WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


L'amore ai tempi degli zombie - Alain Voudi'


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Lun 14 Ott 2013 23:43    Oggetto: L'amore ai tempi degli zombie - Alain Voudi' Cita

Ebbene sì: i contest di Franco rappresentano sempre una tentazione irresistibile.
Malgrado io abbia più volte protestato la mia idiosincrasia verso gli zombie e l'horror in genere, eccomi invece qui a mia volta.
Peraltro, onestamente, ho sempre detto che non mi piacciono neppure i Gialli, e poi... Wink
Speriamo di avere altrettanta fortuna su questo lato della barricata!



Citazione:

L'amore ai tempi degli zombie
di Alain Voudì


"... estremamente contagiosa. Ripetiamo, evitate i contatti di ogni tipo con gli infetti: restate nelle vostre case fino a quando le autorità non comunicheranno diversamente. Se siete all'aperto, cercate un riparo, segnalate la vostra presenza e non uscite per nessuna ragione. Il governo sta organizzando squadre di soccorso per evacuare le zone a rischio. Restate al chiuso e attendete istruzioni. Ulteriori aggiornamenti verranno dati su questa stessa frequenza. Ripetiamo: evitate i contatti con gli infetti. La malattia è estremamente contagiosa..."

– Che dice la radio? – si informò Lisa dall'interno del suo armadio, con la voce ancora tremante per la paura.
Nico, rannicchiato sul fondo del classificatore, rabbrividì, deglutendo a vuoto e togliendosi gli auricolari dalle orecchie. Respirò profondamente, due o tre volte, per schiarirsi le idee e calmare i battiti del cuore. Proprio la settimana prima il cardiologo gli aveva ordinato di evitare stress ed emozioni forti.
Fanculo al cardiologo. Ci venga lui, qui.
– Che è tutto sotto controllo – le mentì. – La polizia è già arrivata, e il governo sta inviando squadre mediche per... – esitò, cercando disperatamente qualcosa di tranquillizzante da dire alla collega – ... per prendersi cura dei feriti. Saranno qui tra poco, basta stare calmi al riparo e aspettare finché non arrivano.
Lisa gemette. – Chi era quella gente? Terroristi?
– Non si sa ancora – le rispose, restando sul vago. – Teppisti, probabilmente.
– Ma cosa vogliono da noi? – piagnucolò ancora lei, sull'orlo di un collasso nervoso. – Perché non se ne vanno?
– Non lo so, ma qui siamo al sicuro, sta' calma. Resta chiusa lì dentro, e vedrai che andrà tutto bene.
Per tutta risposta, Lisa scoppiò in un pianto isterico.
Nico fremette, impotente, pregando con tutto il cuore che la collega non si facesse prendere dal panico e cercasse di fuggire. Per fortuna l'armadietto in cui l'aveva spinta quando si era reso conto della situazione aveva una piccola griglia metallica, in alto: Lisa sarebbe riuscita a respirare senza dover aprire l'anta. Lui non aveva avuto la stessa fortuna: il classificatore dove si era lanciato non aveva aperture, e per prendere aria sarebbe stato costretto a socchiuderne lo sportello ogni tanto. Ma nell'armadio di lei, già ingombro di divise da controllore, c'era posto per uno solo.
Per lo meno, loro due erano riusciti a nascondersi, quando l’orda aveva fatto irruzione nell’ufficio al piano binari. Clara invece aveva provato a scappare, cercando di risalire verso la biglietteria, e le era andata male. Nico si era già chiuso al sicuro e non aveva potuto vedere nulla, ma l'urlo gorgogliante e disperato della giovane collega alla mercé dei teppisti impazziti gli sarebbe rimasto nelle orecchie per il resto della vita.
Teppisti? No, la radio li aveva definiti “infetti”, e parlava di una malattia. Forse quindi non erano semplici maniaci: dovevano essere idrofobi, o qualcosa del genere.
Da giovane, oltre mezzo secolo prima, Nico aveva visto abbattere un cane idrofobo. Con la sensibilità di un'altra epoca, suo padre ce l'aveva portato apposta, così che fin da bambino imparasse l'aspetto dei pericoli e le loro conseguenze. [...]






Sì, avete letto bene: "mezzo secolo prima".
E' facile falciare zombie a colpi di karate, se sei un adolescente atletico e scattante. Meno facile, se hai sessantaquattro anni e un ginocchio acciaccato, e invece della biondina in minigonna devi prenderti cura di una nonnina quasi coetanea e con la periartrite all'anca.
Ma l'amore non ha età, come ci insegna il capolavoro di Marquez da cui ho indegnamente mutuato il titolo del mio episodio, e le cose che si fanno a vent'anni si possono fare anche a sessanta... con più calma.

Mentre Franco si prende il tempo necessario per selezionare la miglior continuazione della sua linea narrativa, io intanto ne propongo una parallela: visto che un vagone chiuso in un tunnel sotterraneo non mi sembrava ancora davvero claustrofobico, ho immaginato che i miei due quasi pensionati fossero impiegati della metro, e li ho rinchiusi in due armadi nel loro ufficio all'interno della stazione. Sono sopravvissuti al primo attacco; ma adesso si trovano asserragliati e ignari di ciò che accade all'esterno. Se la caveranno? E anche nel caso: dove possono andare, con due sole gambe buone su quattro?


Una curiosità: a dispetto del titolo, in tutto il racconto non vengono mai usate le parole "amore", "tempo" e "zombie".
Ho avuto qualche esitazione su un "temporale": ma nel dubbio, preso da un raptus etimologico, l'ho poi declassato a semplice "vento".
Rolling Eyes
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
GiorgioSimoni



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 266
Località: Pomarance

MessaggioInviato: Lun 14 Ott 2013 23:51    Oggetto: Cita

Sempre originale e super scorrevole. Bella lettura. Mi piace.
Ciao Very Happy
Ora arrivo anch'io e vada come vada.
_________________
Giorgio
Web: http://digilander.libero.it/lutes/
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Antonino Fazio



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 7566

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 00:38    Oggetto: Cita

Decisamente originale, anche nel registro narrativo! Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Carlo Vicenzi



Registrato: 16-02-2010 16:14
Messaggi: 917
Località: Finale Emilia

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 00:54    Oggetto: Cita

La concorrenza diventa sempre più pericolosa...
_________________
Rozzo scribacchino, Inutile e malvagio idiota Mentecatto imbrattamuri - Epiteti del sottoscritto.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Recenso



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4737
Località: Provincia di Napoli

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 01:15    Oggetto: Cita

Ci sono due motivi per cui adoro gli incipit di Alain:
il primo è l'alta qualità della scrittura;
il secondo è la sinossi con il commento dell'autore Very Happy

Vai, Alain! <3
_________________
Lo scrittore crea; lo scribacchino copia; il fallito copia e dice di aver creato (Io)
EROE IN PROVA
Il labirinto delle realtà, Robot 69
"Non sono esperta di nulla ma so ciò che serve di molto" (Io)
Top
Profilo Messaggio privato
Marco Writer



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 3786
Località: Provincia di Ferrara

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 06:58    Oggetto: Cita

Anch'io l'ho trovato super originale, ben scritto, deliziato dai due commenti, prima e dopo, dell'autore. Un super in bocca al lupo Very Happy
_________________
Marco Canella

https://www.facebook.com/marco.canella.writer

https://twitter.com/marcocanella79
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Claudio Bovino



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1534
Località: Milano

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 08:40    Oggetto: Cita

Marco Writer ha scritto:
Anch'io l'ho trovato super originale, ben scritto, deliziato dai due commenti, prima e dopo, dell'autore. Un super in bocca al lupo Very Happy


la Forza scorre potente in Alain Voudì!
basandomi su queste tue prime righe, il tuo incipit è quello che mi ha impressionato favorevolmente di più!
...ho immaginato i tuoi personaggi (anche se sono più giovani...) con le fattezze del vecchiettino protagonista di Up della Pixar/Disney!!!
bravo!!!
Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 08:49    Oggetto: Cita

Alain zombizzato! Stile ineccepibile, come ci hai abituati da sempre ormai.
Riusciranno i nostri vecchietti... Very Happy
_________________
Lia Tomasich
Top
Profilo Messaggio privato
Mizumi



Registrato: 14-08-2013 12:25
Messaggi: 142
Località: Borghetto B.ra (AL)

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 09:05    Oggetto: Cita

Mi piace questa idea. L’ho trovato coinvolgente e sono curiosissima di leggere il resto. Very Happy Canestrini
_________________
Ingrid
Top
Profilo Messaggio privato
Antonio Tenisci



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1613
Località: Ortona (Ch)

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 09:47    Oggetto: Cita

Alain sei una continua sorpresa.
Complimenti!
_________________
"Leggere moltissimo, scrivere moltissimo, stracciare moltissimo, pubblicare tardissimo."
J.L.Borges
www.antoniotenisci.it
Top
Profilo Messaggio privato
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12554
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 10:01    Oggetto: Cita

Ti aspettavo e NON mi hai deluso. Bravo. Anche tu, come me accenni all'inizio della comparsa degli zombie anche se con cause differenti. Tu vai sul classico(il virus T) io sul più moderno binomio(gas+radiazioni).
Non occorreva nemmeno la sinossi(ma è sinossi?) è lampante che fossero due impiegati della metro. Quando scrivi sei chiaro come il sole.
Hai definito "coraggiosa" la mia scelta, ma almeno l'hai gradita? Laughing Laughing
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 10:46    Oggetto: Cita

jpaulverlain ha scritto:
Tu vai sul classico(il virus T) io sul più moderno binomio(gas+radiazioni).


No, in realtà la trasmissione della radio è una conseguenza del panico e della confusione iniziale. Già dopo poche pagine i due vecchietti iniziano a metterla in discussione (perché che altro fanno i vecchietti come noi, se non brontolare e diffidare sempre delle autorità?) e dubitare della versione ascoltata. In ogni caso, la radio smetterà presto di trasmettere, e fine degli aggiornamenti.

jpaulverlain ha scritto:
Hai definito "coraggiosa" la mia scelta, ma almeno l'hai gradita? Laughing Laughing


Se posso essere sincero, è una soluzione che io ho evitato. Razionalizzare l'irrazionale è una scelta che posso (anzi: devo!) attribuire ai personaggi, ma dalla quale, come narratore, rifuggirei.
Del resto, però, uno dei miei tanti difetti come autore è sempre quello di spiegare troppo poco, e affibbiare troppo margine di interpretazione al lettore: per cui potresti aver ragione tu Smile
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12554
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 11:13    Oggetto: Cita

Citazione:
e posso essere sincero, è una soluzione che io ho evitato. Razionalizzare l'irrazionale è una scelta che posso (anzi: devo!) attribuire ai personaggi, ma dalla quale, come narratore, rifuggirei.
Del resto, però, uno dei miei tanti difetti come autore è sempre quello di spiegare troppo poco, e affibbiare troppo margine di interpretazione al lettore: per cui potresti aver ragione tu
_________________

@Sì Alain, ma infatti non faccio il classico spiegone del narratore(che poi diventa info) è uno dei passeggeri esperto di Chimica che spiegherà come avviene il "contagio". Tra l'altro è una spiegazione fatta su "vere" basi chimiche"(naturalmente romanzata) ma solo nella seconmda parte si capisce come avviene e potrebbe essere la base per degli spin off.
Grazie della sincerità.
Salvo
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Michela P.



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 878
Località: Marche

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 11:36    Oggetto: Cita

Proprio bello e originale. Ti prende fin dalle prime righe! Very Happy
_________________
The Tube Exposed - Il Guardiano - 2015
D.C. - Il primo caso dei gemelli Slic - 2015
Chew-9 - L'Oltre / Baras III - 2014
The Tube I - N. 7 Legame di sangue - 2014
The Tube II - N.6 Discesa all'inferno - 2015
Top
Profilo Messaggio privato
Massimiliano Giri



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1977
Località: Rep. San Marino

MessaggioInviato: Mar 15 Ott 2013 11:56    Oggetto: Cita

Bellissimo incipit, Alain, in bocca al lupo Very Happy
_________________
www.massimilianogiri.net

Gli squali di Aden - Segretissimo Mondadori - 2015
Operazione Cinque Cerchi - Segretissimo Mondadori - 2016
I polmoni del nuovo mondo - Urania Mondadori - 2018
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a THE TUBE Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum