WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Uno Spartito di Marilena C. Tealdi e DB - seconda versione-


Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
MarilenaTea



Registrato: 27-02-2009 01:38
Messaggi: 274

MessaggioInviato: Sab 14 Nov 2009 14:56    Oggetto: Uno Spartito di Marilena C. Tealdi e DB - seconda versione- Cita

“Fa caldo oggi. Morena è in piscina, tornerà a breve, Renato è via, lo chiamerò più tardi per sapere se sta bene, se gli manco.
Se mi ama ancora.
No, questo non glielo chiederò.
Oggi Torino è bollente. So che a novembre quando tutto sarà avvolto nella nebbia, mi mancheranno questi calori”
Adriana è in cucina, persa nei suoi pensieri. Ha finito di lavare i piatti, riposa. Con un canovaccio si deterge il collo sudato.
Il campanello suona inatteso, a distoglierla dal pensiero del marito e di Morena.
Sulla soglia c’è quell’amico della figlia, quello che suona pianoforte. È scarmigliato, bello, ha gli occhi come acqua di mare.
− Scusi il disturbo ma ho dimenticato uno spartito.
− Entra. Non sei andato in piscina.
− Ho gli orali, dovevo studiare.
Gli sorride. Le viene il pazzo impulso di passargli le mani nei capelli ma si trattiene.
Le viene il pensiero che Morena possa andare a letto con lui. Ha diciotto anni, non si confida più con lei.
− Suo marito torna domenica?
− Sì. Dovrebbe − sospira automaticamente. Abbassa lo sguardo, si dà della stupida. Paul si avvicina, la accarezza.
È inquieto. Le prende la mano, la porta a viso, indugia con le labbra. Con la punta della lingua tocca l’anello d’oro. Adriana è turbata ma non ritrae la mano.
Paul sembra leggere quel turbamento, perché arrossa in viso e ha un attimo di incertezza nel togliere le labbra dalla mano baciata.
Lei coglie quell’incertezza ma, invece di esserne turbata e infastidita si stupisce della nuova emozione che le sorge dentro a dar vita a un calore strano che quasi più non ricordava. Lì, sotto la gonna di jeans, tra le cosce.
− Che fai?
Chiede col cuore in gola, stupendosi della sua stessa voce, rauca e calda come se le parole le si asciugassero da sole e diventassero ... (segue)
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
_eMMe_



Registrato: 09-09-2009 16:29
Messaggi: 813

MessaggioInviato: Sab 14 Nov 2009 15:00    Oggetto: Cita

Mi piace più di prima, trovo che scorra meglio e racconti di più. Il tema non è originalissimo, però, e lo stile è piacevole, ma non brillante, per cui per dire se sia buono o mediocre credo valga la pena di leggere la seconda metà!
_________________
E' un lavoro bellissimo.
Ed è veramente utile, perché è bello.
Top
Profilo Messaggio privato
MarilenaTea



Registrato: 27-02-2009 01:38
Messaggi: 274

MessaggioInviato: Sab 14 Nov 2009 15:30    Oggetto: ok Cita

ciao emme, è vero il tema non è originale, ma dell' amore, della morte, dell' amicizia ... si è già scritto di tutto ormai, l' importante secondo me è trovare la propria voce nello scrivere ... questo è la mia (e DB nn prendo meriti non miei), non sarà un capolavoro ma non è neppure da gettare via, credo, o sì?
un saluto a tutti quelli che passano o passeranno di qui.
M.
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
_eMMe_



Registrato: 09-09-2009 16:29
Messaggi: 813

MessaggioInviato: Sab 14 Nov 2009 15:47    Oggetto: Cita

Vero, è per quello che dico che vale la pena di leggere la seconda metà per poter dare un giudizio Smile
_________________
E' un lavoro bellissimo.
Ed è veramente utile, perché è bello.
Top
Profilo Messaggio privato
MarilenaTea



Registrato: 27-02-2009 01:38
Messaggi: 274

MessaggioInviato: Sab 14 Nov 2009 15:56    Oggetto: grazie Cita

grazie emme, non voglio essere presuntuosa(lungi da me) ma lo credo anch' io. Il finale è la chiave. Come per tutto. Saluti e buon we. M. Smile
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
mgovoni



Registrato: 20-11-2008 01:08
Messaggi: 30
Località: www.massimilianogovoni.it

MessaggioInviato: Sab 14 Nov 2009 16:26    Oggetto: Cita

E' un erotismo che nasce da situazioni semplici... ho letto la prima parte con attenzione ma credo che dipenda tutto dal seguito...

Chissà se lo leggerò sull'antologia... Very Happy
_________________
http://www.massimilianogovoni.it
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Serena Bertogliatti



Registrato: 15-11-2009 20:24
Messaggi: 31
Località: Kiel

MessaggioInviato: Lun 16 Nov 2009 17:28    Oggetto: Cita

Il tema mi piace. Con 365 racconti una variazione così, IMHO, ci vuole - e poi, personalmente, apprezzo gli scritti che si incentrano sui rapporti tra una donna e un ragazzo.

Sullo stile, se fossi in te avrei omesso o scritto in maniera diversa alcune frasi, come:
Citazione:
Adriana è turbata ma non ritrae la mano.

Citazione:
Abbassa lo sguardo, si dà della stupida.

IMHO è più "intrigante" non scrivere direttamente in terza persona ("Tizio pensa e si dice...") ma scriverlo o in terza immedesimata ("Che stupida donna, era.") o scrivere le conseguenze del pensiero ("Abbassò lo sguardo come un bambino che ha appena dato la risposta sbagliata.").
Pessimi esempi, lo so, ma spero di essermi fatta capire.
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
_eMMe_



Registrato: 09-09-2009 16:29
Messaggi: 813

MessaggioInviato: Lun 16 Nov 2009 19:11    Oggetto: Cita

Il fatto è che di racconti così ce n'erano già parecchi... La differenza d'età va per la maggiore!

Mi spiace, però, che sia stato scartato, leggerei la fine volentieri.
_________________
E' un lavoro bellissimo.
Ed è veramente utile, perché è bello.
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a 365 RACCONTI EROTICI PER UN ANNO Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum