WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Atlantide cerca mondi sommersi


Vai a pagina Precedente  1, 2
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Cile



Registrato: 04-09-2007 16:21
Messaggi: 1125
Località: Salerno

MessaggioInviato: Mar 04 Mar 2008 17:18    Oggetto: Cita

Scusate, ecco l'indiizzo e-mail
Ciao
Cinzia
cinzia_leo2006@yahoo.it
Top
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Cile



Registrato: 04-09-2007 16:21
Messaggi: 1125
Località: Salerno

MessaggioInviato: Gio 13 Mar 2008 15:06    Oggetto: Cita

Scusate, rileggendo la sinossi, dopo un pò di tempo, mi accorgo di essere stata troppo vaga... si capisce poco di quello che è il romanzo. scusatemi se riposto... è l'ultima volta.. giuro Embarassed

Sara è sola. E' schiava di una vita che, a un tratto, le è estranea. Assunta in una multinazionale di successo, ha il compito di "ricollocare" il personale. In Italia non si può licenziare ma cambia poco...Vicina a un forte esaurimento nervoso, chiusa in una clinica, scopre una verità assoluta. Il mondo è un grande zoo dove uomini e donne, inconsapevoli, divertono dei diavoli e impietosiscono gli angeli venuti a vederli. Sara ripercorre i diavoli della sua vita e le loro vittime, che le compaiono una sera in sogno, rinchiuse in una gabbia. Solo durante la sua malattia riesce a liberarsi dal senso del dovere e il desiderio di successo fino a licenziarsi da sola.
_________________
Cinzia Leo
Hai mai ascoltato il silenzio del destino quando esplode? (A. Baricco )
Top
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
bukowsky77



Registrato: 08-02-2008 10:40
Messaggi: 88

MessaggioInviato: Sab 30 Ago 2008 18:44    Oggetto: Re: ROMANZO CARNE E ANIMA PER ATLANTIDE Cita

Anonymous ha scritto:
Il romanzo racconta una storia di sesso mascherato da amore, e viceversa, tra un trentacinquenne ed una diciassettenne. Con rispetto parlando, rispetto ad opere che trattano simili temi tipo HO VOGLIA DI TE o il BAR BITURICO, questi personaggi parlano e si comportano come nella realtà, anche perchè tanti episodi sono versioni romanzate di esperienze vissute in prima persona o da conoscenti. In sintesi: lui si finge ricco per avere sesso, si innamorano, si tradiscono, si fanno del male in un carosello continuo di bugie e contraddizoni. Finchè all'ultima riga, quando sembra che la merda come giusto abbia sepolto tutto, si scopre che a vincere il Superenalotto era stata lei, sabrina. E' un libro sulla non assunzione di responsabilità nei sentimenti...


ho il piacere di comunicare che sta per uscire per Edizioni Creativa con il titolo GIOCO DI VOCI Razz
Top
Profilo Messaggio privato
Luscio



Registrato: 04-02-2009 21:49
Messaggi: 80

MessaggioInviato: Mer 01 Apr 2009 22:46    Oggetto: Cita

Il mio lavoro è in fase di costruzione ma sono in una fase abbastanza avanzata e quindi tento di confinarlo in qualche frasetta.

La consapevolezza di esistere e di procedere verso qualcosa d'indefinito è l'unico ago che sappia guidarci verso l'avvenire. Immaginate cosa accadrebbe se qualcuno decidesse di liberarsi dal peso di ogni schema mentale, di ogni struttura ideale che l'uomo ha costruito e rimanesse solo e smarrito, nell'ignoto universo del nulla, dove il tempo, il procedere e ogni genere di divenire si arresta. Lì scoprirebbe qualcosa. Più di qualcosa d'indefinito. Lì avrebbe una risposta che, suo malgrado, non riuscirebbe più ad esprimere.

e-mail: davidegasbarro89@hotmail.com
Top
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
DOM



Registrato: 04-05-2004 15:00
Messaggi: 174
Località: Milano

MessaggioInviato: Ven 31 Lug 2009 11:55    Oggetto: Cita

“Lupanarium errans ~ La leggenda di Augustina Biferna” è il mio primo romanzo. È parte di una saga millennaria un pò “mainstream” (nel senso che abbraccia i generi metastorico, fantasy e erotic horror), che comincia con la fondazione di Roma e si conclude in un universo parallelo, in un futuro remoto, dove l’Impero Romano non è mai tramontato e ha conquistato le stelle.
Personaggio fisso dell’opera è la misteriosa Augustina Biferna, giovane tenutaria di bordello a Pompei, conturbante strega dai capelli rossi che vede e parla con gli Dei, può mutare forma a piacimento ed è molto più di quel che sembra...
In questo primo volume, che non è l’inizio della saga ma una parte intermedia, viene presentata Augustina attraverso le memorie della sua ancella personale Miriam. Alla vigilia dell’eruzione del Vesuvio che sta per distruggere Pompei, Augustina è costretta a uccidere dei nobili locali e a scappare con tutte le sue ragazze in Oriente, grazie all’aiuto di un importante ammiraglio della flotta romana. Qui vivrà impossibili avventure porno/horror che la porteranno a incontrarsi o scontrarsi con vampire, berseker , divinità sumere e addirittura i Grandi Antichi dei Miti di Chthulu (di lovecraftiana memoria), in un continuo errare dall’isola di Cipro al deserto siriano, da Palmira ad Alessandria d’Egitto fino alle coste della verde Irlanda, dove incontrerà il Piccolo Popolo...

domtheblack@yahoo.it
_________________
Domenico Nigro
http://cadelleombre.blogspot.com/
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Diego Di Dio



Registrato: 16-07-2009 12:00
Messaggi: 1078
Località: Procida

MessaggioInviato: Dom 06 Set 2009 16:02    Oggetto: Cita

Franco, scusa l'ignoranza, ma subisco ancora le conseguenze dell'essere un neo-acquisto di questo forum. In una vecchia discussione (ora non ricordo di preciso quale) dicesti che 'Atlantide' di certo non era adatta per pubblicare romanzi thriller, dato che una collana apposita c'era già. E' esatto?

Quale sarebbe la collana apposita? Grazie mille.
_________________
Il mio blog personale: www.dieguitodidio.blogspot.it
Top
Profilo Messaggio privato
Franco Forte



Registrato: 13-01-2003 01:00
Messaggi: 6225
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 07 Set 2009 11:00    Oggetto: Cita

Diego Di Dio ha scritto:
Franco, scusa l'ignoranza, ma subisco ancora le conseguenze dell'essere un neo-acquisto di questo forum. In una vecchia discussione (ora non ricordo di preciso quale) dicesti che 'Atlantide' di certo non era adatta per pubblicare romanzi thriller, dato che una collana apposita c'era già. E' esatto?

Quale sarebbe la collana apposita? Grazie mille.


La collana è "Odissea Mystery", curata da Luigi Pachì, in cui oltre a opere internazionali abbiamo già pubblicato con discreto successo un'opera di autori italiani, "Il risveglio dei Palici".
Ecco i, link sul Delos Store: http://www.delosstore.it/delosbooks/index.php?k=collana&v=26
Ciao
_________________
Franco Forte
www.franco-forte.it

Guarda il video e scopri il protagonista di "Il segno dell'untore"
http://www.youtube.com/watch?v=QHL5itE4cp0
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Diego Di Dio



Registrato: 16-07-2009 12:00
Messaggi: 1078
Località: Procida

MessaggioInviato: Lun 07 Set 2009 13:30    Oggetto: Cita

Grazie infinite. PS Discreto successo? Sad Sad Sad
_________________
Il mio blog personale: www.dieguitodidio.blogspot.it
Top
Profilo Messaggio privato
Gianluca Giannattasio



Registrato: 30-04-2007 19:23
Messaggi: 446
Località: Battipaglia (SA)

MessaggioInviato: Lun 07 Set 2009 13:52    Oggetto: Cita

Pare che sia uno dei più venduti per ora Smile
Top
Profilo Messaggio privato
Diego Di Dio



Registrato: 16-07-2009 12:00
Messaggi: 1078
Località: Procida

MessaggioInviato: Lun 07 Set 2009 15:14    Oggetto: Cita

Franco, per inviare un manoscritto in visione a Luigi Pachì, è sufficiente spedirlo in via cartacea, all'indirizzo tradizionale, scrivendo magari 'Alla cortese attenzione di...", giusto?

Ho un thriller buono buono nel cassetto, e credo che non ci sia nessuna collana della Delos migliore della Mistery, vero? E' questa la procedura per inviarlo in visione?

Anche se, devo ammettere, c'è un pensierino nella mia testa che mi consiglia di spedirlo prima a te e, solo dopo un accurato editing, considerarlo pronto per la pubblicazione. Rolling Eyes
_________________
Il mio blog personale: www.dieguitodidio.blogspot.it
Top
Profilo Messaggio privato
Franco Forte



Registrato: 13-01-2003 01:00
Messaggi: 6225
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun 07 Set 2009 15:34    Oggetto: Cita

Diego Di Dio ha scritto:
Franco, per inviare un manoscritto in visione a Luigi Pachì, è sufficiente spedirlo in via cartacea, all'indirizzo tradizionale, scrivendo magari 'Alla cortese attenzione di...", giusto?

Ho un thriller buono buono nel cassetto, e credo che non ci sia nessuna collana della Delos migliore della Mistery, vero? E' questa la procedura per inviarlo in visione?

Anche se, devo ammettere, c'è un pensierino nella mia testa che mi consiglia di spedirlo prima a te e, solo dopo un accurato editing, considerarlo pronto per la pubblicazione. Rolling Eyes


No, non devi spedirlo a Pachì. Per poter essere valutati per quella collana bisogna partecipare al Premio ThrillerMagazine (guarda qui: www.delosbooks.it/premi).
Perché questo? Perché il solo modo per tenere gli italiani al livello di vendita degli stranieri, è dargli un motivo di pregio, e vincere questo premio lo è senz'altro.
Ciao
_________________
Franco Forte
www.franco-forte.it

Guarda il video e scopri il protagonista di "Il segno dell'untore"
http://www.youtube.com/watch?v=QHL5itE4cp0
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Roberto Fogliardi



Registrato: 11-03-2005 13:26
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Lun 14 Set 2009 12:41    Oggetto: storie provinciali Cita

"Storie provinciali di puttane e puttanieri"
(romanzo breve, circa 174.000 battute)
-----------
Alberto è un neolaureato al suo ingresso nel mondo del lavoro, in una piccola università di provincia.
L'ambiente goliardico dell'università e le frequentazioni accademiche sono il contraltare diurno di una notte spesa raccogliendo prostitute per strada e aspettando le eintreneuse all'uscita dei locali notturni.
Le esperienze di vita, l'alienazione del lavoro, il sesso sempre meno gioioso e sempre più morboso conducono Alberto a scivolare in un vortice di passioni e desideri insoddisfatti.
Il libro ha connotazioni fortemente erotiche e risvolti noir, ma mantiene un certo livello di ironico distacco. La storia è divisa in tre fasi o "atti", intitolati: "Hank è morto" (il momento ludico), "Con un grazie speciale" (le illusioni) e "Umori" (la consapevolezza).
-----------

Saluti,
BobFog

http://www.fogliardi.com
http://www.paoloagaraff.com
http://www.pelagiodafro.com
Top
Profilo Messaggio privato
Diego Di Dio



Registrato: 16-07-2009 12:00
Messaggi: 1078
Località: Procida

MessaggioInviato: Dom 29 Nov 2009 03:09    Oggetto: LA STRAORDINARIA VITA DI JONATHAN GRAY Cita

Romanzo in fase di costruzione abbastanza avanzata (circa 150/160 cartelle previste). Sinossi ridotta ai minimi termini:

Sei personaggi, sei vite, sei storie. Potrebbero sembrare sei racconti sconnessi tra di loro, ognuno capace di vivere di luce propria.
1)Dorian King, lo scrittore. Diventato famoso grazie a un paio di romanzi, ha un segreto da nascondere, che non vuole confessare nemmeno a se stesso. I romanzi non sono propriamente 'suoi'. Ma di chi sono? Nemmeno lui lo sa. Solo che, ogni notte, uno strano personaggio in frack e cilindro viene a parlargi, a vendergli talento, a dettargli storie di succeso in cambio di qualcosa. Che cosa? 2) Osborn Riddell, il teologo. Leggenda vivente della Facoltà di Teologia, ama definirsi il primo teologo ateo della storia. Acuto, coltissimo, altero, snob. Eppure, un giorno, su una panchina di fronte l'università, incotra un vecchietto che lo mette in difficoltà, che vuole dimostrargli che lui si sbaglia, che Dio esiste, e lui ne ha le prove; 3) Russell Smith, il prigioniero. Rinchiuso in una cella, torturato, brutalizzato, interrogato, per due omicidi che non ha commesso. Cosa vogliono da lui? 4)Christopher Wallace, il pittore. Osessionato da un immagine, un quadro, che non lo lascia più dormire, che lo tiene sveglio la notte, e lo assilla durante il giorno. Chi è l'uomo del quadro? 5)Oscar Dubois, l'assassino. Convinto che i suoi vicini di casa lo stiano spiano, e che lo vogliano morto, inizia a organizzare, meticolosamente, il loro assassinio. Ma lo vogliono davvero morto, o Oscar sta impazzendo? 6) Stephen Lander, lo scienzato. Ha scoperto la cura contro il cancro, ne è convinto, stavolta ce l'ha fatta. Ma qualcuno vuole impedirgli di divulgare questa scoperta.
Sei racconti, sei vite, sei personaggi. Potrebbero vivere uno separatamente dall'altro, se non fosse per un particolare che li unisce: ognuno di essi, sogna, vede, immagina, scruta la stessa figura: quella di un uomo a una finestra, una figura scarna e pallida, costretto dietro sbarre di metallo, simili a quelle di una cella.
Chi è l'uomo alla finestra, che unisce tutti e sei i personaggi? E' Jonathan Gray, l'uomo che dà il titolo al romanzo. I personaggi non sono altro che i suoi ricordi, le sue memorie. Scrittore, scienziato, pittore, teologo, assassino e poi prigioniero. Infine, paziente di un ospedale psichiatrico.
Il più grande genio della storia, costretto dietro le sbarre di una stanza dalle pareti imbottite.
_________________
Il mio blog personale: www.dieguitodidio.blogspot.it
Top
Profilo Messaggio privato
Diego Di Dio



Registrato: 16-07-2009 12:00
Messaggi: 1078
Località: Procida

MessaggioInviato: Lun 30 Nov 2009 11:59    Oggetto: Cita

Ho letto tutte le sinossi dei romanzi proposti. Nonchè tutte le schede dei libri pubblicati nella collana Atlantide. A quanto pare, cosa che non avevo appuratamente valutato, il mio romanzo c'entra poco, anzi niente, con le linee della collana. La quale, direttamente o indirettamente, riguarda l'erotico.

Quindi tolgo la mia sinossi dal post, onde evitare che la redazione perda tempo prezioso.
_________________
Il mio blog personale: www.dieguitodidio.blogspot.it
Top
Profilo Messaggio privato
fra66



Registrato: 14-08-2009 23:07
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Sab 23 Gen 2010 17:36    Oggetto: sotto la pelle Cita

L'educazione sentimentale della giovane Camille passa dall'assoluta ingenuità delle intenzioni a una consapevolezza adulta dei propri sentimenti e della propria sessualità, sviscerata in ogni suo aspetto e sensazione. Il cuore del romanzo sta in questa analisi dettagliata e profonda.

L’inizio del racconto è decisamente interessante, vengono infatti presentati ingredienti ricchi di fascino quali l'amore-passione, l'esotismo dei luoghi, che conferiscono al testo un colore piacevole, una grande carica emotiva che si diffonde nella narrazione.

Si svolge attraverso le colonie Francesi dell'inizio '900 e nella stessa Francia.

Camille, Pierre, Jean, incrociano le loro vite in tempi e luoghi differenti.


Richiesta personale per Franco:

secondo il mio punto di vista, il difetto del romanzo sta nel fatto che, a mano a mano che si procede nella lettura la trama passa decisamente in secondo piano per dare spazio quasi esclusivamente all'espressione delle emozioni dell'amore, condito da una buona dose di erotismo molto sensuale.
Questa la mia personale analisi.
Come posso fare per avere una valutazione più competente ed eventualmente, se ci sono le basi, per procedere con un supporto nei punti deboli?

In attesa di risposta

Francesca
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a COLLANA ATLANTIDE Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum