WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


COMMENTI DI GENNAIO


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
alberto sodani



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1697
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven 23 Gen 2009 14:01    Oggetto: Cita

Fabio

È carino e iperbolico e velocissimo, tanto da far rimanere solo il ricordo fuggente di una stanza-discarica. A me è rimasta però una domanda, alla fine: vive solo? Se vive con la madre, perché lei suona il campanello? Ma se invece vive solo, perché non la manda a …? Quella è la sua, di vita, la impolvera come gli pare e piace. O no? Very Happy


Andrea

È scritto bene ma l’unico guizzo è alla fine, per Lucrezia. Però non saprei cosa suggerire.
_________________
Alberto Sodani

detto il paratattico, (da qualche parte, qui nel forum)
fatti non foste a viver come bruti...
Festina lente...
Top
Profilo Messaggio privato
tar-alima



Registrato: 25-10-2006 15:04
Messaggi: 108
Località: Friuli

MessaggioInviato: Ven 23 Gen 2009 14:31    Oggetto: Cita

@ Cinzia e Valentina. Grazie della lettura ma... qualcosa è andato storto, perché la protagonista è... la Barbie medesima, che finisce nell'armadio con la sua bella cameretta! Penso a come modificare per rendere la cosa più chiara.
Intanto ho trasformato il tappeto cinese in tappeto persiano, e gli occhi a mandorla in occhi allungati, eliminando le due caratteristiche che avevano fuorviato Cinzia (quanto mi costa rovinare il tuo commento!).
Tutto a riprova del fatto che avere un'idea e riuscire a comunicarla non è la stessa cosa! Laughing
Però mi viene un dubbio: stiamo proseguendo gli esercizi incentrati sulla descrizione, oppure si va a tema e basta?
_________________
Grazia Gironella
Top
Profilo Messaggio privato
valdam



Registrato: 28-09-2005 12:57
Messaggi: 1456
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven 23 Gen 2009 15:02    Oggetto: Cita

tar-alima ha scritto:
@ Cinzia e Valentina. Grazie della lettura ma... qualcosa è andato storto, perché la protagonista è... la Barbie medesima

Shocked Very Happy Laughing
Avevo capito di non aver capito, ma non avevo affatto capito la storia!!!
Devo dirti che gli occhi a mandorla avevano fuorviato anche me, ma il fatto che fossero azzurri e abbinati a capelli biondi mi aveva poi fatto pensare a una "bambola" (ma in carne e ossa) con occhi allungati...
_________________
Valentina M. D'Amico
http://valentinadamico.altervista.org/
Se non puoi uscire dal tunnel, arredalo. - Aforisma letto nel forum.
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
alberto sodani



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1697
Località: Roma

MessaggioInviato: Ven 23 Gen 2009 16:07    Oggetto: Cita

Cile ha scritto:

ACQUARIO

Ecco, ci sono! Chiudo la porta alle mie spalle. Il rumore metallico della serratura che scatta mi solleva. Riprendo a respirare. Sposto via con un calcio il mucchietto di panni sporchi, accatastati sul pavimento. Ci penserò domani. Lascio cadere la ventiquattr’ore sulla sedia e sorrido alla vista di mia madre che ammicca da una vecchia foto. Adoro il disordine della mia scrivania: le pile di riviste d’ogni genere, accumulate da anni, gli scontrini fiscali conservati per qualche motivo dimenticato, le fotografie incorniciate e il pc sempre acceso. Lo avvio per controllare la posta, non quella di lavoro: 0 e-mail . Lancio i vestiti, impregnati di sudore e stanchezza, sul sofà.
L’intero caos della camera da letto mi conforta. I poster attaccati alle pareti mostrano paesaggi marini. Tutto è azzurro, il lampadario, le mattonelle e persino l’armadio.
Cerco il pigiama sotto il cuscino e stendendomi, allungo il braccio sulla mensola. Breve pressione sul tasto power e Mozart inizia a raccontarmi le nozze di Figaro.
Va già meglio, le brutture di questa giornata perdono di valore, appaiono sfocate. Mi soffermo sul piccolo acquario che occupa l’intero spazio del comodino. Spengo le luci, lasciando solo un fievole raggio dalla piantana che gli è accanto. Guardo i piccoli pesci pagliaccio fluttuare, sempre nello stesso verso. Ignorandosi. Anche io comincio ad astrarmi dal mondo, come loro. La mia stanza da letto, il mio acquario.



Carino, intimista, descrive quanto basta ambiente ed emozioni. Mi piace ma apporterei delle modifiche qua e là, robetta. Very Happy Very Happy

Cambierei “ecco, ci sono” con un corsivo, tipo ”eccomi”, “è fatta”, “sono a casa”, un dire a se stessi, senza punto esclamativo.
“Ci penserò domani”: “ci penso domani”, semplifica la lettura ed è ammesso dalla lingua.
” alla vista di”: “a”. Tanto dopo dici che è appesa al muro, e poi così c’è più complicità fra te e la foto di tua madre. Forse metterei anche “mamma”, come termine, quando ne pensiamo la chiamiamo così. Farei una prova.
“mia scrivania”: toglierei il possessivo, è la tua stanza, no? Very Happy
“il pc sempre acceso. Lo avvio per…”. Questione logica: o è acceso o è spento. Metterei: “il pc sempre acceso; controllo la posta, zero e-mail.” Ed “e-mail” sarebbe una parola straniera, ma di fatto entrata nell’uso comune italiano, metterla in corsivo mi sembra uno scrupolo eccessivo, a meno che non sia un pensiero della ragazza. “quella di lavoro” mi sembra una precisazione che si potrebbe togliere.
“Breve pressione sul tasto power e Mozart inizia a raccontarmi le nozze di Figaro.”: semplificherei:” Una pressione sul tasto e Mozart inizia il racconto de Le nozze di Figaro.”
“che occupa l’intero spazio del”: ”sul”, più diretto, e le dimensioni sono intuibili.
“che gli è”:”lì”, più semplice.
Toglierei la virgola dopo “fluttuare”
Metteri un punto dopo “la mia stanza da letto”, per rimarcare il valore di “il mio acquario”.

Ciao, m'è piaciuto, essenziale, pulito. Very Happy
_________________
Alberto Sodani

detto il paratattico, (da qualche parte, qui nel forum)
fatti non foste a viver come bruti...
Festina lente...
Top
Profilo Messaggio privato
Cile



Registrato: 04-09-2007 16:21
Messaggi: 1125
Località: Salerno

MessaggioInviato: Ven 23 Gen 2009 16:34    Oggetto: Cita

Alberto sei sempre perfetto! Wink
L'ho riscritto per me e funziona molto meglio con i tuoi suggerimenti. Solo il "mamma" non mi è suonato bene e ho lasciato "mia madre". Non saprei spiegarti perché (notare il ciuffo anche se quando sto in ufficio e vado di fretta non me ne preoccupo Wink ). Forse dire "mamma" spezza un po' con il ritmo generale. Non saprei.
Altra curiosità: nel mio esercizio tu hai vistouna "ragazza", io invece immaginavo un ragazzo... credevo ingenuamente che la foto della madre sulla scrivania facesse pensare a un uomo più che a una donna.. Wink

Per Vale: No... non ci ero proprio arrivata a Barbie. Il commento positivo però resta... Wink anche perché l'idea è originale! Forse gli occhi a mandorla mi hanno fuorviato come i decori cinesi. Non so se gli occhi azzuri e i capelli biondi sarebbero più espliciti, magari puoi far riferimento alle braccia o alle gambe che possono muoversi solo in un verso Wink
Quanto al tema, che dirti, credo ci sia libertà di contenuto stavolta..
_________________
Cinzia Leo
Hai mai ascoltato il silenzio del destino quando esplode? (A. Baricco )
Top
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Matteo Mascheroni



Registrato: 08-01-2008 18:05
Messaggi: 511
Località: Cantù (Co)

MessaggioInviato: Ven 23 Gen 2009 17:54    Oggetto: Cita

Continuo...

Andrea non mi piace tanto il "riscaldata" all'inizio, non lo trovo troppo collegato al seguito. Poi toglierei anch'io il secondo "letto" alla fine, l'hai già detto prima e si capisce che vai lì a dormire.
Cile arrivare dopo Alberto è sempre tardi! Mi piace come riesci ad essere essenziale!
Angelo F. Non mi ocnvince molto. Mi dà l'impressione di essere un taglio da una scena più ampia, il che fa perdere parecchio, lo rende molto piatto.
_________________
“Ma che tipo di uomo sei, in conclusione?” domandò Leo.
“Sono un clown” risposi, “e faccio raccolta di attimi.”

www.libera.it - nomi e numeri contro le mafie
Top
Profilo Messaggio privato
Andrea Cavallini



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 748
Località: Bologna

MessaggioInviato: Sab 24 Gen 2009 00:15    Oggetto: Cita

Inizio a commentare. Non ho letto gli altri commenti per non farmi influenzare.

Claudio Costa
La prima impressione è che sia troppo un “elenco”. Rileggendolo varie volte mi sono accorto che trasmette bene, oltre che descrivere, la sensazione di chi passa molto poco tempo in camera. Il finale (dalla domanda che rimbomba) mi sembra in contraddizione col resto.


Anca
Mi sembra troppo “carico”. Bello l’accostamento ai films di Leone e l’immagine dell’insalata ma tutto mi sembra troppo enfatizzato.

Andrea Delle Sedie
La descrizione è scarna, mentre mi piace la sensazione che il passaggio tra le due camere sia una sorta di “diventare adulti”, con altri sentimenti e altre ansie. Ben scritto.

Cile.
Molto ben scritto. La descrizione è ottima anche se l’immagine della camera – rifugio contro il logorio della vita moderna mi sembra forse eccessiva. L’unica nota è che toglierei la frase finale, che sa di spiegazione. Per il resto complimenti.


Ai prossimi commenti.

Andrea
Top
Profilo Messaggio privato
Andrea Cavallini



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 748
Località: Bologna

MessaggioInviato: Sab 24 Gen 2009 10:04    Oggetto: Cita

Continuo.



Angelo F. (entrambe le versioni)
Mi sembra come se fosse uno spezzone di un racconto più lungo. E’ scorrevole, ma la descrizione della camera finisce alla terza riga.

Tar-Alima.
Grande originalità, e come sempre molto ben scritto. Forse la parte della descrizione risulta sacrificata allo svolgimento della storia. Forse. E’ a cavallo tra una microstoria di fantascienza e il trailer di un film tipo Toys. Anche a te molti complimenti.


Andrea
Top
Profilo Messaggio privato
valdam



Registrato: 28-09-2005 12:57
Messaggi: 1456
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab 24 Gen 2009 12:16    Oggetto: Cita

Andrea
Il brano è ben scritto, secondo me, però trovo uno squilibrio tra l'incubo e il risveglio. E' vero che il tema proposto era la camera da letto, però dovresti farci sentire l'angoscia del sogno ben più di così... Forse una riga o due in più per la prima parte renderebbe più equilibrato il testo.

Paolo - demiurgo
Molto carino. Efficace, ben scritto, e anche - posso? - tenero, affettuoso.

Marcella - Euridice
Sono convinta solo a metà. Il primo dubbio è sul personaggio che parla in prima persona. All'inizio sembra un io nel quale tutti possiamo identificarci (il cocktail micidiale di colori con le luci serali), poi invece si stacca e si allontana da noi, mostrandosi come una persona eccessiva, fissata (per come è descritta, non si solidarizza affatto con lei, piuttosto con Marco).
Un altro dubbio riguarda la frase finale: la trovo tanto suggestiva quanto poco comprensibile.

Alberto
Bello. Nella mia classifica si piazza tra i top con Cile e Demiurgo. Ho dovuto rileggere per cogliere Laura nei ricordi e Laura nel presente (come sempre: dipende solo da quanto sono fusa io?), però lo definirei efficace e coinvolgente.
_________________
Valentina M. D'Amico
http://valentinadamico.altervista.org/
Se non puoi uscire dal tunnel, arredalo. - Aforisma letto nel forum.
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Euridice



Registrato: 02-02-2007 11:56
Messaggi: 2082
Località: Scafati (Salerno)

MessaggioInviato: Sab 24 Gen 2009 15:32    Oggetto: Cita

[quote="valdam"]
[Marcella - Euridice
Sono convinta solo a metà. Il primo dubbio è sul personaggio che parla in prima persona. All'inizio sembra un io nel quale tutti possiamo identificarci (il cocktail micidiale di colori con le luci serali), poi invece si stacca e si allontana da noi, mostrandosi come una persona eccessiva, fissata (per come è descritta, non si solidarizza affatto con lei, piuttosto con Marco).
Un altro dubbio riguarda la frase finale: la trovo tanto suggestiva quanto poco comprensibile.

Cara Valentina, volevo trasmettere proprio questa sensazione Very Happy La donna che parla inizialmente sembra equilibrata, ma se cerca l'equilibrio fuori di sè, nel cosmo, vuol dire che tanto in armonia con se stessa non è!
Cerca la soluzione ai propri problemi fuori di sè Crying or Very sad E il povero Marco la lascia esasperato. Lei si trova tutta sola: le pareti non ci sono più o non ci sono ancora, perchè la donna ne creerà altre di pareti e di relazioni. Oppure si può intendere che alla fine troverà le pareti giuste. E anche il colore, nel senso che si concilierà con se stessa. Very Happy

a presto con i miei commenti... ah! odio il I quadrimestre! E in V sarò anche interna agli esami!
_________________
E sognai talmente forte che mi usci' il sangue dal naso (Fiume Sand Creek di Faber)
Marcella Testa
Top
Profilo Messaggio privato
demiurgo



Registrato: 12-09-2008 13:51
Messaggi: 92

MessaggioInviato: Sab 24 Gen 2009 16:24    Oggetto: Cita

Grazia, Cinzia, Valentina: grazie degli apprezzamenti. Sono stato un po' smielato, forse, Smile ma vabè, ogni tanto qualche sentimento positivo ci vuole... di solito sono più cattivello Rolling Eyes

Un altro paio di commenti.

@Cile: carino, sembra proprio di essere lì con la protagonista (con te?) e si entra subito in sintonia con i suoi pensieri.
Avevo qualche appunto sul testo, poi mi sono riletto il commento dell'ottimo Alberto e c'è praticamente già tutto lì Smile tranne questi:
Citazione:
Sposto via con un calcio il mucchietto di panni sporchi, accatastati sul pavimento. Ci penserò domani.

Per qualche insondabile motivo non mi piace "sposto via". Si potrebbe scrivere: "Via con un calcio il mucchietto di panni sporchi, accatastati sul pavimento: ci penserò domani".
Citazione:
Lancio i vestiti, impregnati di sudore e stanchezza, sul sofà.

Toglierei sudore e lascerei solo stanchezza: impregnati di stanchezza è molto bello, risalta di più da solo.
Citazione:
I poster attaccati alle pareti mostrano paesaggi marini.

Se vuoi semplificare, attaccati si può omettere.
Molto bella la chiusura e l'uso dei colori per ricreare l'acquario.

@Angelo: Very Happy mi è dispiaciuto davvero molto per la simpaticissima daniela Very Happy
La scena e il dialogo mi sembrano ben scritti. L'ultima battuta mi ha messo un po' in confusione, poi ho capito che a pronunciarla era il padrone di casa (problema mio). Apettavo una mossa di Angelo per "liberarsi delle piccola dittatrice", come pensava poco prima.

@tar-alima: bella l'idea, originale. La sorpresa dell'ultima riga funziona alla grande (era chiaro anche prima delle modifiche, adesso comunque è meglio)
Citazione:
mi lascio pettinare dalle mani tremanti della nuova cameriera

Carino che la Barbie pensa agli umani come a suoi domestici Smile Sono le mani della bambina, giusto? Perché "nuova"?
Citazione:
sembrano fatti apposta per essere raccolti nelle elaborate acconciature che vanno di moda in questo periodo.

Toglierei "essere raccolti" e "che vanno" per semplificare la frase un po' lunghetta. Si può anche mettere "perfetti" invece di "sembrano fatti apposta", ma sarebbe meno significativo perché sono fatti apposta. Wink

Ciao, alla prossima
_________________
Paolo Di Pierdomenico


Ultima modifica di demiurgo il Lun 26 Gen 2009 14:41, modificato 1 volta in totale
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Andrea Cavallini



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 748
Località: Bologna

MessaggioInviato: Dom 25 Gen 2009 01:30    Oggetto: Cita

CONCLUDO, PER ORA, I COMMENTI:


Demiurgo.
Il tuo esercizio vale per due! Originale. Bella la similitudine tra le pareti bianche e la tela da dipingere. Non mi piace “ Da fili elettrici a vista”ma roba da poco.

Valdam
Non conoscendo bene Virginia Woolf non riesco ad apprezzare il riferimento. Fino a circa la metà mi piace molto poi, mentre speravo in una descrizione del piccolo nido d’amore, hai preso una piega del tutto diversa. Con uno stile invidiabile, ma forse in parte fuori tema. Molto bella la chiusa, col riferimento al “proprio spazio” di cui tutti avremmo bisogno.

Euridice.
Lo scontro di caratteri mi sembra ben delineato, come i dialoghi. La descrizione della camera è sacrificata dalla litigata. Il tormentone di ripetere “la mia camera da letto” non mi pare efficace.
La frase finale la accorcerei: le pareti della mia camera da letto non esistono più.
P.S. tra la praticità dei mobili e la sinergia con l’universo sto con la prima.

Alberto Sodani
.
Ad una riunione del club Tenco Francesco Guccini una volta ha cantato Luci a San Siro premettendo che il titolo della canzone era “maledizione, perché non l’ho scritta io?” A me è sembrato un gran bel complimento. Ora, lungi da me l’idea di paragonare me e te a Guccini e Vecchioni, ma dopo aver letto il tuo racconto ho pensato esattamente lo stesso.
Ho solo due cose da annotare: io, se entro in una camera e vedo l’armadio scostato dal muro o non faccio nulla in quanto è pesante oppure cerco di accostarlo. Non ripeterei il titolo alla fine, il fatto che rimane “di guardia” è, a mio avviso, una bella conclusione.

Caterina De Padova:
Toccante ma freddino. La conclusione mi sembra frettolosa.
Alcune cose: Era stata convincente la negoziante nel dirle che questa era la moda francese. Cambierei in…nel presentarle la moda francese
Nella vita a Francesca era capitato di prendere una scopa in mano, ma in quel momento era certa che il pavimento avrebbe rimosso da solo ogni tipo di deposito pur di mantenere immacolato quel meraviglioso drappeggio. Eliminerei la prima parte della frase.
Passarono sei mesi. Secondo me sarebbe meglio Sei mesi dopo



un salutone a tutti.
Andrea
Top
Profilo Messaggio privato
Euridice



Registrato: 02-02-2007 11:56
Messaggi: 2082
Località: Scafati (Salerno)

MessaggioInviato: Dom 25 Gen 2009 12:59    Oggetto: Cita

Andrea, grazie per il commento. Nelle mie intenzioni c'era di caratterizzare il personaggio femminile come fondamentalmente infantile e quel tormentone sarebbe dovuto servire allo scopo. Infatti la ripetitività quasi ossessiva dei gesti e delle parole è tipica dei bambini.
Sì, è vero, la camera da letto è solo un pretesto per il litigio e per far emergere due visioni opposte della vita, due mondi paralleli, ma mi sembrava di aver capito che per questo mese avremmo avuto maggiore libertà Crying or Very sad Very Happy Grazie e cmq anch'io simpatizzo per Marco, anche se per il personaggio femminile ho esasperato un tratto che mi riguarda. Le pareti della mia camera da letto, infatti, sono gialle Very Happy
_________________
E sognai talmente forte che mi usci' il sangue dal naso (Fiume Sand Creek di Faber)
Marcella Testa
Top
Profilo Messaggio privato
Angelo F.



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 396

MessaggioInviato: Dom 25 Gen 2009 15:00    Oggetto: Cita

Grazie a tutti per i commenti.

Ho ripovato a rifare l'esercizio seguendo i vostri consigli.
La stanza è la stessa, ma lo spostata più al centro del racconto Wink

Buona domenica a tutti
_________________
--------
Angelo Frascella
http://alterminedelgiorno.blogspot.com
Elenco delle mie pubblicazioni: http://alterminedelgiorno.blogspot.it/2014/01/elenco-delle-pubblicazioni.html
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
alberto sodani



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1697
Località: Roma

MessaggioInviato: Dom 25 Gen 2009 17:08    Oggetto: Cita

Cile ha scritto:
Altra curiosità: nel mio esercizio tu hai vistouna "ragazza", io invece immaginavo un ragazzo... credevo ingenuamente che la foto della madre sulla scrivania facesse pensare a un uomo più che a una donna.. Wink


Cinzia, purtroppo sopravvaluti l’universo maschile: noi, quando arriviamo a casa, la seconda cosa che facciamo una volta lanciate le scarpe è accendere il televisore: i più evoluti della specie accendono il computer, quelli a un passo dal Nobel, leggono, ebbene sì, per sapere quale altro grave avvenimento incombe sulla acculturata portiera del condominio per miliardari ne L’eleganza del riccio. L’unico che arrivato a casa accende Mozart in Italia è Baricco, sui cui gusti sessuali i detrattori, invidiosi dell'esagerata acclamazione femminile, notoriamente vociferano.
Quindi, Signori della Corte, Signori della Giuria Very Happy, il personaggio del racconto L’Acquario è evidentemente femminile, senza alcun ragionevole dubbio.

Mi sono spiegato, no? Very Happy

Sottolineo ancora che le mie proposte di cambiamento sono solo proposte, un semplice punto di vista "altro", il secondo o terzo specchio per controllare come cade il vestito di spalle e niente più… Very Happy

Ciao, buona domenica

Alberto

P.S. Il perché con l’accento giusto e il po’ con l’apostrofo sono purtroppo delle forche caudine, indicano il livello d’attenzione e/o stanchezza. Tutti ci passiamo ogni tanto, bisogna rassegnarsi… Very Happy
_________________
Alberto Sodani

detto il paratattico, (da qualche parte, qui nel forum)
fatti non foste a viver come bruti...
Festina lente...
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a ESERCIZI 2009 Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 3 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum