Visini

Rumore Bianco - 365 Racconti Horror per un anno
11 - 365 Racconti sulla fine del mondo
Cose Preziose - 365 Storie d'amore
Me la scavo da solo - 365 racconti sotto l'ombrellone
Little Atomic Boy - Il magazzino dei mondi
Top
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulla rivista Writers Magazine Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 3 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum