WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Una libraia di Arezzo


Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
luceallievi



Registrato: 21-01-2014 12:13
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Ven 31 Gen 2014 14:59    Oggetto: Una libraia di Arezzo Cita

In un altro forum, mi capita ogni tanto di discutere con una tizia che gestisce una libreria in quel di Arezzo.
La tizia, mentre si discuteva delle raccolte di racconti "365 ..." pubblicate da DELOS, se n'è uscita con frasi del genere:

"vendo anche romanzetti "erotici" di infima classe"

"la mia è una libreria normale che ha, purtroppo, anche dei libri di merda
che dovrebbero essere erotici/porno e che sono veramente uno schiaffo alla lettura
libri orridi che vengono pure venduti e che serviranno a confondere ancora di più orde di adolescenti che del sesso e dei sentimenti capiscono poco e niente
ma si sa, c'è gente che ci specula su questo, rovinando povere menti già di suo sciupate da tv e media
per poter dire di aver pubblicato un racconto..."


Ora non dico che voi, come casa editrice, dobbiate sottoporre i vostri clienti a un test di intelligenza, ma credo che un po' più di accortezza ci vorrebbe ...
Top
Profilo Messaggio privato
Marco Writer



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 3786
Località: Provincia di Ferrara

MessaggioInviato: Ven 31 Gen 2014 21:26    Oggetto: Cita

Ciao. Scusa, ma non capisco dove sia il problema. Il mio parere personale al riguardo è semplice: se li vende è perché probabilmente sa che sono libri di valore, e se ne parla in questo modo, e peraltro in un forum, è forse perché vuole attirare l'attenzione. Se invece non lo reputa di valore, ma le fa comodo tenerlo lo stesso perché ci guadagna, allora, consentimelo, questa è incorenza. Ma comunque il mondo è bello perché è vario e ciascuno può pensarla come meglio crede, ma finché ci saranno persone che giudicano con superficialità senza cercare di capire a fondo una cosa prima di giudicarla, il mondo non migliorerà mai. E questo è un discorso che vale per tutto, e non solo per i libri. Io, che alle selezioni per le 365 partecipo, mi sto rendendo conto che dietro a ogni libro che viene sfornato c'è un immenso lavoro, fatto di tanta qualità, e non sarà di certo questo commento a farmi cambiare idea. Ecco, io la vedo così. Ciao, e buona serata Very Happy
_________________
Marco Canella

https://www.facebook.com/marco.canella.writer

https://twitter.com/marcocanella79
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Ven 31 Gen 2014 21:51    Oggetto: Re: Una libraia di Arezzo Cita

luceallievi ha scritto:
In un altro forum, mi capita ogni tanto di discutere con una tizia che gestisce una libreria in quel di Arezzo.
La tizia, mentre si discuteva delle raccolte di racconti "365 ..." pubblicate da DELOS, se n'è uscita con frasi del genere:

"vendo anche romanzetti "erotici" di infima classe"

"la mia è una libreria normale che ha, purtroppo, anche dei libri di merda
che dovrebbero essere erotici/porno e che sono veramente uno schiaffo alla lettura
libri orridi che vengono pure venduti e che serviranno a confondere ancora di più orde di adolescenti che del sesso e dei sentimenti capiscono poco e niente
ma si sa, c'è gente che ci specula su questo, rovinando povere menti già di suo sciupate da tv e media
per poter dire di aver pubblicato un racconto..."


Ora non dico che voi, come casa editrice, dobbiate sottoporre i vostri clienti a un test di intelligenza, ma credo che un po' più di accortezza ci vorrebbe ...


Ma di che cosa stai parlando? Non riusciamo a capire, davvero.
Noi non pubblichiamo "romanzetti erotici di infima classe", come dice la signora.
Che cosa c'entrano le 365 con i libri erotici che la signora vende anche se non vorrebbe farlo (certo la "merda", come la chiama, le fa schifo, ma non esita a sporcarsi le mai per venderla e guadagnare la sua sporca parte, ci pare...)?
Non riusciamo a capire.
E poi cosa c'entra il "test di intelligenza" ai nostri "clienti"? Intendi ai librai? Ma dovremmo "avere accortezza" a... fare cosa?
Perdonaci ma il tuo discorso è davvero molto confuso e poco comprensibile.
_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
Irene Vanni



Registrato: 18-08-2005 15:49
Messaggi: 5220
Località: Pontedera (PI)

MessaggioInviato: Ven 31 Gen 2014 22:31    Oggetto: Cita

Si occupa di libri. Frequenta forum. Ce l'ha a morte con Delos.
Tre indizi fanno una prova.
E' stata sicuramente scartata a qualche selezione! Laughing
_________________
www.facebook.com/pages/Irene-Vanni/137195933004814
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
luceallievi



Registrato: 21-01-2014 12:13
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Sab 01 Feb 2014 09:48    Oggetto: Re: Una libraia di Arezzo Cita

Redazione WMI ha scritto:
luceallievi ha scritto:
In un altro forum, mi capita ogni tanto di discutere con una tizia che gestisce una libreria in quel di Arezzo.
La tizia, mentre si discuteva delle raccolte di racconti "365 ..." pubblicate da DELOS, se n'è uscita con frasi del genere:

"vendo anche romanzetti "erotici" di infima classe"

"la mia è una libreria normale che ha, purtroppo, anche dei libri di merda
che dovrebbero essere erotici/porno e che sono veramente uno schiaffo alla lettura
libri orridi che vengono pure venduti e che serviranno a confondere ancora di più orde di adolescenti che del sesso e dei sentimenti capiscono poco e niente
ma si sa, c'è gente che ci specula su questo, rovinando povere menti già di suo sciupate da tv e media
per poter dire di aver pubblicato un racconto..."


Ora non dico che voi, come casa editrice, dobbiate sottoporre i vostri clienti a un test di intelligenza, ma credo che un po' più di accortezza ci vorrebbe ...


Ma di che cosa stai parlando? Non riusciamo a capire, davvero.
Noi non pubblichiamo "romanzetti erotici di infima classe", come dice la signora.
Che cosa c'entrano le 365 con i libri erotici che la signora vende anche se non vorrebbe farlo (certo la "merda", come la chiama, le fa schifo, ma non esita a sporcarsi le mai per venderla e guadagnare la sua sporca parte, ci pare...)?
Non riusciamo a capire.
E poi cosa c'entra il "test di intelligenza" ai nostri "clienti"? Intendi ai librai? Ma dovremmo "avere accortezza" a... fare cosa?
Perdonaci ma il tuo discorso è davvero molto confuso e poco comprensibile.


Al tempo.
Non venite a chiedere a me cosa c'entrino i "romanzetti erotici di infima classe" con le vostre (anzi, le nostre) "365 ...".
Chiedetelo piuttosto alla libraia di Arezzo vostra cliente.
Il discorso "davvero molto confuso e poco comprensibile" sta tutto lì.
Da parte mia, vi assicuro che l'essere scambiata per una pornografa per il semplice fatto di apparire su una "365 ..." non mi impedirà certo di spedirvi altri racconti.
Top
Profilo Messaggio privato
luceallievi



Registrato: 21-01-2014 12:13
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Sab 01 Feb 2014 17:54    Oggetto: Cita

Mantikora ha scritto:
perdonami, non ci ho capito niente, a parte che forse la libraia ha dei problemi (suoi?), valutando da come si esprime. Razz
Io oggi ho scoperto che grazie ai fantasy tales di Delos, una conoscente che ne era totalmente digiuna, si è convertita al fantasy italiano. Per me è una grandissima vittoria e avanti così! Very Happy


Non c'è niente da capire.
Se non il fatto che il mercato editoriale si trova anche (ma non so in quale percentuale) nelle mani di operatori ignoranti/stupidi/male informati.
E, al di là della constatazione del fatto, non so quali contromisure possano essere adottate da una casa editrice seria.
Forse, una casa editrice dotata di una sufficiente forza contrattuale potrebbe iniziare a selezionare i punti vendita con criteri simili a quelli che usa per selezionare i testi e gli autori da pubblicare.
Top
Profilo Messaggio privato
Carlo Vicenzi



Registrato: 16-02-2010 16:14
Messaggi: 917
Località: Finale Emilia

MessaggioInviato: Sab 01 Feb 2014 18:02    Oggetto: Cita

Mantikora ha scritto:
perdonami, non ci ho capito niente, a parte che forse la libraia ha dei problemi (suoi?), valutando da come si esprime. Razz
Io oggi ho scoperto che grazie ai fantasy tales di Delos, una conoscente che ne era totalmente digiuna, si è convertita al fantasy italiano. Per me è una grandissima vittoria e avanti così! Very Happy


Oh oh oh! Un trionfo, altroché!
_________________
Rozzo scribacchino, Inutile e malvagio idiota Mentecatto imbrattamuri - Epiteti del sottoscritto.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Delos Books Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum