WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


COME LA COCAINA


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
mirianna



Registrato: 22-09-2009 21:07
Messaggi: 423

MessaggioInviato: Sab 12 Giu 2010 14:04    Oggetto: COME LA COCAINA Cita

ciao, credevo che le mie copie sarebbero arrivate dopo mesi...
(sembra che il mio paesino sia ubicato al passo Diavolezza!) e invece...eccole!!!
belle!!!
mi piacciono!!!
mi piacciono le mie parole al loro interno!!!
mio marito ironicamente:
"eh, ma non c'è il tuo nome in copertina!!! io le renderei!!!"
figurati: molto probabilmente non avrò più il culo necessario per scrivere altri racconti decenti che possano essere pubblicati!!!
Ringrazio la Delos...senza di voi...!

p.s. mi piacciono i commenti e l'entusiasmo che la maggior parte dei trecentosessantacinquini mette nei propri messaggi sul forum: testimoniano la grande opportunità che ci è stata offerta e che siamo riusciti a cogliere. opportunità che difficilmente avremmo mai potuto avere in altri lidi: veramente pochi autori lasciano trasparire, dai toni, quasi la noia dell'abitudine.
Gli altri sprizzano entusiasmo, eccitazione, euforia, gioia...come con una striscia di cocaina ma molto più economica!!!!
_________________
"solo gli ottusi sono brillanti la mattina a colazione" Oscar Wilde
Top
Profilo Messaggio privato
Lavines



Registrato: 19-09-2009 13:57
Messaggi: 126
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 11:25    Oggetto: Cita

Io la penso in modo diverso. Questo continuo farsi i complimenti a vicenda, fare ringraziamenti su ringraziamenti, considerarsi baciati dalla fortuna, l'essere grati come un senzatetto che riceve un assegno milionario lo trovo irritante.
Credo che comunque si voglia vedere la questione e comunque la si pensi, questo è una sorta di “accordo” tra una casa editrice e degli scrittori. Se 365 autori hanno ottenuto un posto nell'antologia vorrà dire che se lo saranno meritato o che, per lo meno, i loro racconti saranno piaciuti a qualcuno.
Sembra quasi che qualcuno qui bacerebbe la terra sotto i piedi di Franco Forte se potesse, invece io credo che bisognerebbe essere un pochino più composti perché qui si parla, generalmente, di persone adulte che concludono un “accordo” per fini personali, mentre la casa editrice per il profitto. Stiamo lavorando tutti per concludere un lavoro e così io lo vedo: un lavoro (anche se non retribuito, ma ognuno qui ha da guadagnarci), non un incontro tra amici ad un bar.
Ma forse è solo questione di carattere, oppure di scarsa stima verso sé stessi.
Top
Profilo Messaggio privato
guccio



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 399
Località: Verona

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 11:56    Oggetto: Cita

Il tuo punto di vista è inoppugnabile: si può vederla anche così.
Però, prova a pensare, invece, a quanti altri sorrisi può darci il vederla come la vediamo noi. I complimenti dati e ricevuti fanno buon umore, buoni rapporti, consigli utili. Alla fine rimane un contratto regolato dalla dinamiche che hai denudato tu, ma vissuto in maniera positiva. Supppongo che per te sia irritante perchè ci vedi falsità (o, almeno, credo). Io invece sono continuamente motivato a curiosare fra le discussioni del forum proprio perchè c'è questo clima e io dico che, finchè dura, teniamocelo.
Ciao.
_________________
Anni fa mi bastava uno spicchio di formaggio Grana e duravo tutta la notte.
Adesso, temo proprio che abbiano cambiato ricetta.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Andrea Delle Sedie-1



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 99
Località: Pisa

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 12:03    Oggetto: Cita

Credo che una posizione intermedia tra quella di Lavines e quella di molti altri sia forse la più corretta. Secondo me il ringraziamento è dovuto, a Franco e alla Delos, perchè comunque sono una delle poche realtà (almeno tra le case editrici di una certa dimensione) che hanno voglia di creare iniziative anche per scrittori sconosciuti o quasi, cercando di dare il merito dovuto al testo e non solo al nome dell'autore. Questa scelta editoriale, che deve necessariamente rispondere anche a necessità economiche, visto che non sono una ONLUS, è comunque una scelta coraggiosa perchè vede spese certe e guadagni poco certi. Ma soprattutto dimostra la disponibilità verso noi "sconosciuti". Da qui a sdraiarsi sotto ai piedi di Franco per salvarlo dalle pozzanghere credo ci sia differenza, ma certamente gli riconosco un'attenzione e una disponobilità non comune.
A parte tutte queste cose, sono molto contento dell'antologia (mi piace il volume non solo per contenuti ma anche per come appare tenendolo in mano) e sono felice di esserci dentro.
Top
Profilo Messaggio privato
Franco Forte



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 7070
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 13:45    Oggetto: Cita

Lavines ha scritto:
Io la penso in modo diverso. Questo continuo farsi i complimenti a vicenda, fare ringraziamenti su ringraziamenti, considerarsi baciati dalla fortuna, l'essere grati come un senzatetto che riceve un assegno milionario lo trovo irritante.
Credo che comunque si voglia vedere la questione e comunque la si pensi, questo è una sorta di “accordo” tra una casa editrice e degli scrittori. Se 365 autori hanno ottenuto un posto nell'antologia vorrà dire che se lo saranno meritato o che, per lo meno, i loro racconti saranno piaciuti a qualcuno.
Sembra quasi che qualcuno qui bacerebbe la terra sotto i piedi di Franco Forte se potesse, invece io credo che bisognerebbe essere un pochino più composti perché qui si parla, generalmente, di persone adulte che concludono un “accordo” per fini personali, mentre la casa editrice per il profitto. Stiamo lavorando tutti per concludere un lavoro e così io lo vedo: un lavoro (anche se non retribuito, ma ognuno qui ha da guadagnarci), non un incontro tra amici ad un bar.
Ma forse è solo questione di carattere, oppure di scarsa stima verso sé stessi.


Io credo che i complimenti e le pacche sulle spalle che autori ed editore si stanno scambiando sul forum non siano un'offesa per nessuno, e neppure un segnale di immaturità o di piaggeria, come tu sostieni.

Io ritengo che si debba calibrare le emozioni sulla base dei risultati, e per quello che mi riguarda qui, oltre a un rapporto di lavoro come lo denunci tu (e vorrei vedere che non ci fosse), c'è un prodotto di grande qualità, che sta meritando consensi non solo fra gli autori presenti ma anche e soprattutto fra i tanti, nel mondo editoriale professionale, che l'hanno ricevuto e lo stanno giudicando molto positivamente.

Non stiamo parlando, insomma, della solita antologia da quattro soldi fatta da un editore a pagamento che conta solo sulle copie vendute agli autori (c'è anche questo, certo, ma se vuoi ti metto sul tavolo i conti delle spese che abbiamo dovuto sostenere per realizzare un'impresa del genere, e poi vedrai da che parte pende la bilancia...), ma di un prodotto estremamente valido che sta facendo da vetrina per l'editore, per il curatore e per gli autori presso le sedi più importanti dell'editoria nazionale (mi stanno arrivando complimenti dagli editor delle più disparate e importanti case editrici, perché loro sono ben consapevoli di che cosa significa fare un libro del genere).

Ed è questo il punto fondamentale, l'oggetto del contendere e anche la motivazione per cui, secondo me, tutti dovremmo essere entusiasti (e orgogliosi) di questo libro: perché chi ci legge e si congratula sta giudicando la qualità complessiva del prodotto, e si rende conto che non solo è un libro fatto bene editorialmente (grafica, impaginazione, struttura, idea) ma soprattuto è un'antologia con dei contenuti di valore, con racconti di altissimo profilo nonostante la brevità e il fatto che la stragrande maggioranza di queste opere siano state prodotte da autori alle prime armi.

I riconoscimenti che sto ricevendo dagli editor di case editrici come Mondadori, Longanesi, Rizzoli, Hobby & Work e tante altre, e anche da parte dei principlai agenti letterari italiani (da Bernabò a Nicolazzini), che stanno leggendo il libro, non sono sorrisetti da bar o pacche sulle spalle fra amici che si congratulano a vicenda senza interessarsi di ciò che pensano gli altri del loro lavoro, bensì l'esatto contrario.

Credo quindi che si debba festeggiare, certo, perché l'impresa era difficilissima ed è andata a buon fine, perché nessuno aveva mai realizzato qualcosa del genere e noi sì, perché siamo stati tutti molto bravi come editore e come autori, e perché se vogliamo andare avanti su questa strada e provare nuovamentre l'avventura, non serve fare i compassati e i "superiori", ma bisogna trasmettere entusiasmo e voglia di fare, grinta ed energia, perché il mondo editoriale oggi è complicato e ristrettissimo, e solo chi ha i numeri per ottenere risultati di qualità va avanti.

Quindi rinnovo per l'ennesima volta i miei complimenti agli autori inclusi nell'antologia, a cui va il merito fondamentale del successo del libro (su questo non ci sono dubbi), e sprono tutti a evitare gli atteggiamenti silenziosi, riservati, taciturni e di acida commiserazione nei confronti del legittimo entusiasmo degli altri, pensando che si tratti di un banale "scambio" di lavoro e basta, per darsi invece da fare per far parlare il più possibile di questa antologia, tarsmettere anche ad altri il proprio entusiasmo e tenere i riflettori accesi su un evento che ritengo di grandissimo interesse.

Noi come editore lo stiamo facendo con i colleghi del mondo professionale, con gli editor, con gli agenti, con gli scrittori di alto livello (che mi contattano continuamente per chiedermi quando parte un'altra iniziativa analoga, e questo significherà pur qualcosa...); a voi autori chiediamo di farlo con chiunque potete raggiungere. Vedere diffuso questo libro non significa vedere risolto un banale rapporto commerciale, come sostiene Lavines, bensì dare ulteriore corpo e risonanza a un ottimo gioco di squadra che sta facendo bene a tutti, e che potrebbe aprire la strada verso molte altre iniziative analoghe.

Se restassimo tutti zitti e composti, concentrati solo sull'aspetto finanziario, burocratico e tecnico di questo libro, mettendo al bando la passione e le emozioni, allora significherebbe smettere di pensare non solo all'oggi ma anche al domani, perché non ci saranno più altre possibilità di pubblicazione come questa.
Ciao
_________________
Franco Forte
www.franco-forte.it

"Cesare l'immortale" a "La lettura" del TG 5
https://www.youtube.com/watch?v=aRlDtsCgs7s
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Lavines



Registrato: 19-09-2009 13:57
Messaggi: 126
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 14:30    Oggetto: Cita

Non ho mai detto di “mettere al bando passioni ed emozioni”, credo solamente non sia giusto pensare e dire cose come “molto probabilmente non avrò più il culo necessario per scrivere altri racconti decenti che possano essere pubblicati!!!” o altro del genere.
E soprattutto non ho mai detto che non bisogna mostrare energia, voglia di fare ed entusiasmo; io sono contro la svalutazione di sé stessi perché credo che i racconti accettati siano stati meritevoli di entrare nell'antologia e non scelti per una botta di culo, no?
Top
Profilo Messaggio privato
Franco Forte



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 7070
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 17:43    Oggetto: Cita

Lavines ha scritto:
Non ho mai detto di “mettere al bando passioni ed emozioni”, credo solamente non sia giusto pensare e dire cose come “molto probabilmente non avrò più il culo necessario per scrivere altri racconti decenti che possano essere pubblicati!!!” o altro del genere.
E soprattutto non ho mai detto che non bisogna mostrare energia, voglia di fare ed entusiasmo; io sono contro la svalutazione di sé stessi perché credo che i racconti accettati siano stati meritevoli di entrare nell'antologia e non scelti per una botta di culo, no?


Ognuno esprime il proprio entusiasmo e la propria gioia come preferisce. Mettersi a fare sermoni dall'alto di un pulpito, con acida acrimonia come hai fatto tu, credo sia nocivo per progetti come questi, che vivono e si mantengono non certo perché il grande pubblico li sostiene, ma perché autori ed editore si sbattono il più possibile per dargli anima, corpo, sangue e calore.

Io leggendo il tuo messaggio ho avuto l'impressione di sentire il classico discorso del bacchettone di turno che reprime il ragazzino gioioso che si mette a saltare in chiesa per la felicità. Preferisco pensare alle cerimonie gospel, giocose, partecipative e forse un po' sopra le righe, piuttosto che agli atti di pentenza e di costrizione.
Ciao
_________________
Franco Forte
www.franco-forte.it

"Cesare l'immortale" a "La lettura" del TG 5
https://www.youtube.com/watch?v=aRlDtsCgs7s
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Lavines



Registrato: 19-09-2009 13:57
Messaggi: 126
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 20:20    Oggetto: Cita

Ognuno esprime il proprio entusiasmo e ognuno esprime la propria opinione. Ho espresso una mia opinione (non solo mia) sul comportamento da tenere in casi come questo.
Proprio perché è un'opinione si può anche non essere d'accordo.
Io non mi ritengo affatto una bacchettona, non ho mai detto di reprimere assolutamente l'entusiasmo né di non lavorare con tutto il fervore e la volontà che si possiede per far giungere in porto un obbiettivo.
Io non credo di essere nociva per progetti come questi, ognuno ha il suo modo di lavorare, il mio è solamente più silenzioso. Tutti, insieme, abbiamo costruito questa antologia e abbiamo partecipato con scrupolo alla sua nascita, io compresa.
Infatti ho scritto 5 racconti brevi, ho atteso con impazienza di saperne l'esito, ho visitato il sito tutti i giorni, più volte al giorno, ho scritto la mia biografia, ho comprato le mie copie... Anche io ho partecipato e non meno degli altri.

E, ripeto, il mio messaggio era contro la svalutazione di sé stessi e non credo ci sia nulla di male in questo.
Top
Profilo Messaggio privato
mirianna



Registrato: 22-09-2009 21:07
Messaggi: 423

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 21:20    Oggetto: secondo nome cacasenno Cita

ciao Lavines,
la mia frase a proposito del culo che ho avuto nello scrivere un racconto decente ecc. era solo un'ironia. una frase ironica buttata lì in attesa e nella speranza che possa essere smentita da qualche famosa pacca sulla spalla.
tutto quì.
ma io sono come Cacasenno: se non le combino non sono io!
come si intitola il tuo racconto?
se ti va, potresti leggere il mio "gente balorda" forse sarebbe più semplice capire lo spirito che mi anima.
un abbraccio. Wink
_________________
"solo gli ottusi sono brillanti la mattina a colazione" Oscar Wilde
Top
Profilo Messaggio privato
Lavines



Registrato: 19-09-2009 13:57
Messaggi: 126
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 14 Giu 2010 21:25    Oggetto: Re: secondo nome cacasenno Cita

mirianna ha scritto:
ciao Lavines,
la mia frase a proposito del culo che ho avuto nello scrivere un racconto decente ecc. era solo un'ironia. una frase ironica buttata lì in attesa e nella speranza che possa essere smentita da qualche famosa pacca sulla spalla.
tutto quì.
ma io sono come Cacasenno: se non le combino non sono io!
come si intitola il tuo racconto?
se ti va, potresti leggere il mio "gente balorda" forse sarebbe più semplice capire lo spirito che mi anima.
un abbraccio. Wink


Non preoccuparti, ho solo colto l'occasione per dire un'opinione che tenevo dentro da tempo.
Leggerò sicuramente il tuo racconto, stanne certa! E ti scriverò per farti sapere se mi è piaciuto. Il mio si intitola "Burning Passion".
Grazie della tua gentilezza.
Top
Profilo Messaggio privato
Franco Forte



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 7070
Località: Milano

MessaggioInviato: Mar 15 Giu 2010 17:53    Oggetto: Cita

Lavines ha scritto:
Ognuno esprime il proprio entusiasmo e ognuno esprime la propria opinione. Ho espresso una mia opinione (non solo mia) sul comportamento da tenere in casi come questo.
Proprio perché è un'opinione si può anche non essere d'accordo.
Io non mi ritengo affatto una bacchettona, non ho mai detto di reprimere assolutamente l'entusiasmo né di non lavorare con tutto il fervore e la volontà che si possiede per far giungere in porto un obbiettivo.
Io non credo di essere nociva per progetti come questi, ognuno ha il suo modo di lavorare, il mio è solamente più silenzioso. Tutti, insieme, abbiamo costruito questa antologia e abbiamo partecipato con scrupolo alla sua nascita, io compresa.
Infatti ho scritto 5 racconti brevi, ho atteso con impazienza di saperne l'esito, ho visitato il sito tutti i giorni, più volte al giorno, ho scritto la mia biografia, ho comprato le mie copie... Anche io ho partecipato e non meno degli altri.

E, ripeto, il mio messaggio era contro la svalutazione di sé stessi e non credo ci sia nulla di male in questo.


Scusami, Lavines, tu hai assolutamente ragione. Ho torto marcio io, ho sbagliato a prendermela con te. Diciamo che sei stata l'ultima goccia - inconsapevole - di un vaso molto pieno, che ultimamente mi sta facendo irritare tantissimo, e quindi ti ho preso come spunto per scagliarmi non tanto contro di te quanto contro tantissimi altri che si stanno comportando in maniera davvero assurda, arrivando anche a sostenere di non voler avere niente a che fare con questa antologia perché temono di essere "etichettati" come pornografi. Al che io mi incazzo e mi verrebbe da mandare tutti a quel paese... poi becco il primo messaggio sul forum che non mi soddisfa del tutto e mi scateno, ma in questo caso a torto. Davvero, scusa il mio atteggiamento, di solito non sono così aggressivo (oh, be', solo un pochino...) e chi mi conosce sa che dietro l'apparenza burbera sono un bonaccione.
Ciao
_________________
Franco Forte
www.franco-forte.it

"Cesare l'immortale" a "La lettura" del TG 5
https://www.youtube.com/watch?v=aRlDtsCgs7s
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Lavines



Registrato: 19-09-2009 13:57
Messaggi: 126
Località: Milano

MessaggioInviato: Mar 15 Giu 2010 19:44    Oggetto: Cita

Franco Forte ha scritto:
Scusami, Lavines, tu hai assolutamente ragione. Ho torto marcio io, ho sbagliato a prendermela con te. Diciamo che sei stata l'ultima goccia - inconsapevole - di un vaso molto pieno, che ultimamente mi sta facendo irritare tantissimo, e quindi ti ho preso come spunto per scagliarmi non tanto contro di te quanto contro tantissimi altri che si stanno comportando in maniera davvero assurda, arrivando anche a sostenere di non voler avere niente a che fare con questa antologia perché temono di essere "etichettati" come pornografi. Al che io mi incazzo e mi verrebbe da mandare tutti a quel paese... poi becco il primo messaggio sul forum che non mi soddisfa del tutto e mi scateno, ma in questo caso a torto. Davvero, scusa il mio atteggiamento, di solito non sono così aggressivo (oh, be', solo un pochino...) e chi mi conosce sa che dietro l'apparenza burbera sono un bonaccione.
Ciao


Figurati, posso solo immaginare lo stress che hai addosso... L'importante è capirsi, alla fine.
Top
Profilo Messaggio privato
mirianna



Registrato: 22-09-2009 21:07
Messaggi: 423

MessaggioInviato: Mar 15 Giu 2010 21:36    Oggetto: Cita

paolino66 ha scritto:
Io ho ricevuto da qualche giorno l'antologia e mi ha fatto un'ottima impressione. La prima sensazione avuta aprendo il libro è stata di "ingombro" grafico, ma basta iniziare a leggere per cambiare idea. Formato e impaginazione suggeriscono "densità" - confermata dal contenuto.

La mia reazione emotiva è stata moderata, ma solo per ragioni mie: sono fatto così. Mi sono riletto e non mi sono piaciuto più di tanto. Appartengo alla schiera di quelli che pensano di avercela fatta più per il fondoschiena che per attributi specificamente letterari. Non sono un entusiasta, ma apprezzo le parole di Franco e in un certo senso invidio chi è capace di slanciarsi.

Ho scoperto un sacco di bei racconti. Ma proprio tanti. Ne avrò per tutta l'estate!


Paolo



ciao, Paolo. come si intitola il tuo racconto?
mi piacerebbe sapere che tra i racconti che ti sono piaciuti c'è anche il mio.
buona estate e buona lettura, allora!
_________________
"solo gli ottusi sono brillanti la mattina a colazione" Oscar Wilde
Top
Profilo Messaggio privato
Gabriella Saracco



Registrato: 03-03-2005 09:19
Messaggi: 2255
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer 16 Giu 2010 09:50    Oggetto: Cita

Scusate, per diversi motivi non sono più presente sul forum come una volta.
Vorrei soltanto esprimere la mia ammirazione per l'antologia e per l'idea che ne è alla base. Non c'è persona alla quale io l'ho mostrata che non abbia detto cose del tipo "Ma che figo!", "Ma che bella idea! Un racconto al giorno!".
Sono contenta di esserci e sono contentissima dei racconti che sto leggendo. Ho evitato di farlo sul pdf e ora, piano piano, vado avanti. Sono quasi a marzo.
E, sinora, mi sono piaciuti tutti con alcune punte di massimo gradimento ovviamente.
Grazie a voi tutti della bella compagnia e grazie a Franco. Il vecchio leone Wink ha colpito ancora!
Buona giornata.
Gabriella
_________________
BACIAMO LE MANI

Gabriella Saracco
Corsara! Ci gabella
Top
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM Yahoo Messenger MSN Messenger
mirianna



Registrato: 22-09-2009 21:07
Messaggi: 423

MessaggioInviato: Mer 16 Giu 2010 20:47    Oggetto: l'allunaggio Cita

paolino66 ha scritto:
Citazione:
ciao, Paolo. come si intitola il tuo racconto?
mi piacerebbe sapere che tra i racconti che ti sono piaciuti c'è anche il mio.


Un'altra Luna del 14 maggio.

Il tuo non lo avevo ancora letto, e l'ho fatto subito (alle 6). Mi è piaciuto!

Paolo


sono felice che ti sia piaciuto, io trovo che sia una condizione molto triste, che ne dici?
speriamo di non ridurci mai come quella coppia!
io, purtroppo sono solo a pagina 24 gennaio...mi piace gustarmele le cose...di qualunue tipo esse siano...!
appena arrivo alla tua luna ti faccio sapere il mio parere.
ciao Razz
_________________
"solo gli ottusi sono brillanti la mattina a colazione" Oscar Wilde
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a 365 RACCONTI EROTICI PER UN ANNO Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum