WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Domatori di draghi


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Irene Vanni



Registrato: 18-08-2005 15:49
Messaggi: 5220
Località: Pontedera (PI)

MessaggioInviato: Ven 11 Apr 2008 13:58    Oggetto: Domatori di draghi Cita

Per ora di Jari avevo letto solo “Null”, il racconto vincitore del Premio Alien 2004 pubblicato su “Robot”, e sapevo della sua collaborazione con Altieri in merito all’arte della scherma medievale e rinascimentale. Devo dire che in questo romanzo ho trovato questa sua “specializzazione” mostrata in modo dettagliato e al tempo stesso accessibile anche a un pubblico giovane o inesperto.
Ma non solo. Il fraseggio in generale riesce a evocare immagini davvero suggestive.
Capitoli brevi. Snelli. Che invogliano alla lettura uno dopo l’altro.
Un elogio va, a parer mio, soprattutto alla caratterizzazione dei personaggi e delle creature fantastiche. Riuscitissima.
Complimenti!
E speriamo davvero di leggere presto altre tue “traduzioni”. Wink
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Nunzio Donato



Registrato: 19-07-2007 14:17
Messaggi: 188
Località: Pieve di Cento (BO)

MessaggioInviato: Ven 11 Apr 2008 14:26    Oggetto: Cita

Finito di leggere ieri sera, finalmente!
Mi aggrego a quanto detto dalla sapiente Irene, a proposito dei brevi capitoli ( a volte solo di un paio di pagine), che non rallentano il ritmo e che, anzi, invogliano alla lettura.
I duelli, "fulcro" del romanzo, non potevano che essere magistralemenbte coreografati e lasciano col fiato sospeso, in special modo l'ultimo e decisivo contro il drago. Bravo!
Ottime le descrizioni e le atmosfere evocate, anche se, devo ammettere, leggendolo ho respirato più aria da antica Grecia che da fantasy puro. Ma sono solo mie sensazioni.
Una parola sui personaggi: mi è dispiaciuto molto perdere contatto con i mercenari (il barbaro, il ladro e l'amazzone), ben caratterizzati e meritevoli di qualche pagina in più.
Che altro dire? Un ottimo numero uno che spero invogli a comprare anche quelli che seguiranno.
Wink
_________________
Nulla si crea e nulla si distrugge. Un sacco di cose, però, si perdono. (Massima di McFee)
-----------------------------------------------------------
Un sentiero senza ostacoli, di solito, non porta da nessuna parte. (Osservazione di Defalque)
Top
Profilo Messaggio privato
Irene Vanni



Registrato: 18-08-2005 15:49
Messaggi: 5220
Località: Pontedera (PI)

MessaggioInviato: Ven 11 Apr 2008 15:51    Oggetto: Cita

Nunzio Donato ha scritto:
quanto detto dalla sapiente Irene


Perché 'sta sviolinata? Tanto il tuo l'ho già commentato Laughing

Nunzio Donato ha scritto:
leggendolo ho respirato più aria da antica Grecia che da fantasy puro.


Saranno le mie tendenze pagane, ma a me è piaciuto proprio anche per questo.

Nunzio Donato ha scritto:
mi è dispiaciuto molto perdere contatto con i mercenari (il barbaro, il ladro e l'amazzone), ben caratterizzati e meritevoli di qualche pagina in più.


Secondo me, la risposta a questa riflessione, sta in quella sotto:

Nunzio Donato ha scritto:
spero invogli a comprare anche quelli che seguiranno.


Mi spiego meglio: magari li rivedremo? Rolling Eyes Question
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Nunzio Donato



Registrato: 19-07-2007 14:17
Messaggi: 188
Località: Pieve di Cento (BO)

MessaggioInviato: Ven 11 Apr 2008 16:50    Oggetto: Cita

Irene Vanni ha scritto:
Perché 'sta sviolinata? Tanto il tuo l'ho già commentato Laughing

Boh, mi è venuto spontaneo! E poi, mica c'è sempre un secondo fine... Rolling Eyes Very Happy

Irene Vanni ha scritto:
Saranno le mie tendenze pagane, ma a me è piaciuto proprio anche per questo.

Quindi hai avuto la stessa sensazione? In ogni caso, la mia non è stata una critica negativa, avevo solo voglia di comunicarlo.

Irene Vanni ha scritto:
Mi spiego meglio: magari li rivedremo? Rolling Eyes Question

Ah, beh, lo spero proprio... Wink
_________________
Nulla si crea e nulla si distrugge. Un sacco di cose, però, si perdono. (Massima di McFee)
-----------------------------------------------------------
Un sentiero senza ostacoli, di solito, non porta da nessuna parte. (Osservazione di Defalque)
Top
Profilo Messaggio privato
Artyus



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 219

MessaggioInviato: Dom 20 Apr 2008 11:26    Oggetto: Cita

Ho finito di leggere il primo libro della collana.
Sinceramente ho delle opinioni contrastanti: da una parte sono stato piacevolmente colpito dalla scrittura pulita e coinvolgente di Jari, capace di evocare immagini veramente suggestive. D'altra parte, ho avuto la sensazione che il romanzo avesse le "gambe tagliate" non so se mi spiego. Mi è sembrato il "riassunto"di un romanzo di ben più ampio respiro, nel quale probabilmente i personaggi e la storia con i suoi salti temporali sarebbero stati sviluppati meglio e più in profondità. Ma capisco il limite di battute e il dover stringere per rientrare nei parametri della collana. Se posso azzardare un umile consiglio, fossi in Jari svilupperei la storia in un romanzo o (magari) in una serie di romanzi. Io sarei sicuramente un suo lettore! Smile
In ogni caso, complimenti, è un libro davvero ben scritto! Very Happy
Adesso sotto con la Gemma del Dolore!

Fabio (aka Artyus)
_________________
Fabio G.
... presente in tutte le 365 Cool
Top
Profilo Messaggio privato
un muspeling



Registrato: 31-10-2006 16:47
Messaggi: 809

MessaggioInviato: Dom 20 Apr 2008 12:58    Oggetto: Cita

Concordo con Artys su molte cose.
Il finale, più che altro, mi ha lasciato perplesso. Per carità, è legittimo, onesto, ma date le premesse così howardiane, un finale così consuetudinario mi è stonato un po' Rolling Eyes
_________________
Le Realt?sono poliedriche

http://med-fantasy.it/
http://blog.libero.it/nelcalderone/
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Stefanoventa



Registrato: 08-08-2007 10:03
Messaggi: 1297
Località: Padova

MessaggioInviato: Dom 20 Apr 2008 13:27    Oggetto: Cita

ho avuto anche io impresisoni simili, riporto quanto avevo scritto dall'altra parte:

"poi ho letto il primo e devo dire che mi è piaciuto, complimenti all'autore, l'idea è davvero carina, la storia è semplice e lineare, scorre bene e i personaggi risultano piacevoli, addirittura diventa quasi un peccato non vederli approfonditi con eventi laterali o marginali e che alcuni di essi, per esempio il ladro di anime, l'amazzone, etc... non abbiano parte nella storia successiva.

Debbo però ammettere e questa forse è l'unica critica, talmente poco sostanziale da far sorridere, che dato questo leggero approfondimento di storia che mi sarebbe piaciuto davvero avere, guardavo la decina di pagine bianche e mi sembrava che mi gridassero: ma perché non hanno sviluppato qualche punto qui? qualche retroscena sul mondo, qualche avvenimento sui personaggi? Very Happy "
_________________
Stefano Andrea Noventa
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
giulio



Registrato: 18-04-2008 12:50
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Mar 22 Apr 2008 09:48    Oggetto: Cita

Come ho scritto nell'altro thread dedicato a "La Gemma del dolore", ho comprato insieme i due volumi della collana.

Se il volume firmato da Donato mi è piaciuto molto e mi piacerebbe trovare nella collana altri titoli dello stesso tenore, devo purtroppo dire che "Domatori di Draghi", invece, non sono riuscito a portarlo a termine...
Forse il problema è solo mio (nel senso che sono ignorante io), però mi è sembrato onesto riportare il mio parere di lettore sui due titoli, nel bene e nel male...

Spero di poter leggere altro di Lanzoni che come autore non conoscevo ma che, da quanto ho trovato in rete, non è agli esordi nel fantasy.

Giulio
Top
Profilo Messaggio privato
un muspeling



Registrato: 31-10-2006 16:47
Messaggi: 809

MessaggioInviato: Mar 22 Apr 2008 10:57    Oggetto: Cita

giulio ha scritto:
Come ho scritto nell'altro thread dedicato a "La Gemma del dolore", ho comprato insieme i due volumi della collana.

Se il volume firmato da Donato mi è piaciuto molto e mi piacerebbe trovare nella collana altri titoli dello stesso tenore, devo purtroppo dire che "Domatori di Draghi", invece, non sono riuscito a portarlo a termine...
Forse il problema è solo mio (nel senso che sono ignorante io), però mi è sembrato onesto riportare il mio parere di lettore sui due titoli, nel bene e nel male...

Spero di poter leggere altro di Lanzoni che come autore non conoscevo ma che, da quanto ho trovato in rete, non è agli esordi nel fantasy.

Giulio


Questione di gusti sicuramente! Very Happy
Pensa che io ho avuto quasi il tuo stesso problema ma alla rovescia! Rolling Eyes
_________________
Le Realt?sono poliedriche

http://med-fantasy.it/
http://blog.libero.it/nelcalderone/
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Nunzio Donato



Registrato: 19-07-2007 14:17
Messaggi: 188
Località: Pieve di Cento (BO)

MessaggioInviato: Mar 22 Apr 2008 12:23    Oggetto: Cita

un muspeling ha scritto:
Questione di gusti sicuramente! Very Happy
Pensa che io ho avuto quasi il tuo stesso problema ma alla rovescia! Rolling Eyes

Se per te non è un problema, mi piacerebbe un parere più elaborato, nel topic del mio libro, sul perché non hai gradito.
Come esordiente puro, sia in termini di pubblicazione che con il genere specifico, ho bisogno di ogni critica per poter crescere e migliorare. E, di sicuro, quelle negative sono uno sprone maggiore a cercare un giusto equilibrio. Wink
_________________
Nulla si crea e nulla si distrugge. Un sacco di cose, però, si perdono. (Massima di McFee)
-----------------------------------------------------------
Un sentiero senza ostacoli, di solito, non porta da nessuna parte. (Osservazione di Defalque)
Top
Profilo Messaggio privato
Franco Forte



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 7070
Località: Milano

MessaggioInviato: Mar 22 Apr 2008 12:25    Oggetto: Cita

giulio ha scritto:
Come ho scritto nell'altro thread dedicato a "La Gemma del dolore", ho comprato insieme i due volumi della collana.

Se il volume firmato da Donato mi è piaciuto molto e mi piacerebbe trovare nella collana altri titoli dello stesso tenore, devo purtroppo dire che "Domatori di Draghi", invece, non sono riuscito a portarlo a termine...
Forse il problema è solo mio (nel senso che sono ignorante io), però mi è sembrato onesto riportare il mio parere di lettore sui due titoli, nel bene e nel male...

Spero di poter leggere altro di Lanzoni che come autore non conoscevo ma che, da quanto ho trovato in rete, non è agli esordi nel fantasy.

Giulio


Spiegaci perché, per cortesia.
Queste sono informazioni preziosissime, per una casa editrice (e per gli autori, naturalmente): il parere dei lettori è fondamentale per far crescere una collana.
Ciao
_________________
Franco Forte
www.franco-forte.it

"Cesare l'immortale" a "La lettura" del TG 5
https://www.youtube.com/watch?v=aRlDtsCgs7s
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Queen



Registrato: 11-02-2005 13:38
Messaggi: 2105
Località: Anagni (Fr)

MessaggioInviato: Mar 22 Apr 2008 15:57    Oggetto: Cita

Franco Forte ha scritto:
...
Queste sono informazioni preziosissime, per una casa editrice (e per gli autori, naturalmente): il parere dei lettori è fondamentale per far crescere una collana.
Ciao

Intervengo nella discussione, vista la richiesta di Franco, perché a me è successa più o meno la stessa cosa di Giulio.
Io però ho letto entrambi i libri.
Mentre quello di Nunzio Donato mi è piaciuto a pelle, l'altro invece l'ho letto con un po' più di difficoltà.
Niente da eccepire: "Domatori di draghi" è scritto molto bene, anzi, credo che abbia una scrittura più matura di quella di Nunzio, però, come qualcun altro degli utenti, anche io ho sentito come se mancasse di qualcosa, come se fosse costretto in un numero definito di battute, e quindi ho trovato troppi personaggi in situazioni troppo brevi, una dietro l'altra, che mi hanno, a volte, reso difficile seguire il filo, contrariamente a "La gemma del dolore" in cui la storia si è snodata con facilità, senza fatica attraverso tutta la sua lunghezza.

Ecco, forse la sensazione giusta è che "La gemma del dolore" l'ho trovata una storia rilassante da leggere; "Domatori di Draghi" invece, mi ha messo quasi in apprensione, come quando mi devo concentrare nello studio, e credo che per una lettura questo non sia l'approccio giusto.

Secondo me, la trama era giusta sicuramente per una storia di più ampio respiro, come ha già detto Stefanoventa.
_________________
Lina Anielli
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Franco Forte



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 7070
Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 24 Apr 2008 11:23    Oggetto: Cita

Bisogna tenere conto della particolarità di questa collana, secondo me davvero unica.

Si tratta di romanzi brevi fantasy (e già questo per qualcuno potrebbe sembrare un'eresia, visto che generalmente si identifica il fantasy con opere mastodontiche, se non addirittura vere e proprie saghe), per di più scritti tutti da autori italiani.

Questo secondo punto è molto importante per comprendere le peculiarità di SDGM (Storie di Draghi, Maghi e Guerrieri): generalmente gli altri editori pubblicano autori stranieri, limitandosi a comprare libri già pubblicati da altri, e traducendoli: nessun lavoro di ricerca fra testi inediti (che significa sceglierne uno buono fra cento mediocri), di lavoro sulle opere ritenute interessanti, di rifinitura finale, di editing generale e così via. Tutte cose che per SDGM sono fondamentali, e che ci impegnano mille volte di più che per una qualsiasi collana di autori stranieri tradotti.

A fronte di questo, pensiamo che proporre comunque dei lavori di italiani, spesso del tutto sconosciuti, sia una forma promozionale per la nostra narrativa non indifferente. Credo, insomma, che stiamo facendo del gran bene agli autori italiani, anche se per il momento i libri escono con pseudonimo (purtroppo, il grande pubblico non è ancora sdoganato sui preconcetti relativi alla narrativa di casa nostra), perché certo non teniamo nascosto chi li scrive e anzi, come possono testimoniare gli autori, li portiamo in giro per presentazioni e facciamo loro il massimo della promozione a scena aperta.

Dopodiché, è ovvio che se avessimo sempre per le mani dei romanzi di Neil Gaiman faremmo molta meno fatica a trovare qualcosa da pubblicare e tutti sarebbero soddisfatti. Nella nostra situazione, invece, dobbiamo trovare un sentiero meglio definito, una direzione da percorrere, e la scelta di pubblicare questi primi due volumi va proprio in questa direzione: vogliamo capire quale fra questi due modi (senz'altro diversi) di scrivere fantasy breve sia più adatto al nostro pubblico.

Quindi, grazie per i vostri pareri e continuate a mandarceli.
Ciao,
Franco
_________________
Franco Forte
www.franco-forte.it

"Cesare l'immortale" a "La lettura" del TG 5
https://www.youtube.com/watch?v=aRlDtsCgs7s
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
BARBAGI



Registrato: 04-11-2006 11:43
Messaggi: 811

MessaggioInviato: Gio 24 Apr 2008 11:57    Oggetto: Cita

Ciao a tutti,
i primi due volumi li ho acquistati e letti d'un fiato, come previsto dallo spirito della collana.
Dopo una piccola difficoltà nelle pagine iniziali, che ho trovato un po' ... pompose (ma non è esattamente il termine che vorrei), poco scorrevoli insomma, tra i due ho preferito "Domatori di draghi" perché mi ha dato più spazio all'immaginazione.
In compenso, i miei figli di 11-12 anni hanno amato maggiormente "La gemma del dolore" che io, pur avendo comunque apprezzato, ho trovato un po' troppo "già letta", cioè con scene e personaggi per me troppo "classici". Della gemma, inoltre, non sono riuscita ad apprezzare la copertina (anche in questo caso i miei figli si), mi ricorda troppo lancio story, tanto che se me la fossi trovata tra le mani in libreria senza conoscerne i retroscena non credo avrei acquistato il libro.
Per entrambi i libri, se posso fare un appuntino, in alcuni punti mi sarei aspettata un editing più accurato.
Concludendo, nell'ottica in cui è stata costruita questa collana, e per il genere di pubblico a cui ci si rivolge, mi pare che i libri proposti vadano proprio bene, nessuna delle mie osservazioni negative è stata condivisa dai miei figli, mentre lo sono state le valutazioni favorevoli e il piacere della loro lettura "veloce".
Ciao
Barbara
Top
Profilo Messaggio privato
Queen



Registrato: 11-02-2005 13:38
Messaggi: 2105
Località: Anagni (Fr)

MessaggioInviato: Gio 24 Apr 2008 12:03    Oggetto: Cita

Concordo con ciò che hai detto, Franco. Laughing
Tra l'altro io che non leggo fantasy normalmente, ho apprezzato molto questa forma breve. Non so infatti se avrei avuto la pazienza di leggere una saga di 1000 pagine...Confused

È chiaro che poi, come tutte le pubblicazioni, ci sono pareri differenti...

Io comunque, a parte il feeling meno spiccato con il numero uno, sono entusiasta della serie Laughing
_________________
Lina Anielli
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a COLLANA FANTASY PER RAGAZZI Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum