WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Cos'è l'infodump?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Lu Kang



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1202
Località: Qui e ora

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 15:01    Oggetto: Cita

M.T. ha scritto:
Anche il non professionista dice che è sbagliato, perché è una regola grammaticale da sapere se si vuole scrivere; non dice certo che non piace o suona male.


Mettiamola così: hai il raffreddore. Sia io che un medico professionista ti diciamo di prendere un'aspirina. E siamo a posto così.

Poi però ti viene anche la tosse, ti sale la febbre e ti spuntano delle macchioline sulla pelle. A quel punto io ti dico "Boh, potrebbe essere influenza. O un'irritazione".
Tu, che sei intelligente e sai che la mia diagnosi è basata solo sull'esperienza personale, del tutto priva di riscontro teorico e decisamente azzardata, decidi di andare dal medico. Il medico ti visita e ti dice che è morbillo.

Ora, l'uso di "a me mi" è come un raffreddore. Basta un'aspirina, te lo può dire chiunque. L'infodump, invece, è qualcosa di più. Come il morbillo. Hai bisogno di un professionista, che ti spiega causa, sintomi, cure, eccetera eccetera.

Sì, certo, anche io ho avuto il morbillo e ti posso dire qualcosina. Ma tu, che sei intelligente, vai lo stesso dal medico. Che ha studiato, fa quel lavoro da anni e ha visto migliaia di casi come il tuo.

Wink
_________________
"Pensate a leggere e a scrivere, piuttosto." (Redazione WMI)
-
"Write. Don't overthink it. Feel it and let it out on the page." (Joe Lansdale)
-
Tutto ha un motivo. Anche la scelta di utilizzare Lu Kang come pseudonimo.
Top
Profilo Messaggio privato
Marco



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 820
Località: Lugano - Svizzera

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 15:51    Oggetto: Cita

Ma qui si parla di valutazione Smile
Non trascurerei il giudizio di un non professionista, ma dipende da cosa critica: se è un banale errore grammaticale, non bisogna essere dei professionisti per segnalarli. Se si tratta di questioni di comprensione, il giudizio di un non professionista può essere prezioso. Se uno qualunque mi dice che dal mio incipit non si capisce nulla, io ne tengo conto. Certo, non è rappresentativo, ma bisogna pur pensare al lettore. Poi sta a me come autore decidere se e come intervenire per risolvere il problema. Se mi dice che il testo gli piace, sono contento. Se mi dice che è scritto bene, ringrazio ma questo è un giudizio che mi piacerebbe avere da un professionista.
Questo perché dal professionista mi aspetto un giudizio più tecnico, da un non professionista un giudizio basato sul suo apprezzamento.
_________________
Marco Faré
http://settequattro.wordpress.com/
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Lu Kang



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1202
Località: Qui e ora

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 15:54    Oggetto: Cita

Marco ha scritto:

Questo perché dal professionista mi aspetto un giudizio più tecnico, da un non professionista un giudizio basato sul suo apprezzamento.


Appunto, in questo thread si sta parlando di cosa sia l'infodump e come evitarlo. Dunque di tecnica, non di gusto e valutazioni. Smile
_________________
"Pensate a leggere e a scrivere, piuttosto." (Redazione WMI)
-
"Write. Don't overthink it. Feel it and let it out on the page." (Joe Lansdale)
-
Tutto ha un motivo. Anche la scelta di utilizzare Lu Kang come pseudonimo.
Top
Profilo Messaggio privato
M.T.



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 443

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 18:49    Oggetto: Cita

"Professionista: colui che esercita una professione, ovvero un lavoro, un'attività che si svolge stabilmente allo scopo di trarne un guadagno, i mezzi per vivere; per lo più, con restrizione di significato, si dice delle sole attività intellettuali, e in questo caso si contrappone a mestiere."

Quindi il professionista è uno che si fa pagare per fare, in questo caso, il lavoro di editing. Ma questo automaticamente non lo rende un esperto, uno che conosca la materia. Specie in Italia, visto che sono in tanti a scrivere, sono sorti molti di questi professionisti, che si sono improvvisati per sfruttare il sorgere del mercato della scrittura. Professionisti che però non sono esperti (me ne ricordo uno che mi disse che nella scrittura moderna bisogna eliminare completamente i ";" e i ":"; alla domanda del perché di tale scelta, la risposta fu "perché è così che ora si fa". Questa persona di professionista non ha nulla).
Tra i non professionisti si possono trovare persone esperte, che hanno accumulato conoscenza ed esperienza e che senza farsi pagare danno degli aiuti validi sui testi. Sono meno valide di chi non si fa pagare per fare editing e correggere bozze e refusi? Direi di no.
Occorre stare attenti a non cadere nell'errore che, visto che uno si fa pagare, allora per forza deve essere bravo. Non è affatto così automatico.
Ci si accorge se uno è esperto ed è di aiuto rileggendo le correzioni che vengono fatte al testo e accorgendosi delle migliorie a esso apportate.
_________________

Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 345
Località: Varese

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 18:53    Oggetto: Cita

Sono contento che la discussione si stia infiammando. Pur con parole pacate. La cosa non è scontata, perché l'unica volta in cui osai scrivere su un forum ricevetti risposte molto sgarbate.
Comunque in questo periodo sto riflettendo sui miei scritti. Penso che la fantasia ce l'ho, devo solo affinare la tecnica la tecnica espositiva.
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Lu Kang



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1202
Località: Qui e ora

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 19:10    Oggetto: Cita

M.T. ha scritto:

Tra i non professionisti si possono trovare persone esperte, che hanno accumulato conoscenza ed esperienza e che senza farsi pagare danno degli aiuti validi sui testi.
[...]
Occorre stare attenti a non cadere nell'errore che, visto che uno si fa pagare, allora per forza deve essere bravo.


M.T. hai perfettamente ragione, nessuno lo nega. E il discorso che fai vale per qualunque mestiere, professione o che altro, non solo per la scrittura.
Mia madre non è una cuoca, ma i suoi piatti sono decisamente migliori di quelli che ho mangiato in alcuni ristoranti. Wink
Tuttavia - in senso generale - un professionista, o comunque un esperto di un tema, si presume abbia una capacità e una conoscenza superiori in merito all'argomento di cui si parla.

Tornando a Kenji:

Kenji ha scritto:
L'unica volta in cui osai scrivere su un forum ricevetti risposte molto sgarbate.


Eh, ma questo è un forumone, frequentato da brava gente.
A spizzichi e bocconi, magari. Ma come cadi, cadi bene. Qualcuno di bravo (come persona e come scrittore) lo incontrerai sempre. E tu ne hai già incontrato più di uno. Smile

Kenji ha scritto:
Comunque in questo periodo sto riflettendo sui miei scritti.


Ecco, bravo. Non smettere mai di farlo. Smile

Kenji ha scritto:
Penso che la fantasia ce l'ho, devo solo affinare la tecnica espositiva.


Affina, affina. La tecnica è come un coltello, ogni tanto bisogna fargli il filo. Wink

Con l'infodump, tutto a posto? Very Happy
_________________
"Pensate a leggere e a scrivere, piuttosto." (Redazione WMI)
-
"Write. Don't overthink it. Feel it and let it out on the page." (Joe Lansdale)
-
Tutto ha un motivo. Anche la scelta di utilizzare Lu Kang come pseudonimo.
Top
Profilo Messaggio privato
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12552
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 20:30    Oggetto: Cita

A proposito di infodump vi lascio questo link... simpatico sul tema:
http://www.ryo.it/2014/04/15/infodump-se-conosci-eviti/
Il termine forse è stato mutuato anche da una vecchia sindrome(prima qualcuno citava l'esempio del medico) che colpiva i "gastroresecati" ( quelli operati di ulcera gastrica che avevano subito l'asportazione di buona parte dello stomaco). Questi soggetti, avevano la "Dumping syndrome". Una sindrome per cui dopo pochissimo che avevano mangiato(poco, per via della ridotta capacità della stomaco) avevano di nuovo fame. Ciò era dovuto, al salto che compiva il cibo dall'(ex) stomaco al duodeno.
Nell'infodump si verifica qualcosa di simile: un salto di informazioni, che poco hanno a che vedere con la storia, o eccessivamente noiose(pesanti) o che si potrebbero bypassare fino al... duodeno, senza problemi.
Va bene... ho traslato un po' l'esempio, ma per sommi capi, a mio modo di vedere, l'INFO, è proprio questo. Ma come ho detto ieri: Est modus in rebus.
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 345
Località: Varese

MessaggioInviato: Gio 28 Gen 2016 21:12    Oggetto: Cita

Ti ringrazio, Lu Kang. Sto rileggendo il libro di Massai, e quando scrivo sono più critico. Mi pongo sempre la domanda: è utile o no? Il romanzo che sto revisionando per il premio Odissea sta subendo dei tagli.
Jpaulverlain, quell'articolo l'ho letto quando mi sono chiesto cosa fosse l'infodump. Sì, spiega qualcosa, ma il libro di Massai è più articolato e ci sono più esempi.
Diciamo, infine, che sapere dell'infodump mi ha aperto gli occhi. Dal 2010 al 2015 ho lavorato su un romanzo mostruoso. Sette milioni di battute. E' infarcito di infodump. Diciamo che questo romanzo lo uso come base per molti altri romanzi, ambientati nello stesso universo.
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12552
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Ven 29 Gen 2016 00:19    Oggetto: Cita

Kenji ha scritto:
Ti ringrazio, Lu Kang. Sto rileggendo il libro di Massai, e quando scrivo sono più critico. Mi pongo sempre la domanda: è utile o no? Il romanzo che sto revisionando per il premio Odissea sta subendo dei tagli.
Jpaulverlain, quell'articolo l'ho letto quando mi sono chiesto cosa fosse l'infodump. Sì, spiega qualcosa, ma il libro di Massai è più articolato e ci sono più esempi.
Diciamo, infine, che sapere dell'infodump mi ha aperto gli occhi. Dal 2010 al 2015 ho lavorato su un romanzo mostruoso. Sette milioni di battute. E' infarcito di infodump. Diciamo che questo romanzo lo uso come base per molti altri romanzi, ambientati nello stesso universo.

@Sicuramente il testo di Marco Ph è più completo ma vi ho proposto il link come riassunto breve sull'INFO.
Una sola cosa desidero raccomandarti: non avere troppa paura dell'INFO, col rischio che tu possa evitare alcune descrizioni di persone o paesaggi o altro. Il sistema migliore è quello del "cacciatore" : la selvaggina(il tuo scritto) dopo averla catturata, lasciala frollare per almeno una settimana, scordandoti del tutto di essa. Poi la riprensdi e ti accorgerai di rileggerla con occhi nuovi. E NON innamorarti MAI di quanto scrivi: sapere che dovrai tagliare parte di quanto hai scritto, ti metterà in crisi.
Buon lavoro.
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 345
Località: Varese

MessaggioInviato: Ven 29 Gen 2016 01:19    Oggetto: Cita

Mi sembra un buon consiglio. Grazie!
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9443
Località: Napoli

MessaggioInviato: Ven 29 Gen 2016 18:00    Oggetto: Cita

La verità è tutta da scoprire. Uno famoso che decide di scrivere, sulle prime avrà di sicuro molto successo, salve poi questo scemi alla prova dei fatti. Uno sconosciuto dovrà sudare le famose sette camice prima di emergere, ciò non toglie che sia possibile anche al primo colpo. Sul fatto di stare attento a chi ti critica, se un professionista o una persona qualsiasi, be' la verità è che un professionista ha anni di gavetta alle spalle, in cui ha imparato il mestiere di scrivere e anche di editare, uno sconosciuto potrà essere un buon lettore ma non ha questo bagaglio culturale e di prova sul campo. Ciò non vuol dire che uno sconosciuto non possa farti notare errori, grammaticali e di forma, se conosce bene la lingua scritta e ha letto tantissimo qualcosa dentro gli è rimasto di sicuro. Ai concorsi in cui a giudicare siano gli stessi scrittori che vi partecipano si spera che i risultati siano equi ma non è detto, così come non è detto che tutti i partecipanti abbiano lo stesso bagaglio di esperienza, conoscenza della lingua e della letteratura da poter essere giusti critici. Alla conta dei fatti, comunque, anche il professionista si troverà a dover fare delle scelte spesso condizionate dal proprio gusto e modo di scrivere. Io ti consiglio di leggere tanto, di qualunque genere, di ascoltare le critiche da qualunque parte provengano e di cercare di capire quali possano essere più giuste e valide per te, consultare libri che aiutino a scrivere meglio ma non facendone bibbie, quanto, piuttosto, supporti al proprio talento. Il talento non deve mancare, così come la fortuna, ma entrambi vanno alimentati con tenacia ed esercizio. Scrivere tantissimo aiuta a non commettere sempre gli stessi errori, ad affinare la capacità di trovare soluzioni sempre nuove ed efficaci, ad avere maggiore prontezza per accorgersi che qualcosa non va in quanto si sta scrivendo, aiuta anche a fare delle migliori revisioni. Lo stesso si può dire del leggere. I corsi di scrittura possono essere molto utili, con le spiegazioni più varie che ne puoi ricavare e con il confronto con gli altri partecipanti al corso e con il "maestro", però ce ne sono davvero tanti che sono scadenti. Fidarsi di quelli che presentano un "maestro" di comprovata capacità come scrittore è già un buon metodo di discernimento. Franco Forte, giusto per parlare del "padrone di casa, ha una carriera alle spalle di circa 40 anni, dove ha attraversato ogni campo dell'editoria, dallo scrittore, al correttore di bozze, dall'occuparsi dell'editing alla fase commerciale dell'editore, così anche nel campo della sceneggiatura, del giornalista, eccetera. Io di lui mi fiderei a occhi chiusi. Se trovi qualcuno che abbia un'esperienza simile o che perlomeno gli si avvicini, allora sei già sulla buona strada per il seguire un corso da cui imparerai tantissimo. Il resto, e non è poco, sta tutto in te, in quello che vuoi veramente e quanto impegno ci metterai per raggiungerlo. Canestrini per il tuo futuro di scrittore, se è veramente quello che vuoi fare.
Salvatore Stefanelli
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 345
Località: Varese

MessaggioInviato: Sab 30 Gen 2016 00:20    Oggetto: Cita

Ciao Salvatore! E' da un po' che non ti vedevo scrivere sul forum. Pensavo giusto a te. Ti dò ragione: devo dare retta ai consigli che ritengo giusti e seguire corsi buoni.
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 345
Località: Varese

MessaggioInviato: Dom 31 Gen 2016 04:13    Oggetto: Cita

Nel mio ultimo romanzo, i miei personaggi entrano in una sala. Essa è grande, illuminata e alle pareti ci sono scolpite delle gargolle.
Perché questa descrizione: grande per indicare che ci può essere molta gente, e infatti ce n'è.
Illuminata perché è nelle viscere di un castello, quindi ci dev'essere per forza l'illuminazione.
Gargolle perché, in un secondo tempo, dalle loro bocche usciranno dei getti d'acqua.
La descrizione è infodump? Non credo: gli elementi descritti sono utili.
Ditemi la vostra.
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9443
Località: Napoli

MessaggioInviato: Dom 31 Gen 2016 10:22    Oggetto: Cita

La gran quantità di persone presenti si muoveva con una certa libertà, le ombre si rischiaravano alla luce calda dei candelabri, qualcuno si attardava ad ammirare i tratti delle gargolle

Vidi tutte quelle persone muoversi avanti e indietro per l'enorme sala, alcuni nascondersi nei pochi luoghi dove la luce non arrivava. Accarezzai le fattezze di una gargolle, ammirandone la bellezza, e molte altre si affacciavano nella sala

Non sapendo come ti muovi nella storia ho abbozzato due possibili e semplicistiche forme per dire quanto hai esposto. Non sono certo le forme migliori, ma era solo per farti notare che le possibilità sono quasi infinite, a te scegliere la migliore. Non penso, però, che dire "La sala era grande, illuminate e c'erano le gargolle" sia il modo migliore. Smile
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12552
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Dom 31 Gen 2016 11:34    Oggetto: Cita

Le risposte di Paolino e Salvatore sono molto esaurienti e mi ci associo.
Ogni descrizione va fatta in funzione della storia. Leggi e rileggi quanto scrivi e troverai da te le risposte. E' funzionale alla storia parlare delle gargolle? L'illuminazione serve alla trama? L'ampiezza dell'ambiente è solo una descrizione tolta la quale la storia vive bene lo stesso?
Rispondi da te a queste domande e troverai la giusta strada.
E ti ripeto: NON innamorarti mai di ciò che scrivi, ma sii disposto a sacrificare anche momenti di alta prosa se questa è SOLO fine a se stessa.
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Scrivere racconti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 7 di 9

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum