WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


SCRIVERE NARRATIVA 2: IL PUNTO DI VISTA


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 346
Località: Varese

MessaggioInviato: Mer 20 Lug 2016 15:39    Oggetto: Cita

Okay, ragazzi. Ora tutto mi è più chiaro. Non c'è che dire: vi ringrazio!
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12554
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Mer 20 Lug 2016 18:14    Oggetto: Cita

Queste domande, e le illuminanti risposte, sono utilissime perché rinfrescano un po' il bagaglio teorico anche di scrittori "scafati".
E' un piacere leggere le acute osservazioni di ognuno.
Grazie.
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 346
Località: Varese

MessaggioInviato: Mer 20 Lug 2016 21:31    Oggetto: Cita

jpaulverlain ha scritto:
Queste domande, e le illuminanti risposte, sono utilissime perché rinfrescano un po' il bagaglio teorico anche di scrittori "scafati".
E' un piacere leggere le acute osservazioni di ognuno.
Grazie.


Felice delle tue parole!
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
supergum



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 102

MessaggioInviato: Gio 21 Lug 2016 09:24    Oggetto: Cita

Grazie 1000 Antonino, ho riletto il tuo articolo e ora è molto più chiaro. Credo che dovrò rileggere anche il manuale di Marco a questo punto Very Happy

Buona giornata a tutti.
_________________
Nessun tramonto sul mare, scogliera a picco o lussureggiante foresta potrà mai eguagliare la maestosa bellezza di un bonifico in entrata.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12554
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Gio 21 Lug 2016 18:02    Oggetto: Cita

Kenji ha scritto:
jpaulverlain ha scritto:
Queste domande, e le illuminanti risposte, sono utilissime perché rinfrescano un po' il bagaglio teorico anche di scrittori "scafati".
E' un piacere leggere le acute osservazioni di ognuno.
Grazie.


Felice delle tue parole!

@ E' un piacere per me. Questi interventi vivacizzano e rinfrescano il forum.
Nessuno di noi si creda già arrivato! La strada della buona scrittura è tutta in salita e "only the brave" e only the students Embarassed
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 346
Località: Varese

MessaggioInviato: Mer 27 Lug 2016 00:48    Oggetto: Cita

Ho finito il quarto capitolo. Un po' ostico, anche un po' noioso vista la nomenclatura ampia (senza offesa). Prima di leggerlo, mi dicevo che fare tutto in prima persona sarebbe più semplice. Poi leggo che Vizzini dice che così i momenti d'azione sarebbero di meno. Be', l'estate scorsa ho scritto cinque romanzi brevi (spy story fantasy) e di azione ce n'era parecchia. Comunque, la prima persona la uso poco. Vediamo poi i prossimi tre capitoli. Mi piacerebbe imparare!
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 346
Località: Varese

MessaggioInviato: Sab 30 Lug 2016 12:58    Oggetto: Cita

Ho una curiosità... più una domanda, ecco. Marco Philip Massai ha detto che quando era alle superiori, i suoi compagni lo chiamavano per cognome. Quindi è giusto scrivere il cognome del protagonista, se si ha il suo PdV. Ad esempio: "Mario disse..." si può fare "Rossi fece..." o anche "Mario Rossi dichiarò...". Molto bene. Ma ammettiamo che Mario Rossi sia un insegnante di superiori, sarà sbagliato nominarlo con la sua qualifica, ossia professore o prof? A scuola gli insegnanti non sono chiamati per nome dagli studenti, quindi se è giusto nominare il protagonista per cognome, secondo me è parimenti giusto nominarlo con il nome del suo mestiere. Sbaglio? L'idea mi è venuta perché sto scrivendo un romanzo il cui protagonista è un centurione. I suoi superiori possono chiamarlo "centurione", quindi invece di dire, esempio: "Giulio disse..." o "Caio fece...", tenendo conto delle parole di Marco potrei scrivere: "Il centurione dichiarò...". E' sbagliato?
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Marco



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 820
Località: Lugano - Svizzera

MessaggioInviato: Dom 31 Lug 2016 00:12    Oggetto: Cita

Immagino che si possa o ci si debba adattare alla situazione. Se Mario Rossi sta interagendo con i suoi allievi, allora puoi indicarlo come "il professore". Se sta parlando con sua moglie, dire "allora il professore rispose" mi pare stonato. È vero che il punto di vista è sempre il suo, ma gli interlocutori cambiano.
Mi interessa sentire la risposta degli esperti.
_________________
Marco Faré
http://settequattro.wordpress.com/
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Antonino Fazio



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 7566

MessaggioInviato: Dom 31 Lug 2016 10:27    Oggetto: Cita

L'uso del PdV di un personaggio implica che si rimanga il più possibile vicini alla mente del personaggio, che andrà nominato nel modo in cui lui si riferisce a se stesso. Siccome qualunque riferimento, compreso il nome, ha una valenza sociale, ciò equivale a dire che il personaggio va indicato nel modo in cui lui si presenterebbe agli altri. Perciò nome e cognome vanno bene. Anche alcune qualifiche vanno bene, se sono quelle che verrebbero usate in una presentazione. Se io mi presento, a seconda del contesto, come Lucio, Rossi, Lucio Rossi, oppure il dottor Rossi, in teoria tutti questi modi sono legittimi in quel contesto.
Quello che conta, in definitiva, è l'autoriferimento. Ciò vuol dire che, ad esempio, riferirsi a un personaggio come "il dottor Rossi" significa che quel personaggio pensa a se stesso come un dottore, cioè si identifica con la sua qualifica o funzione di medico.
Tuttavia, dire "il dottor Rossi" o dire "il dottore" non è la stessa cosa. La qualifica senza il nome è il modo in cui il personaggio verrebbe identificato da altri. Allo stesso modo, nell'esempio, "il professore" è il modo in cui lo pensano gli allievi. Che qualcuno pensi a se stesso come "il dottore" o "il professore" implica che questa qualifica venga intessa come caratterizzante in maniera forte.
Ciò detto, la cosa migliore (pur cercando di evitare le ripetizioni) è di nominare un personaggio sempre allo stesso modo: il nome, il cognome, un nomignolo, supponendo che quello sia il modo principale in cui lui pensa a se stesso.
Un esempio tipico è il personaggio di Ian Fleming. Lui si presenta come "Bond, James Bond" e Fleming lo nomina sempre come "Bond". "James" lo chiama la segretaria, "007" lo chiama il suo capo, altri possono riferirsi a lui come a "un agente segreto del MI6".
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Kenji



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 346
Località: Varese

MessaggioInviato: Dom 31 Lug 2016 13:25    Oggetto: Cita

Antonino Fazio ha scritto:
L'uso del PdV di un personaggio implica che si rimanga il più possibile vicini alla mente del personaggio, che andrà nominato nel modo in cui lui si riferisce a se stesso. Siccome qualunque riferimento, compreso il nome, ha una valenza sociale, ciò equivale a dire che il personaggio va indicato nel modo in cui lui si presenterebbe agli altri. Perciò nome e cognome vanno bene. Anche alcune qualifiche vanno bene, se sono quelle che verrebbero usate in una presentazione. Se io mi presento, a seconda del contesto, come Lucio, Rossi, Lucio Rossi, oppure il dottor Rossi, in teoria tutti questi modi sono legittimi in quel contesto.
Quello che conta, in definitiva, è l'autoriferimento. Ciò vuol dire che, ad esempio, riferirsi a un personaggio come "il dottor Rossi" significa che quel personaggio pensa a se stesso come un dottore, cioè si identifica con la sua qualifica o funzione di medico.
Tuttavia, dire "il dottor Rossi" o dire "il dottore" non è la stessa cosa. La qualifica senza il nome è il modo in cui il personaggio verrebbe identificato da altri. Allo stesso modo, nell'esempio, "il professore" è il modo in cui lo pensano gli allievi. Che qualcuno pensi a se stesso come "il dottore" o "il professore" implica che questa qualifica venga intessa come caratterizzante in maniera forte.
Ciò detto, la cosa migliore (pur cercando di evitare le ripetizioni) è di nominare un personaggio sempre allo stesso modo: il nome, il cognome, un nomignolo, supponendo che quello sia il modo principale in cui lui pensa a se stesso.
Un esempio tipico è il personaggio di Ian Fleming. Lui si presenta come "Bond, James Bond" e Fleming lo nomina sempre come "Bond". "James" lo chiama la segretaria, "007" lo chiama il suo capo, altri possono riferirsi a lui come a "un agente segreto del MI6".


Okay, come non detto. Non cambia nulla, se non che mi sono schiarito le idee. Comunque è interessante quel che dici, Antonino.
_________________
Il serpente che si morde la coda, collana Imperium, Delos Digital
Il grande attacco, collana History Crime, Delos Digital
Dare vita, dare morte, collana Imperium, Delos Digital
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a SCUOLA DI SCRITTURA Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum