WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


"Apnea" - Alberto Gherardi


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
alessio.taffarello



Registrato: 30-07-2009 21:43
Messaggi: 392
Località: milano/treviso

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 22:22    Oggetto: Cita

Alberto Gherardi ha scritto:
La dico tutta (anche se non interesserà a nessuno Very Happy ): mi piacerebbe avere un giudizio sull'intero brano, quindi se WMI non lo prende lo metterò sulla mia pagina facebook, così potrete insultarmi al meglio per il finale deludente.
Very Happy


io non ho facebook, ma sono comunque interessato a leggerlo per intero, visto che mi piaceva l'incipit... come si può fare?
_________________
affonda il morso
strappa la carne
ingoia
[CARNE CRUDA]
_____________________
www.myspace.com/alessiotaffarello
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Alberto Gherardi



Registrato: 22-11-2009 23:59
Messaggi: 12

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 22:29    Oggetto: Cita

Apnea

Nel cuore della notte lei mi chiama.
È così da un anno, da quella volta in cui io uscii e diedi vita al loro Futuro.
Lei mi vuole, ogni silenziosa notte, e passa sul pene del suo uomo quella carezza di labbra che mai sarà voce.
Non la vedo, ma immagino il suo viso immerso nelle lenzuola stropicciate dal sonno, i capelli biondi sparsi sulle cosce maschie, e quella bocca audace di lingua, capace di sommare calore e sapore.
È un sussulto che mi avvia, mi nasce, e così germino e cresco.
So che laggiù, in fondo al mare di coperte ondulate, in quella piccola barca di legno laccato con le sponde alte, c’è il Futuro che scrissi dentro il ventre di lei, amante madre. Naviga verso il mattino nel sonno innocente delle sue notti bianche, attaccato al ciuccio come un nocchiere al timone, mentre a mezzo metro da lui suo padre e sua madre si son dati appuntamento al buio.
Lei è delicata, dopo ogni respiro la sua bocca è un’apnea che scende lo scalino del glande e sprofonda verso il pelo della pelle.
Lui è sveglio sin dal primo tocco, ma finge di dormire ancora per sognare meglio – altre donne, altri luoghi, la stessa donna in quel medesimo luogo - o forse non sogna altro che il piacere, sapendo che il desiderio si basta mentre avanza.
È il loro patto segreto.
È tutto ciò che fanno da un anno a questa parte, dopo che lei si è confinata nella sua intimità gravida. E anche ora che il Futuro è arrivato da tre mesi, lei non riesce ad andare oltre e lui non sa chiederle altro.
È il loro patto sottoscritto al buio, e io sono candela, firma e sigillo.
Così, dopo essere nato, corro verso il mio destino e il calore dei reni mi assiste, il movimento del bacino mi guida, i pensieri dell’uomo mi regolano, e io corro e mi fermo e riparto mille volte, mentre lei, là in fondo, cancella i suoi sensi di colpa chiamandomi a testimoniare l’amore che ancora prova.
So che lui, a questo punto, le ha messo le mani nei capelli e non finge più di dormire. Mi chiede aiuto, m’implora di resistere, un altro po’, almeno un secondo dopo l’ultimissimo.
Ma lei mi reclama.
Sono candela fra due fiamme.
Lei mormora il suo amore di respiro e saliva, lei pompa e succhia il suo irresistibile “Vieni…”, lui accelera il battito e suda e prega, io mi nego prendendo tempo e accumulando spinta.
Poi la sua mano che sale e scende l’asta diventa più vivace, e la sua lingua sul frenulo disegna certezze, ed è così sirena e troia,
ora,
quella bocca femmina.
Scandelo in lei tutto me stesso
e come un urlo mancato le muoio in gola.


Alberto Gherardi
Top
Profilo Messaggio privato
_eMMe_



Registrato: 09-09-2009 16:29
Messaggi: 813

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 22:40    Oggetto: Cita

A me pareva molto bello Sad
Mi spiace davvero che non sia stato preso: purtroppo credo che sul finale abbiano dovuto concludere le selezioni un po' in fretta, senza bisogno di fare dietrologie.

Se fossi arrivato prima tu e io dopo scartavano indubbiamente il mio Wink
_________________
E' un lavoro bellissimo.
Ed è veramente utile, perché è bello.
Top
Profilo Messaggio privato
alessio.taffarello



Registrato: 30-07-2009 21:43
Messaggi: 392
Località: milano/treviso

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 22:42    Oggetto: Cita

mi piace!
_________________
affonda il morso
strappa la carne
ingoia
[CARNE CRUDA]
_____________________
www.myspace.com/alessiotaffarello
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Sergio Calvaruso



Registrato: 19-07-2009 12:33
Messaggi: 140

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 22:57    Oggetto: Cita

scritto bene, ma al di là del pompino del momento, cosa esprime?
Top
Profilo Messaggio privato
Alberto Gherardi



Registrato: 22-11-2009 23:59
Messaggi: 12

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 23:29    Oggetto: Cita

Sergio Calvaruso ha scritto:
scritto bene, ma al di là del pompino del momento, cosa esprime?


Se io fossi uno scrittore potrei dire che: nella difficoltà della vita di coppia, fatta anche di incredibili silenzi e insospettabili mancanze, il ritrovarsi nel cuore della notte, al riparo dagli sguardi reciproci che dovrebbero poi sostenersi o smascherarsi, con un gesto che solitamente si associa all'amante o alla zoccola di turno e non certo alla moglie-madre, è un piccolo messaggio di ribellione (e al contempo rassegnazione) che la coppia esprime al dramma che sta vivendo.
La donna, che sente sì il peso di quel che non riesce più a fare dopo che è diventata madre, ma che non per questo si chiude a riccio, trova la forza ogni notte (da un anno!) di dare all'uomo ciò di cui ha bisogno (da che mondo è mondo un pompino non si rifiuta mai! cit. Smile ), ma a ben vedere non lo fa PER FORZA, lo fa per amore e con la disperazione-determinazione di chi vorrebbe uscire dall'impasse, magari con l'aiuto di lui.
Lui che, al contrario, alla fin fine si accontenta di averla così piuttosto che non averla del tutto, e che in fondo, alla fine chiede al proprio sperma di farlo godere il più possibile, già che c'è.
Il quale sperma - voce narrante - è al tempo stesso attore principale e comparsa distaccata e quasi algida (come ben ha colto The Killing Joke).
Analogamente al neonato, "causa" e spettatore innocente.



Non essendo uno scrittore ma un semplice scriba, ovviamente il mio racconto non esprime altro che un misterioso brucior di gola al risveglio.
Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
Faber



Registrato: 06-10-2009 15:57
Messaggi: 188
Località: www.eros-e-parole.it

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 23:44    Oggetto: Sinceramente Cita

non l'ho trovato erotico
_________________
www.eros-e-parole.it
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Sergio Calvaruso



Registrato: 19-07-2009 12:33
Messaggi: 140

MessaggioInviato: Mar 24 Nov 2009 23:59    Oggetto: Cita

Alberto Gherardi ha scritto:
Sergio Calvaruso ha scritto:
scritto bene, ma al di là del pompino del momento, cosa esprime?


Se io fossi uno scrittore potrei dire che: nella difficoltà della vita di coppia, fatta anche di incredibili silenzi e insospettabili mancanze, il ritrovarsi nel cuore della notte, al riparo dagli sguardi reciproci che dovrebbero poi sostenersi o smascherarsi, con un gesto che solitamente si associa all'amante o alla zoccola di turno e non certo alla moglie-madre, è un piccolo messaggio di ribellione (e al contempo rassegnazione) che la coppia esprime al dramma che sta vivendo.


Sai cosa, è che non riesco a percepire questo dramma (né tantomeno il pompino come forma di ribellione, ma quello per forma mentis mia e del mio modo di fare sesso Wink ). Lei sembra che voglia farlo, non che provi quel senso di disperazione-determinazione di chi vorrebbe uscire dall'impasse di cui parli (Lei mi vuole, ogni silenziosa notte). Lui prima finge di dormire, poi ha il suo orgasmo, ma niente lascia pensare che si stia accontentando, anzi, sembra lo gradisca parecchio.
Forse il punto di vista della narrazione, sicuramente interessante, lascia poco spazio alle relazioni tra i due, ma se era questo che volevi far emergere avresti potuto spingere un po' di meno sulle figure retorico/erotiche (belle immagini, per carità) e insinuare un po' di più quello che per te era il senso del racconto.
Non per altro, l'estratto più interessante dell'intero pezzo è:

Citazione:
È il loro patto segreto.
È tutto ciò che fanno da un anno a questa parte, dopo che lei si è confinata nella sua intimità gravida. E anche ora che il Futuro è arrivato da tre mesi, lei non riesce ad andare oltre e lui non sa chiederle altro.


...che sicuramente ha il sapore di quello che intendi tu, ma è un caso isolato all'interno del racconto, e troppo poco per radicarne l'idea nel lettore.
Top
Profilo Messaggio privato
Alberto Gherardi



Registrato: 22-11-2009 23:59
Messaggi: 12

MessaggioInviato: Mer 25 Nov 2009 00:24    Oggetto: Cita

Faber: come da possibilità di regolamento è un racconto di sesso, non necessariamente erotico.
Wink

Sergio, grazie per l'analisi!
Sì, di sicuro poter usare solo 2500 battute non aiuta a costruire qualcosa senza perdere altro.
Va anche detto che a parer mio le allusioni al rapporto fra loro 2 e quel che rispettivamente cercano non sono neanche poche.
Ma è chiaro che se l'autore allude anche il lettore ci deve mettere del suo, mentre se l'autore porta per mano il lettore non perde nulla di quel che vuol trasmettere ma a parer mio diventa prima banale.
Tutto questo in linea generale, ovviamente. Wink
Top
Profilo Messaggio privato
_eMMe_



Registrato: 09-09-2009 16:29
Messaggi: 813

MessaggioInviato: Mer 25 Nov 2009 01:02    Oggetto: Cita

Io avevo percepito proprio quello che tu dici di aver voluto suggerire, quindi, per me, il racconto funzionava proprio bene... ho avvertito proprio la malinconia, la difficoltò sella situazione, la tenerezza fra loro due e l'incapacità di parlare, lei che procura l'orgasmo a lui come da "contratto", senza essere stimolata, ma perché si sente in dovere, lui che vorrebbe altro, ma si accontenta e non osa chiedere.
_________________
E' un lavoro bellissimo.
Ed è veramente utile, perché è bello.
Top
Profilo Messaggio privato
Alberto Gherardi



Registrato: 22-11-2009 23:59
Messaggi: 12

MessaggioInviato: Mer 25 Nov 2009 01:31    Oggetto: Cita

Grazie _eMMe_ per i tanti apprezzamenti, molto gentile!

Ah, scusa se non avevo ancora risposto al tuo messaggio precedente, recupero ora: beh, se fosse vero che non mi hanno preso perché sono arrivato tardi allora avrei ragione io... ovvero che i posti erano già chiusi da giorni e che non è un discorso di (sbandierata) qualità ma di altre cose.

Diciamo allora che Apnea non è proprio piaciuto, o perlomeno... gli è andato di traverso!
Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
GioAgar



Registrato: 29-10-2009 00:00
Messaggi: 129

MessaggioInviato: Mer 25 Nov 2009 09:54    Oggetto: Cita

Alberto Gherardi ha scritto:
Sergio Calvaruso ha scritto:
scritto bene, ma al di là del pompino del momento, cosa esprime?


Se io fossi uno scrittore potrei dire che: nella difficoltà della vita di coppia, fatta anche di incredibili silenzi e insospettabili mancanze, il ritrovarsi nel cuore della notte, al riparo dagli sguardi reciproci che dovrebbero poi sostenersi o smascherarsi, con un gesto che solitamente si associa all'amante o alla zoccola di turno e non certo alla moglie-madre, è un piccolo messaggio di ribellione (e al contempo rassegnazione) che la coppia esprime al dramma che sta vivendo.
La donna, che sente sì il peso di quel che non riesce più a fare dopo che è diventata madre, ma che non per questo si chiude a riccio, trova la forza ogni notte (da un anno!) di dare all'uomo ciò di cui ha bisogno (da che mondo è mondo un pompino non si rifiuta mai! cit. Smile ), ma a ben vedere non lo fa PER FORZA, lo fa per amore e con la disperazione-determinazione di chi vorrebbe uscire dall'impasse, magari con l'aiuto di lui.
Lui che, al contrario, alla fin fine si accontenta di averla così piuttosto che non averla del tutto, e che in fondo, alla fine chiede al proprio sperma di farlo godere il più possibile, già che c'è.
Il quale sperma - voce narrante - è al tempo stesso attore principale e comparsa distaccata e quasi algida (come ben ha colto The Killing Joke).
Analogamente al neonato, "causa" e spettatore innocente.



Non essendo uno scrittore ma un semplice scriba, ovviamente il mio racconto non esprime altro che un misterioso brucior di gola al risveglio.
Very Happy



a me sa tanto di luogo comune.
Top
Profilo Messaggio privato
Irene Vanni



Registrato: 18-08-2005 15:49
Messaggi: 5220
Località: Pontedera (PI)

MessaggioInviato: Mer 25 Nov 2009 10:48    Oggetto: Cita

Ciao Alberto, mi ha incuriosita la polemica nell'altro thread, così sono passata a leggere il tuo estratto. Spero tu non te la prenda, ma ha lasciato perplessa pure me per vari motivi. Prima di tutto l'accumulo di metafore e espressioni pompose che sembrano voler far sfoggio di bella scrittura a tutti i costi. Se una scrittura è buona, secondo me, il lettore non deve neanche accorgersene. Troppi orpelli danneggiano la scorrevolezza e la trasmissione del messaggio. Ed eccoci al secondo punto, il messaggio: il raccontarlo attraverso la trovata dello sperma non ti ha permesso di entrare nelle teste dei due protagonisti e di farci comprendere in modo incisivo le loro sensazioni, e siccome si tratta di eros, quelli che stanno provando le emozioni sono loro. Qui sta uno dei guai principali. Altro punto è che fra una parola aulica e un'altra, cerchi di spostare il tutto quasi sulla prosa poetica e viene a mancare il "racconto". Cerchi di far capire fra un discorso e un'altro che c'è una storia alle spalle di queste due persone, ma non ce la fai vivere insieme a loro.
Riassumendo: poca scorrevolezza, messaggio confuso, eros filtrato, storia traballante.
Se fossi stata io a rifiutare il tuo racconto, ti avrei portato queste motivazioni, ma non possiamo certo pretendere che la redazione faccia questo lavoro per tutti gli autori scartati, né è detto che la mia modesta opinione coincida con la loro.
Spero di rivederti in corsa per la prossima antologia.
Irene
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
saimon



Registrato: 04-11-2009 12:33
Messaggi: 153

MessaggioInviato: Mer 25 Nov 2009 11:01    Oggetto: Cita

Alberto, scrivi molto bene.
Non è un raccointo propriamente erotico, ma è di più.
Si sente tutta la muta sofferenza, la tristezza, la verità della situazione.
Mi piace la compresenza di tenerezza e affetto (perchè è quello che si prova verso il proprio uomo quando si è madri da poco) e la crudezza della fellatio, e di certe parole

In alcuni punti avverto autocompiacimento nello scrivere. Mi spiego, preferisco le scritture un pò 'sporcate'.

Peccato la rua reazione esagerata, dopo.
Top
Profilo Messaggio privato
saimon



Registrato: 04-11-2009 12:33
Messaggi: 153

MessaggioInviato: Mer 25 Nov 2009 11:09    Oggetto: Cita

Aggiungo che manca di scorrevolezza, richiede troppa attenzione.. la caratteristica di racconti brevi deve essere l'immediatezza, credo.
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a 365 RACCONTI EROTICI PER UN ANNO Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum