WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Print On Demand, come comportarsi?


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Lun 23 Mar 2009 15:57    Oggetto: Print On Demand, come comportarsi? Cita

Non sempre una proposta di pubblicazione che non sia a pagamento è una buona proposta. Con l'arrivo in circolazione della stampa in digitale e il Print On Demand, le cose si sono complicate anche su questo fronte. Esistono molti editori che, pur non richiedendo soldi all'autore, si limitano a stampare copie del libro solo quando richieste dai lettori, azzerando il rischio economico. Questo metodo, se in buone mani può essere del tutto legittimo, finisce per essere abusato da molti editori, che pubblicano qualsiasi cosa sperando nel classico "colpo di fortuna", oppure sperando che l'autore compri o venda di sua iniziativa un numero discreto di copie, anche piccolo, affidandosi più sulla quantità che sulla qualità.
Nell'introduzione alla Guida questa tipologia di editore non era contemplata, perciò mi piacerebbe discuterne qui. Come affrontereste una proposta di pubblicazione gratuita di un editore che tuttavia è noto per pubblicare solo tramite POD?

Butto nel mucchio qualche suggerimento:
- Verificare che l'editore specifichi nel contratto un numero minimo di copie da stampare
- Verificare la qualità dei libri realizzati in precedenza dall'editore
- Accertarsi che non debba essere l'autore a sobbarcarsi il lavoro di impaginazione, scelta della copertina, editing e correzione di bozze

Ne avete altri, o avete esperienze da raccontare in proposito?
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
Gianluca Giannattasio



Registrato: 30-04-2007 19:23
Messaggi: 446
Località: Battipaglia (SA)

MessaggioInviato: Lun 23 Mar 2009 17:45    Oggetto: Cita

Io credo che quella centrale sia già una risposta interessante. In effetti mi è capitato di comprare su internet dei libri che non erano 'libri', piuttosto erano delle stampe amatoriali, fatte colla stampante di casa e una colla scadente nulla di più.
Lo dico con buona pace di chi produce simili oggetti, ognuno ha il diritto di esercitare come vuole la sua attività. Però il guaio è che quando compri a distanza non puoi verificare la qualità dell'articolo se non quando ti arriva nella casella postale... Rolling Eyes
Top
Profilo Messaggio privato
Euridice



Registrato: 02-02-2007 11:56
Messaggi: 2082
Località: Scafati (Salerno)

MessaggioInviato: Lun 23 Mar 2009 18:12    Oggetto: Cita

Secondo me non bisogna ostinarsi a dover pubblicare a ogni costo. Io cambierei strada e basta Very Happy
_________________
E sognai talmente forte che mi usci' il sangue dal naso (Fiume Sand Creek di Faber)
Marcella Testa
Top
Profilo Messaggio privato
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Lun 23 Mar 2009 18:43    Oggetto: Cita

Euridice ha scritto:
Secondo me non bisogna ostinarsi a dover pubblicare a ogni costo. Io cambierei strada e basta Very Happy

Già Euridice, sarebbe opportuno... ma prima di poter cambiare strada, bisogna sapere che si è di fronte a una proposta poco vantaggiosa. Anche gli autori un po' più sgamati di altri, non vedendosi richiedere alcun contributo, sarebbero propensi a firmare un contratto di un editore del genere perché... come fai a sapere che non sia una proposta seria? Un contratto di un libro stampato in POD è per tutto simile a uno "classico". E molto spesso, Gianluca, nei contratti editoriali le copie totali da stampare all'inizio non sono specificate, lasciando la discrezionalità all'editore.
E in questo caso, come si fa? L'autore deve affidarsi al buon senso, ma... non sempre gli esordienti ne sono provvisti, diciamocelo. Wink
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
Euridice



Registrato: 02-02-2007 11:56
Messaggi: 2082
Località: Scafati (Salerno)

MessaggioInviato: Lun 23 Mar 2009 19:27    Oggetto: Cita

E il codice ISBN? Lo garantiscono? Immagino di no! Very Happy
_________________
E sognai talmente forte che mi usci' il sangue dal naso (Fiume Sand Creek di Faber)
Marcella Testa
Top
Profilo Messaggio privato
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Lun 23 Mar 2009 19:42    Oggetto: Cita

Non è obbligatorio, ma nella stragrande maggioranza dei casi l'ISBN è garantito che ci sia.
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
rita71



Registrato: 08-10-2004 12:14
Messaggi: 246

MessaggioInviato: Ven 27 Mar 2009 10:43    Oggetto: Re: Print On Demand, come comportarsi? Cita

Heian ha scritto:


Butto nel mucchio qualche suggerimento:
- Verificare che l'editore specifichi nel contratto un numero minimo di copie da stampare
- Verificare la qualità dei libri realizzati in precedenza dall'editore
- Accertarsi che non debba essere l'autore a sobbarcarsi il lavoro di impaginazione, scelta della copertina, editing e correzione di bozze



Effettivamente, tanto varrebbe usare Lulu: è un sistema elettronico, fai tutto da solo e te lo vendi da solo, ma lo sai prima.
Poi, il rischio economico degli editori... in un paese che non legge, cercare di trovare mercato con gli esordienti mi sembra veramente astruso: quelli del print-on-demand, non sono editori. Mi sembra la versione stampata dei talent-show.

Come sempre sono amara nell'esprimere le mie opinioni, ma penso che non ci sia bisogno di inserirli nell'elenco degli Editori che pubblicano. Andrebbe fatto un altro genere di elenco per queste cose. Wink

Non so, forse io ho altre aspettative. Più presuntuose, probabilmente.
Ma accontentarsi di questo genere di pubblicazione, non dà valore a quello che si fa.
_________________
Rita Ingrosso
Prima o poi, in libreria. Temo poi.
Top
Profilo Messaggio privato
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Ven 27 Mar 2009 13:42    Oggetto: Cita

Ma il fatto è che il Print-on-demand non è un tipo di editore, è un tipo di tecnologia che ogni editore può usare e che permette di stampare libri in tirature minuscole anche se a prezzi maggiorati.
Lo possonon usare tutti gli editori, anche quelli che in genere pubblicano normalmente in grosse tirature. La differenza è che non si può mai essere sicuri che l'editore voglia pubblicarti perché crede nel tuo romanzo ma non vuole affrontare un rischio economico irragionevole, o se vuole vendere il libro solo ai tuoi amici e parenti, magari sperando nel colpaccio.

Il Print-On-Demand, quindi, è molto diverso dal Book-On-Demand di Lulu, in cui tu prendi il tuo libro, lo stampi e punto. Quello è un servizio ben preciso, mentre con il Print-On-Demand non è comunque da escludere che venga effettuata una scelta qualitativa a monte.
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
S-M-N



Registrato: 04-02-2006 18:44
Messaggi: 690

MessaggioInviato: Ven 27 Mar 2009 18:56    Oggetto: Cita

Se l'editore è buono va bene il print on demand. Che ve ne frega di come fanno i libri? L'importante è che li sappiano vendere.

Simone
_________________
http://www.simonenavarra.net
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Sab 28 Mar 2009 01:00    Oggetto: Cita

E il punto è il proprio questo: con il print-on-demand non puoi mai essere sicuro che l'editore farà il suo lavoro bene. Con la stampa normale, un editore è costretto a lavorare duro per vendere i tuoi libri altrimenti ci va in perdita, ma con il print on demand invece può anche non sbattersi troppo, tanto se non ha perso tempo in editing, correzione di bozze o grafica, non ci perde nulla.
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
S-M-N



Registrato: 04-02-2006 18:44
Messaggi: 690

MessaggioInviato: Sab 28 Mar 2009 02:01    Oggetto: Cita

Anche il print on demand richiede editing e tutto il resto, se alla fine si vuole che il "prodotto" finale sia comunque un testo di qualità.

Io credo che si debba guardare a come funziona una casa editrice: se i libri in genere sono buoni, hanno una vendita decente e danno una discreta visibilità all'autore allora può andare benissimo anche che siano prodotti in POD.

Il problema è che magari c'è appunto chi usa questo sistema di stampa per produrre cose di poco valore senza magari interessarsi dell'effettiva riuscita di un lavoro editoriale, e allora in questo caso è meglio lasciar perdere.

Quello che dovresti chiederti, volendo fare una classifica o volendo giudicare gli editori che usano il print on demand è: ma questi libri che fine fanno? Se restano solo su un sito senza che li legga nessuno evidentemente l'editore non è un buon editore.

Simone
_________________
http://www.simonenavarra.net
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
rita71



Registrato: 08-10-2004 12:14
Messaggi: 246

MessaggioInviato: Sab 28 Mar 2009 10:28    Oggetto: Cita

Heian ha scritto:
Ma il fatto è che il Print-on-demand non è un tipo di editore, è un tipo di tecnologia che ogni editore può usare e che permette di stampare libri in tirature minuscole[omissis]

Ah! Meno male! Io avevo capito che fossero editori e stampassero on-demand solo per esordienti! Embarassed
Da un lato, cambia le cose, dall'altro....
Citazione:
anche se a prezzi maggiorati.
Alla fine resterebbe Lulu, in cui tu decidi a quanto venderlo e come farlo. Wink
Heian ha scritto:
Il Print-On-Demand, quindi, è molto diverso dal Book-On-Demand di Lulu, in cui tu prendi il tuo libro, lo stampi e punto. Quello è un servizio ben preciso, mentre con il Print-On-Demand non è comunque da escludere che venga effettuata una scelta qualitativa a monte.

Si spera. Wink
_________________
Rita Ingrosso
Prima o poi, in libreria. Temo poi.
Top
Profilo Messaggio privato
ringstorm



Registrato: 13-08-2007 14:30
Messaggi: 839
Località: siano, salerno

MessaggioInviato: Ven 29 Apr 2011 16:07    Oggetto: Cita

Mah, io sono del parere che le cose o si fanno come è giusto che si facciano, o che non si facciano affatto.

Secondo me è una cosa inaccettabile, che nessun autore esordiente dovrebbe accettare. Conosco una persona che ha fatto così con una casa editrice persino abbastanza scafata nel settore, e non mi pare che ne abbia guadagnato. Tanto per cominciare la qualità della rilegatura era, scusate il termine ma è l'unico che renda l'idea, davvero schifosa. Hanno fatto un editing pessimo, tagliuzzando furiosamente a discapito della comprensibilità della storia; errori di battitura e refusi a morire, che non dipendevano da sviste dell'autore (persona meticolosa, questo è certo) ma dai tagli indiscriminati; e venduto a un costo che secondo me è esagerato per un prodotto finito di questa fatta: 16euro.
Ed è un peccato di Dio, perchè l'autore in questione ha creato un romanzo fantastico, scritto benissimo e dalla trama intrigante. Uno degli italiani migliori che abbia letto.

Insomma, piuttosto che pubblicare a simili condizioni, io preferirei tenermi il mio romanzo in cornice sul comodino e guardarmelo la sera prima di andare a letto! Evil or Very Mad

E' tremendamente ingiusto supportare una simile politica: ingiusto per le nostre opere, che perdono dignità e possibilità di essere degnamente considerate da editori più seri; e ingiusto per gli altri emergenti all'oscuro di certi modi di fare, con il risultato di farli cadere in trappola. Siamo anche noi responsabili di certi flop, ragazzi: bisogna prenderne atto e comportarsi in maniera intelligente. Soprattutto, - e parlo anche per me, sappiatelo! Wink -, non andiamo di fretta. Se valiamo davvero, il nostro momento arriverà. Very Happy

...E, temo, con il mercato e-book il fenomeno non farà che peggiorare! Sad
_________________
Io li sentii urlare in una notte strappata al sonno, nella mia mente di maree e luna piena... I sogni, Promesse degli uomini.

Era brilligo e gli unsci tovi
Girondavano sulla rava,
Eran birbizzi i Borogovi
E il momo ratso ultragrattava.
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12551
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Ven 29 Apr 2011 18:42    Oggetto: Cita

Ragazzi, il problema non è il print on demand ma la pubblicità e la distribuzione che si riesce a fare del proprio testo.
La mia esperienza: Due anni fa pubblicai con lulu una raccolta di racconti brevi, abbastanza graziosa(dicevano, oggi a rileggerla, lo dico un po' meno) Comunque le vendite languivano e come le mie, anche quelle di alcuni amici di penna con cui avevamo pubblicato un'antologia.
Poi riuscii ad avere una graziosa recensione su una rivista specialistica del mio settore e dopo qualche giorno ricevetti almeno un centinaio di richieste per avere quel libro.
La "fregatura " fu che avevo messo anche un download gratuito per cui le copie che vendetti e che tirarono a ruota anche altri libri della mia vetrina, furono un centinaio, mentre i down oltre 500!! Morale: Alla gente piace leggere A SCROCCO! Pensate che nemmeno 1 euro PER IL DOWNLOAD riuscì a far vendere altre copie.
Avete idea di cosa significìhi un passaggio pubblicitario a striscia la notizia a oal tg o in qualunque momento della TV? Significa a mio avviso 5-6000 copie che vanno a ruba l'indomani.
E' tutto lì il busillis, LA PROMOZIONE e la distribuzione. aL DILà NATURALMENTE DEL VALORE DELPRODOTTO di cui non ho parlato.
Salvo
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Bacardi



Registrato: 31-12-2010 12:39
Messaggi: 1252
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 02 Mag 2011 09:22    Oggetto: Cita

jpaulverlain ha scritto:
Ragazzi, il problema non è il print on demand ma la pubblicità e la distribuzione che si riesce a fare del proprio testo.
La mia esperienza: Due anni fa pubblicai con lulu una raccolta di racconti brevi, abbastanza graziosa(dicevano, oggi a rileggerla, lo dico un po' meno) Comunque le vendite languivano e come le mie, anche quelle di alcuni amici di penna con cui avevamo pubblicato un'antologia.
Poi riuscii ad avere una graziosa recensione su una rivista specialistica del mio settore e dopo qualche giorno ricevetti almeno un centinaio di richieste per avere quel libro.
La "fregatura " fu che avevo messo anche un download gratuito per cui le copie che vendetti e che tirarono a ruota anche altri libri della mia vetrina, furono un centinaio, mentre i down oltre 500!! Morale: Alla gente piace leggere A SCROCCO! Pensate che nemmeno 1 euro PER IL DOWNLOAD riuscì a far vendere altre copie.
Avete idea di cosa significìhi un passaggio pubblicitario a striscia la notizia a oal tg o in qualunque momento della TV? Significa a mio avviso 5-6000 copie che vanno a ruba l'indomani.
E' tutto lì il busillis, LA PROMOZIONE e la distribuzione. aL DILà NATURALMENTE DEL VALORE DELPRODOTTO di cui non ho parlato.
Salvo

quanta ragione e scafatismo hai Jpv? da un medico che riesce a vedere e capire che la pubblicità è l'anima del commercio, io mi faccio curare a occhi chiusi, anzi anestetizzato. quello che dici è pura verità, sono il trend e la moda che determinano il successo, ma soprattutto sapersi vendere.
_________________
Dai il frustino al cavallo e quello smette di nitrire.
BB
Trattami da re e sarai regina (l'ho detto a mia moglie e ha funzionato) BB
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Guida agli editori che pubblicano Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum