WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


WMI 37 - Io ho diritto di Salvatore Stefanelli


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
samuele nava



Registrato: 26-11-2007 20:19
Messaggi: 819

MessaggioInviato: Ven 18 Ott 2013 23:58    Oggetto: WMI 37 - Io ho diritto di Salvatore Stefanelli Cita

Salvatore, come Antonio, si è messo nella testa e nel cuore del suo protagonista. Non voglio rivelare nulla, ma Salvatore si è assunto un rischio, l'ha gestito molto bene, e l'ha portato fino alla fine, con sincerità e forza narrativa.
"Dare voce" o "farsi portavoce" secondo me è sempre un rischio per un autore, (si rischia fraintendimento, o un processo alle intenzioni, si può peccare di presunzione) ma quando lo si fa presentando una persona, un cuore, delle motivazioni chiare, urgenti, allora la limpidezza dell'ispirazione non lascia dubbi.
Bravo Salvatore, premio meritato.
Smile
Top
Profilo Messaggio privato
PaulMc



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1968
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab 19 Ott 2013 12:41    Oggetto: Cita

Bravo Salvatore, affermazione meritata!
Il tuo racconto mi ha emozionato.
Smile
_________________
Paolo C. Leonelli
"Be Water My Friend" (Bruce Lee)
"Ma pirchì minchia ce l'avivano tutti con lui?"
(Andrea Camilleri, La tripla vita di Michele Sparacino)
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9442
Località: Napoli

MessaggioInviato: Sab 19 Ott 2013 14:58    Oggetto: Cita

Leggere certi commenti e sentirli dentro rendono un'idea più preziosa di quanto non lo sia in realtà o, per lo meno, la rendono viva oltre le pagine. Grazie. Essere riuscito nell'intento di far emozionare e mostrare al contempo una realtà che ci attraversa e ci sconvolge, che mai si vorrebbe vivere o sapere che persone care o anche solo conosciute la vivono, senza sembrare artefatto e quindi sterile, mi fa sentire orgoglioso di ogni lacrima che ho versato su quelle parole. Spero tanto che altri non debbano scriverne ancora ma possano parlarne come di un qualcosa che sia passato.
Salvatore

... e spero tanto che la WMI mi arrivi al più presto: non ce la faccio più ad attendere!^U^ Sad
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Fernando Nappo



Registrato: 09-05-2003 00:00
Messaggi: 2690

MessaggioInviato: Sab 19 Ott 2013 15:38    Oggetto: Cita

Non c'è molto da aggiungere al commento di Samuele, se non che a un certo punto del racconto mi sono augurato che gli astanti (resto un po' sul vago per non spoilerare) decidessero di reagire in un certo modo: quando è avvenuto, lo ammetto, mi sono emozionato. Bravo Salvatore, un racconto coinvolgente, e un traguardo meritato.
Top
Profilo Messaggio privato
Emiliana



Registrato: 11-10-2012 14:47
Messaggi: 1460

MessaggioInviato: Sab 19 Ott 2013 17:13    Oggetto: Cita

Concordo con i commenti di sopra. Il racconto merita il successo che ha avuto. Denso di sentimento, non posso che sentirla nel profondo la tua protagonista. Complimenti! Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
francit



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 599
Località: Pisa

MessaggioInviato: Dom 20 Ott 2013 14:31    Oggetto: Cita

Salvatore, ho appena finito di leggere il tuo racconto... da brividi, mi hai emozionato.
Bravissimo! Very Happy
_________________
Francesco Citro
francesco.citro.1958@gmail.com
Da grande voglio diventare uno scienziato pazzo, per distruggere tutte le scuole del mondo. Prima, però, devo studiare.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9442
Località: Napoli

MessaggioInviato: Dom 20 Ott 2013 14:40    Oggetto: Cita

Grazie a tutti, di cuore.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Lady Holmes



Registrato: 02-04-2011 00:31
Messaggi: 2241
Località: Piemonte

MessaggioInviato: Dom 20 Ott 2013 15:35    Oggetto: Cita

L'ho finalmente letto e ci ho trovato dentro tutto il Salvatore che conosco. Sono davvero contenta che abbia vinto con questo racconto che parla così tanto di lui, anche se può non sembrare. C'è tutta la sua sensibilità, la sua dolcezza, il suo cuore enorme, il suo non saper restare indifferente, sia che si tratti dei bisticci sul forum che dei grandi problemi della vita reale. Il finale mi ha commosso. Non molti uomini avrebbero saputo scrivere "con cuore di donna", ma proprio perché il suo è grande, ci è riuscito.
Che mi sia piaciuto a questo punto pare ovvio. Laughing
Bravo Salvatore, complimenti davvero per questo bel racconto! Laughing
_________________
Patrizia Trinchero
Top
Profilo Messaggio privato
Antonio Tenisci



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1613
Località: Ortona (Ch)

MessaggioInviato: Dom 20 Ott 2013 16:27    Oggetto: Cita

Ho fatto i complimenti a Salvatore in privato e li ribadisco in questa sede. Il racconto rispecchia il suo modo di essere (almeno quello che conosciamo di lui sul forum) e il finale ha dato la spinta necessaria a essere premiato.
Complimenti Salvatore!
_________________
"Leggere moltissimo, scrivere moltissimo, stracciare moltissimo, pubblicare tardissimo."
J.L.Borges
www.antoniotenisci.it
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9442
Località: Napoli

MessaggioInviato: Dom 20 Ott 2013 17:15    Oggetto: Cita

Lady Patrizia e Messere Antonio, grazie. Il vostro parere (come anche quello che esprimono gli altri amici del forum) mi sta molto a cuore e sapere di non avervi delusi mi gratifica oltre il premio. La storia che ho narrato tocca molto di quegli argomenti che per me sono importanti e per questo sono riuscito a trasmettere le forti emozioni che ho provato scrivendone. Non smetto di emozionarmi tutte le volte che lo leggo (un po' come con "Casa" - MdM1- che qualcuno ricorderà e con altri ma non con tutti i racconti che ho scritto). Aspetto con trepidazione di leggere anche il tuo, Antonio, e quello di Emiliana. Poi vi dirò la mia, ma sono sicuro che amerò ciò che avete scritto..

Salvo mi useresti la cortesia di spiegarmi questa frase, presa in prestito dai commenti al racconto di Antonio Tenisci:

"Il racconto di Salvatore è molto criptico nell'essenza, non nella trama che va via veloce, ma proprio per questo mi sono ritrovato nel finale con... nulla in mano se non una sorta di "woman pride" di sessantottina memoria. "

Vorrei capire bene cosa ci sia di criptico e perché lo associ a qualcosa che riguarda il 68 e non, piuttosto, ai recenti fatti di femminicidio o violenza sulle donne. Grazie
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Simone Carletti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1150
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun 21 Ott 2013 00:02    Oggetto: Cita

Una bella prova che dimostra tatto e sensibilità uniche e che è capace di emozionare e far riflettere su temi di grande attualità. Salvatore, come te anche io credo che gli uomini, se vogliono, sono capaci di 'compenetrare' la psiche femminile. Il problema è appunto che il più delle volte non vogliono.
_________________
La vera casa dell'uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi (Bruce Chatwin)
Top
Profilo Messaggio privato
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12552
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Lun 21 Ott 2013 12:06    Oggetto: Cita

A quanto vedo sono l'unico che non ha espresso un giudizio DEL TUTTO POSITIVO.
Il criptico si riferisce a tutto l'antefatto che precede il finale. Avrei preferito un racconto che rivelasse fin dall'inizio il tema, per non ritrovarsi alla fine con una "sorpresa non richiesta".
Bello il tema del femminicidio(odio questa parola, come odio le "categorie". La femmina è un essre umano come lo è un embrione surgelato o abortito. Sarebbe SEMPRE meglio parlare di OMICIDIO, in tutti i casi. Ma questa considerazione esula dal racconto non è di questo che volevo parlare.
Quello che mi ha fatto inciampare è stato il lungo prologo che porta alla fine, che poi è il titolo. Personalmente non mi ha emozionato. Magari non ero nella vena giusta per leggerlo.
Sessantottina? Perché è da allora che vennero fuori tutti i "Io ho diritto".
Sacrosanti tutti, ma con metodi di protesta i più svariati, originali e POCO efficaci.
Il diritto lo si dimostra con i fatti; non con le bandiere o gli strip!
Io la penso così, perdonatemi, sarò un giurassico, ma ciò non vuol dire che non condivida quei diritti, anzi sono il primo a difenderli.
Scusami Salvatore, non volevo essere cattivo col tuo scritto e col tuo stile, nè indisporti. Eta ed è solo una critica leale e genuina. Ed è meglio"dircele " qua le cose.
Un abbraccio.
Salvo

P.S. Non metto emoticon perché credo e spero che dalle parole si capisca il sentimento. Non è una stupida faccina che serve a intendersi.
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Diego Matteucci



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1991
Località: Codigoro (FE)

MessaggioInviato: Lun 21 Ott 2013 18:32    Oggetto: Cita

Ciao Salvatore, cerco di non leggere nessun post perché non voglio rovinarmi la sorpresa del tuo racconto. Perché non mi sono dimenticato di leggere il tuo racconto, è che a me la rivista non è ancora arrivata... che di solito mi arrivava quasi subito... Crying or Very sad

Vabbe', ho già scritto allo staff, vediamo un po'.

Ciao

Diego
Top
Profilo Messaggio privato
Marco Writer



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 3786
Località: Provincia di Ferrara

MessaggioInviato: Lun 21 Ott 2013 18:45    Oggetto: Cita

Diego Matteucci ha scritto:
Ciao Salvatore, cerco di non leggere nessun post perché non voglio rovinarmi la sorpresa del tuo racconto. Perché non mi sono dimenticato di leggere il tuo racconto, è che a me la rivista non è ancora arrivata... che di solito mi arrivava quasi subito... Crying or Very sad

Vabbe', ho già scritto allo staff, vediamo un po'.

Ciao

Diego


Ciao, Diego. Forse è la zona, visto che anche a me non è ancora arrivata, e di solito mi arriva subito. Aspettiamo fiduciosi... ciao Wink
_________________
Marco Canella

https://www.facebook.com/marco.canella.writer

https://twitter.com/marcocanella79
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9442
Località: Napoli

MessaggioInviato: Lun 21 Ott 2013 20:50    Oggetto: Cita

Non ve la prendete, anche a me non è arrivata ancora.

Salvo, delle faccine non c'era davvero bisogno. Io cerco di non pensare mai a male di nessun commento e del tuo non ne ho pensato, né sul primo né sul secondo. Hai espresso un giudizio personalissimo, che poi sia condivisibile o meno dipende dal sentire personale e non si può certo generalizzare. Hai risposto alla mia domanda sul commento che avevi lasciato al racconto di Antonio, grazie. Considero il tuo commento interessante anche se non lo condivido. Per me ci voleva un cammino che facesse capire prima chi era la donna e cosa stava facendo e poi il motivo per cui lo faceva, ma in realtà, ritengo che ogni parte del racconto sia indissolubilmente legata alla altre e vi siano tra esse continui rimandi.
Non sono perfetto, di sicuro qualcuno avrebbe potuto essere più efficace a far capire e comprendere al contempo più cose di quanto abbia fatto io. Poi, si sa, qualunque cosa in questa realtà troverà chi l'apprezza fino all'estasi e chi la odierà fino all'inferno, con tutte le sfumature tra i due vertici. Almeno non sei per l'inferno... dalle nostre parti fa ancora così caldo che mal lo sopporterei.

Come vedi, anch'io non ho usato faccine.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.


Ultima modifica di Salvatore Stefanelli il Lun 21 Ott 2013 23:16, modificato 1 volta in totale
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a I racconti della WMI Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum