WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Cambiano i tempi e le storie...


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Simexxx



Registrato: 07-09-2004 10:13
Messaggi: 38
Località: Venezia

MessaggioInviato: Gio 08 Set 2005 11:37    Oggetto: Cambiano i tempi e le storie... Cita

...come si riesce a restare on-the-air, se nessuno si prende la briga di spiegare nulla?

Ho mandato alcune sceneggiature alla Disney, e la risposta che ho ricevuto è stata "non vanno bene".
OK, dico io, è un mondo nuovo per me, non conosco le regole che lo governano, e soprattutto se posso imparare qualcosa ben venga!

Come prima cosa mi si chiede se leggo i loro fumetti (solo da 30 anni...).
Nella mia storia Topolino ha a che vedere con un vagabondo sbadato e simpatico. Mi si dice che nelle storie di Topolino non ci devono essere vagabondi, perchè non è educativo per i bambini.

Vero.
Se c'è una "Bibbia dello sceneggiatore Disney", vi prego di farmela avere, perchè io mi baso su quello che leggo (conosco i personaggi a sufficienza, direi), e di vagabondi nelle storie di Topolino ce ne sono sempre stati una marea!

Si va quindi verso una più attenta pubblicazione? Pochi mesi fa è stato pubblicato un volume che narra le origini di Paperinik. In un episodio Paperino raccoglie un cucciolo abbandonato e LO LANCIA DALL'ALTRA PARTE DELLA STRADA!
Ma va bene.
Qualcuno si ricorda le fughe delle Giovani Marmotte sul rifugio Anti-Zio, per sfuggire da un Paperino armato di battipanni?
Quanti di voi sono cresciuti male, perseguitati da queste immagini?
Le storie cambiano, ok.
Ma se le politiche editoriali di una casa editrice restano esclusiva degli sceneggiatori di serie, automaticamente ci continueranno ad essere sceneggiatori sfigati come me che scrivono e scrivono su argomenti "fuori moda".

Mi manca tanto il rifugio Anti-zio.

Ed è stata tale la delusione su contenuti e toni delle risposte (per lo più striminzite, quasi fossi uno scocciatore da allontanare) che ora non leggo più nemmeno il fumetto.
Top
Profilo Messaggio privato
Emanuela Zini



Registrato: 16-09-2003 00:00
Messaggi: 714
Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 08 Set 2005 11:40    Oggetto: Cita

So che alla Disney c'è un'attenzione pazzesca a queste cose.
Perché non ti rivolgi alla Scuola Disney?
So che è un'ottima scuola, e da lì penso che ti si possano aprire molte porte in quell'ambiente.
Non te la prendere con tutta la Disney, cerca di capire che riceveranno un sacco di proposte e continua a leggerli! Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Lynx



Registrato: 22-08-2005 17:19
Messaggi: 99
Località: Lecce

MessaggioInviato: Ven 09 Set 2005 12:19    Oggetto: Cita

Da quanto ne so, poiché conosco dei disegnatori, entrare nell'Accademia Italiana Disney non è poi così facile (almeno per i fumettisti)!!! Comunque, mi sembra di capire che Adadago scrive proprio per la Disney. potresi farti dare qualche consiglio mirato da lui, Simexxx!!! Wink
Non so qual'è il genere che prediligi (mi sembra di capire il fumetto per ragazzi e in stile cartoonistico o umoristico però), ma so che ci sono testate "giovani" (intendo editorialmente), che cercano soggettisti e sceneggiatori. Perchè non provi?
Immagino che tu abbia anche già fatto un "giretto" per le varie fiere. Come è andata in quei casi? In genere incontrando le case editrici personalmente, sono un po' più disponibili a dare consigli a chi si proprone!!!! Smile
_________________
Ilaria
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Lun 19 Set 2005 15:37    Oggetto: Cita

DO e DON'T Disney!

ciao a tutti, è vero... esistono molte cose che nelle storie Disney non vengono (più) inseriti. Temi forti come il vagabondaggio o il classico inseguimento di Zio Paperino armato di pattitappeto, ma i tempi cambiano, come avete detto prima... e cambiano di continuo. Da anni il marchio Disney viene considerato il marchio di qualità per tutto quello che riguarda il bambino, quindi potete immaginare l'attenzione che rivolgono su tutti i propri prodotti.

piccola chicca: quando una delle WITCH, Cornelia per la precisione, in un albo si rifiuta di mangiare i broccoli, alla redazione e presso i stand Disney furono assaliti da mamme infuriate perchè le proprie figlie non mangiavano verdura perche nemmeno Cornelia le mangiava.

per diventere sceneggiatori Disney, bisogna frequentare l'Accademia Disney... e confermo le parole di Ilaria, non è cosa facile.

perciò, se Franco Forte mi permette una piccola variazione al proprio motto, io vi consiglio di Leggere, leggere e leggere...Topolino.
Top
Profilo Messaggio privato
Fabrizio.Casu



Registrato: 18-04-2005 12:37
Messaggi: 47

MessaggioInviato: Mar 20 Set 2005 08:57    Oggetto: Cita

E' curioso, ma proprio l'altra sera parlavo con un amico che ha fatto l'Accademia Disney come sceneggiatore e mi parlava delle difficoltà pazzesche nel creare una storia che venga accettata. Di un sacco di regole (alcune comprensibili tipo "Niente armi in mano agli eroi", altre un pò strane tipo: "La gente non mangia pollo. Al massimo una minestra o una pappetta irriconoscibile") e di tanti cambiamenti rispetto a quando ero piccolo io, su tutti che Pippo non dice più "Gosh!" perché era lo slang per "My God" e non si può usare.
Di certo non deve essere facile, io dopo la ventesima regola un pò comprendo la difficoltà di lavorare in un ambiente così restrittivo. Ma potrebbe essere anche una bella sfida. Wink

Fabrizio
Top
Profilo Messaggio privato
coca



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 6998
Località: messina

MessaggioInviato: Mar 20 Set 2005 09:30    Oggetto: Cita

sarà perché ho letto tutti quei paperini sregolati che son venuta su storta? Embarassed Scherzo...accipicchia che difficoltà...incredibile, e poi in giro ci sono telegiornali e film che costringono mia figlia a girare gli occhi da un'altra parte...Davvero, si autocensura davanti a certe immagini che la mettono istintivamente a disagio. Che stupido mondo questo...in bocca al lupo.
_________________
cinzia pierangelini
http://cochina63.splinder.com
http://digilander.libero.it/Tracciatori


cogito ergo sum
Top
Profilo Messaggio privato Yahoo Messenger
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Mar 20 Set 2005 17:32    Oggetto: Cita

ciao a tutti...

lavorare alla disney è difficile, vero! ma non perchè l'ambiente è ristrettivo... ma semplicemente perchè abbiamo a che fare con bambini.

non voglio fare una polemica ma...

Molte mamme lasciano il proprio bambino ore davanti alla TV (educatrice:( ) senza nessun controllo...
mentre magari (come fanno altre) sarebbe meglio lasciarli in mano un prodotto sicuro (forse troppo sicuro) come i prodotti Disney dove temi forti vengono previntivamente tagliati/censurati.

inoltre oggi ogni bambino si ritrova ad affrontare:
- la scuola
- i rientri a scuola
- il calcio, il karate, il tennis, nuoto o quant'altro
- lezioni di pianoforte o danza
- la playstation
- i COMPITI
- gli amici...........io mi sono già esaurito solo a pensarci!

magari in un attimo di pausa lo vediamo con Topolino (il settimanale) in mano che sorride alle nostre storie divertenti... e magari in quel momento si ricorda che dopotutto è un bambino!

ciao
Top
Profilo Messaggio privato
coca



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 6998
Località: messina

MessaggioInviato: Mar 20 Set 2005 18:17    Oggetto: Cita

e io sostenitrice sono...io però, mia figlia non li legge! Embarassed
_________________
cinzia pierangelini
http://cochina63.splinder.com
http://digilander.libero.it/Tracciatori


cogito ergo sum
Top
Profilo Messaggio privato Yahoo Messenger
Simexxx



Registrato: 07-09-2004 10:13
Messaggi: 38
Località: Venezia

MessaggioInviato: Mer 21 Set 2005 12:13    Oggetto: Cita

Va bene ed è giusto che una casa Editrice con prodotti mirati (ma non di esclusiva) all'infanzia abbia un atteggiamento protettivo e anche di censura.
O meglio: io la censura non la accetto molto volentieri, ma se fa parte della linea editoriale di una casa editrice o la accetti o fai a meno e cambi strada.
Io accetterei anche la censura per poter scrivere!
Quello che mi dispiace è essere stato trattato con sufficienza.
Quello che mi ferisce è provare adesso il sentimento (che riconosco anche per averlo letto sulla WMI) di chi non si sente compreso, di chi è sicuro di aver fatto un buon lavoro mentre magari ha scritto delle sciocchezze.
Chi può dare indicazioni ad un sceneggiatore in erba, se non la casa editrice?
Frequentare l'Accademia Disney sarebbe un'ottima cosa... se non abitassi a Venezia!

Poverino me... Miserino me...
Wink
Top
Profilo Messaggio privato
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Gio 22 Set 2005 11:49    Oggetto: Cita

caro Simexxx
io sono della provincia di frosinone... basso lazio! e con me frequentavano due ragazzi di salerno... povero te!?
se veramente vuoi qualcosa lotti fino ad averla.... io ero "più"fortunato" dei miei due amici che facevano avanti e indietro con il treno (immaginati quante ore di viaggio). io avevo trovato un posto letto tra universitari e lavoravo come grafico...

per avere delle risposte poi bisogna avere un po di pazienza... anche in questo ambiente le richieste sono tante... rispondere a tutti è al limite dell'impossibile.

consiglio: muoviti nelle fiere.

ciao
Top
Profilo Messaggio privato
Simexxx



Registrato: 07-09-2004 10:13
Messaggi: 38
Località: Venezia

MessaggioInviato: Gio 22 Set 2005 15:52    Oggetto: Cita

???
Cosa signifca "muoviti nelle ferie"???
Il corso dura 9 mesi, nel quale sono previsti 2 giorni alla settimana di incontro (questo è quanto scritto sul sito), con frequenza obbligatoria.

Mi stai consigliando di prendere 2 giorni di ferie alla settimana per 9 mesi???
O di lasciare il mio lavoro???
Non posso permettermi di non lavorare per tutto quel tempo. Fossi precario non ci sarebbero problemi, precario a Venezia, precario a Milano, ma ho un posto di lavoro che richiede delle responsabilità, e che prendo con serietà.

In definitiva non mi sembra un grande consiglio... sarebbe bellissimo se l'Accademia tenesse anche un corso on-line!

Messa così mi sembra un'opportunanità che non potrò mai cogliere. E mi dispiace un casino! Ho apprezzato moltissimo anche l'aver notato che la quota di iscrizione è davvero bassa, segno che non è nell'Accademia il vero Business, ma nel formare i futuri talenti.

Quindi il problema restra sempre lo stesso: COME FACCIO A METTERMI ALLA PROVA???


Help me!
Giorgio
Top
Profilo Messaggio privato
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Gio 22 Set 2005 18:21    Oggetto: Cita

intendevo muoviti tra le fiere di fumetti...lucca, milano, torino
Top
Profilo Messaggio privato
Simexxx



Registrato: 07-09-2004 10:13
Messaggi: 38
Località: Venezia

MessaggioInviato: Ven 23 Set 2005 09:22    Oggetto: Cita

Cacchio, questo argomento mi sta facendo diventare cieco e dislessico!
Top
Profilo Messaggio privato
Lynx



Registrato: 22-08-2005 17:19
Messaggi: 99
Località: Lecce

MessaggioInviato: Ven 23 Set 2005 15:41    Oggetto: Cita

Giorgioooo! Prenota subito per Lucca!!!! Approfitta del ponte del 1 novembre. Parla di persona con le case editrici fumettistiche!!!! Very Happy Wink
Lucca Comics è un'ottima occasione!!!!
_________________
Ilaria
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Mar 27 Set 2005 12:46    Oggetto: Cita

Lynx ha scritto:
Giorgioooo! Prenota subito per Lucca!!!! Approfitta del ponte del 1 novembre. Parla di persona con le case editrici fumettistiche!!!! Very Happy Wink
Lucca Comics è un'ottima occasione!!!!


esatto!
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Scrivere per i fumetti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum