WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Ci siamo! Parte Delos Digital!


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
lucisferente



Registrato: 16-09-2009 12:30
Messaggi: 500

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 15:08    Oggetto: Cita

Io ho un gruppettino che compra e supporta, non solo la mia saga ma diverse cose di Delos Digital (ed è felice di farlo, felice della qualità che trova). Ma c'è una frangia più numerosa che quando dico "e-book" mi guarda come se avessi bestemmiato i loro numi tutelari.
E no, non piegheranno il ginocchio davanti al dio Tecno!
Tsk.
Eretici.
_________________
FANTASY TALES:
L'ULTIMA SOGLIA - IL SITO - Scilla Bonfiglioli
L'ULTIMA SOGLIA - Pagina Facebook
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
devon



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 163
Località: Modena

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 16:03    Oggetto: Cita

Il problema degli ebook si chiama "ITALIA", fanno fatica a sfondare perchè dagli editori ai consumatori non c'è la giusta mentalità.

Gli editori non puntano ad allargare il bacino di utenza, ma spremono sempre quello. Vedi quando sono andati in parlamento per bloccare gli ebook scolastici.

Secondo perchè l'Italiano è pigro è vero, ma siccome il 90% ha gli smartphone e tutti hanno installato 1000000 app la maggior parte inutili (chi non ha la livella tra di noi?), ci si accorgerebbe che esistono le app Kobo e Kindle che permettono di ovviare all'acquisto degli e-reader.

L'ebook è bello perchè in caso di revisione del testo, questo ti viene aggiornato GRATUITAMENTE, su tutti gli e-reader connessi in rete (all'estero è così in italia non lo so). In oltre va detto che Amazon per dirne una all'estero ti permette di prestare agli altri utenti il tuo libro acquistato e che hai gia letto, ricavandone non migliaia di dollari ma qualche centesimo da reinvestire in altri acquisti. In italia ancora questo servizio non c'è chissà perchè. La realtà è che si vuole mantenere un certo status quo su tutto.

Anche a me piace il cartaceo, vivo in una biblioteca in espansione, ma devo dire che molti non meriterebbero l'esposizione, non per la qualità dello scritto ma per quella di stampa.

Basta poco per far capire un ebook.
_________________
Ambrous Stack
Top
Profilo Messaggio privato
Paolo Ninzatti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2008
Località: Danimarca

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 16:41    Oggetto: Cita

Ho potuto reclamizzare il mio e-book per gli italiani che vivono in DK. Per gli interessati basta un clik e scaricano. Più complicato sarebbe prenotare e attendere giorni prima dell'arrivo. Questo il vantaggio del digital. In teoria dal "libraio elettronico" si può acquistare anche nel deserto del Gobi nel giro di un minuto (sempre che vi vivano italiani) Non nascondo però che ho acquistato molti libri italiani in cartaceo sopportando pazientemente l'attesa di alcuni giorni.

https://fbcdn-sphotos-h-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc3/v/t34.0-12/1620064_10202966269508649_1499919070_n.jpg?oh=5a8ee02ae08665042a6d5ed85a0eecf7&oe=534E423C&__gda__=1397612525_425de69ed279acdba266977a6f26a55a


Paolo Ninzatti Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 17:17    Oggetto: Cita

devon ha scritto:
Il problema degli ebook si chiama "ITALIA", fanno fatica a sfondare perchè dagli editori ai consumatori non c'è la giusta mentalità.

Ti dirò: un paio di settimane fa ero a Londra (che non è nel deserto del Gobi) e, pur girando un po' in metro, sui treni e sui bus, non ho visto molti più ereader che da noi (ossia praticamente nessuno).
Molti più libri (cartacei) di quanti non ne veda qui sul bus; svariati quotidiani.
Moltissimi tablet e smartphone, ma tutti sintonizzati su FB, twitter, 2048, CandyCrush, Vegetables vs. Zombies (ancora?) e l'allegra fattoria (o come cavolo si chiama).
Gente che socializza, tanta. Gente che gioca, altrettanta. Gente che legge, sì. Gente che legge ebook, no.

Facciamocene una ragione.
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Carlo Vicenzi



Registrato: 16-02-2010 16:14
Messaggi: 917
Località: Finale Emilia

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 17:22    Oggetto: Cita

E prendiamo provvedimenti, mi viene da aggiungere.
Io sono solo un umile autorucolo, non mi intendo davvero del mercato né ho l'arroganza di pretendere di intuire cosa sarebbe meglio per Delos, dico solo la mia: sarebbe bello veder premiati gli sforzi dei compagni di trincea che dall'avvio di Digital si sono impegnati al massimo. Sappiamo che la qualità c'è. Sfruttiamola.
_________________
Rozzo scribacchino, Inutile e malvagio idiota Mentecatto imbrattamuri - Epiteti del sottoscritto.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 17:43    Oggetto: Cita

Ragazzi, fate una cosa: mettetevi tutti insieme, tirate fuori 10.000 euro a testa (solo per le spesucce iniziali), poi stampate libri su carta a go go, invadete le librerie, fate pubblicità ovunque (uhm... forse sarà meglio tirare fuori 20.000 euro a testa, giusto per cominciare), poi... preparatevi. Quando ci sarà da movimentare migliaia di copie (ciò pagare lo stampatore, il distributore, le librerie, i corrieri, i magazzinieri), da stivare le rese (altri bei soldoni, perché le copie di resa vanno stivate nei magazzini, movimentate pagando il trasporto dalle librerie di tutta Italia ai vostri magazzini, pagare l'affitto e la movimentazione dei titoli), pagarci le tasse a fine anno (eh sì, perché a fine anno lo Stato esige che si paghino le tasse su tutte le copie di libri giacenti ini magazzino, considerati "beni commercializzabili") e poi alla fine pagare ancora per mandarli al macero (perché se non si vuole pagare ogni mese migliaia di euro per il magazzino, bisogna pagare per lo smaltimento), allora basterà tirare fuori altri 10.000 (o forse meglio 20.000) euro a testa e l'annata sarà passata alla grande, tutti felici per la vostra impresa editoriale. Che ne dite?
Very Happy
_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12552
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 17:59    Oggetto: Cita

Redazione WMI ha scritto:
Ragazzi, fate una cosa: mettetevi tutti insieme, tirate fuori 10.000 euro a testa (solo per le spesucce iniziali), poi stampate libri su carta a go go, invadete le librerie, fate pubblicità ovunque (uhm... forse sarà meglio tirare fuori 20.000 euro a testa, giusto per cominciare), poi... preparatevi. Quando ci sarà da movimentare migliaia di copie (ciò pagare lo stampatore, il distributore, le librerie, i corrieri, i magazzinieri), da stivare le rese (altri bei soldoni, perché le copie di resa vanno stivate nei magazzini, movimentate pagando il trasporto dalle librerie di tutta Italia ai vostri magazzini, pagare l'affitto e la movimentazione dei titoli), pagarci le tasse a fine anno (eh sì, perché a fine anno lo Stato esige che si paghino le tasse su tutte le copie di libri giacenti ini magazzino, considerati "beni commercializzabili") e poi alla fine pagare ancora per mandarli al macero (perché se non si vuole pagare ogni mese migliaia di euro per il magazzino, bisogna pagare per lo smaltimento), allora basterà tirare fuori altri 10.000 (o forse meglio 20.000) euro a testa e l'annata sarà passata alla grande, tutti felici per la vostra impresa editoriale. Che ne dite?
Very Happy


@Oh sì, ci sto, pur di non pagare bollette per l'acqua inquinata, per l'ADSL che salta a ogni temporale, le medicine da portare da casa in ospedale perché le ministre hanno l'estro etc. etc, sì preferirei spendere 40mila euro l'anno sicuramente in carta stampata dove dentro c'è e c'è stata l'anima... (non come dicono a Roma) di qualcuno che ci ha buttato il sangue dentro.
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 18:05    Oggetto: Cita

jpaulverlain ha scritto:
Redazione WMI ha scritto:
Ragazzi, fate una cosa: mettetevi tutti insieme, tirate fuori 10.000 euro a testa (solo per le spesucce iniziali), poi stampate libri su carta a go go, invadete le librerie, fate pubblicità ovunque (uhm... forse sarà meglio tirare fuori 20.000 euro a testa, giusto per cominciare), poi... preparatevi. Quando ci sarà da movimentare migliaia di copie (ciò pagare lo stampatore, il distributore, le librerie, i corrieri, i magazzinieri), da stivare le rese (altri bei soldoni, perché le copie di resa vanno stivate nei magazzini, movimentate pagando il trasporto dalle librerie di tutta Italia ai vostri magazzini, pagare l'affitto e la movimentazione dei titoli), pagarci le tasse a fine anno (eh sì, perché a fine anno lo Stato esige che si paghino le tasse su tutte le copie di libri giacenti ini magazzino, considerati "beni commercializzabili") e poi alla fine pagare ancora per mandarli al macero (perché se non si vuole pagare ogni mese migliaia di euro per il magazzino, bisogna pagare per lo smaltimento), allora basterà tirare fuori altri 10.000 (o forse meglio 20.000) euro a testa e l'annata sarà passata alla grande, tutti felici per la vostra impresa editoriale. Che ne dite?
Very Happy


@Oh sì, ci sto, pur di non pagare bollette per l'acqua inquinata, per l'ADSL che salta a ogni temporale, le medicine da portare da casa in ospedale perché le ministre hanno l'estro etc. etc, sì preferirei spendere 40mila euro l'anno sicuramente in carta stampata dove dentro c'è e c'è stata l'anima... (non come dicono a Roma) di qualcuno che ci ha buttato il sangue dentro.


Ma fare l'editore non significa risparmiare sulle bollette, sull'ADSL o altro. Significa pagare, OLTRE A TUTTE QUESTE COSE, anche migliaia di euro per veder poi mandare al macero tutto il frutto del tuo lavoro. E non è un bello spettacolo...
Sad
_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
Paolo Ninzatti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2008
Località: Danimarca

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 19:13    Oggetto: Cita

Mantikora ha scritto:
Paolo Ninzatti ha scritto:
Per gli interessati basta un clik e scaricano. Più complicato sarebbe prenotare e attendere giorni prima dell'arrivo. Questo il vantaggio del digital. In teoria dal "libraio elettronico" si può acquistare anche nel deserto del Gobi nel giro di un minuto (sempre che vi vivano italiani)


Pienamente d'accordo con Paolo, per non parlare delle spese di spedizione per la posta internazionale, talmente scoraggianti che a volte ti inducono a rinunciare.


La spedizione mi è sempre costata quasi come il libro stesso. Per questo Quando devo acquistare compro sempre in blocco. Tre esemplari o giù di lì. Il prezzo della spedizione è lo stesso. Invece, Quando compro l'e-book, clic paghi scarichi, e dopo qualche minuto sei già bello a leggere.

Paolo Ninzatti Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12552
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 19:55    Oggetto: Cita

Ma sì, concordo con la Redazione. La mia era una provocazione per ribadire quante cose storte ci siano nella Patria del diritto, della cultura e del Rinascimento e quanti tarli, tarme, pulci e zecche abbiano infestato la nostra Terra.
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 20:08    Oggetto: Cita

Redazione WMI ha scritto:
mettetevi tutti insieme, tirate fuori 10.000 euro a testa (solo per le spesucce iniziali) [...] Quando ci sarà da movimentare migliaia di copie...


Il problema qui non sono i 10.000 o 20.000 euro (ok, per molti lo sarebbero, ma non è questo il punto).
Il problema è che alle "migliaia" di copie vendute non ci si arriverebbe comunque, in Italia, a meno di non chiamarsi Franco Forte e giocare in Serie A.

Se il digitale serve per mantenere in vita un editore di pregio, viva il digitale.
Solo, non speriamo di vendere "migliaia" di copie di un titolo, perché a quanto vedo in giro dubito che ci siano "migliaia" di ereader in circolazione, e men che meno in mano al pubblico che legge ciò che a noi piace scrivere.
Tutto qui, nessuna critica.

(per la cronaca, con le quattro già in coda per domani arriverò alla bellezza di 86 copie acquistate di ebook Delos Digital, forse metà dei quali poi letti davvero. Sono uno sproposito, specie per uno come me che dice di odiare gli ebook... ma arrivare a mille è luuuunga...)
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Marco Vlad



Registrato: 01-11-2011 02:01
Messaggi: 360

MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2014 20:33    Oggetto: Cita

Nonostante sia circondato da appassionati cartacei (ed essendo io un collezionista di fumetti e quindi amante della carta), non ho praticamente più posto in casa (mia moglie è prossima a mettermi su e-Bay).
Appena possibile comprerò un e-reader tutto pe me (ad oggi in famiglia ci dividiamo un tablet).

Il problema generale è che non ci sono lettori.

Il dramma reale è che si rischia di perdere una generazione di utenti. Nonostante le iniziative per gli uder 14 siano numerose, se i genitori non istruiscono i giovani alla lettura, non se ne esce.

La Delos Digital può essere pioniera in fatto di e-book.
Sul mio blog l'ho paragonata a quelle case editrici che nella seconda metà del 1800 hanno diffuso la narrativa popolare con le "Dime Novels", storie autoconclusive o a capitoli che costavano un Dime (unità di misura monetaria storica che può corrispondere all' 1,99€ di oggi).

Molti classici della letteratura provengono proprio da questi opuscoli (o dai fuilleton francesi), rilegati opportunamente.

Secondo me ad oggi un'altra casa editrice con esperienza che copre capillarmente ogni genere dell'intrattenimento narrativo a prezzi popolari, non c'è.

Ecco perche (sempre a mio parere), Delos Digital deve puntare al suo mercato attuale.

Oltretutto, tra una decina d'anni sarà improponibile pubblicare e diffondere un libro cartaceo per l'aumento dei costi fissi.
_________________
Marco Frosali
http://www.ildiariodiunnecroforo.it/
http://marcofrosali.blogspot.com/
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Lady Holmes



Registrato: 02-04-2011 00:31
Messaggi: 2241
Località: Piemonte

MessaggioInviato: Mer 16 Apr 2014 16:21    Oggetto: Cita

I problemi sono tanti: costi troppo alti, pochi lettori, sia cartacei che digitali e quasi tutti esterofili, arretratezza di infrastrutture (pochissimi punti di wifi gratuiti, connessioni ballerine, mancanza di campo, ecc), e alla fine il rischio imprenditoriale è troppo alto per il cartaceo. L'ebook, anche se vende meno copie, ha un rischio imprenditoriale molto più basso, e quindi alla fine conviene di più. inoltre il prezzo più basso in tempo di crisi aiuta. Un libro non si può vendere a 2 euro, anche se qualche editore ha fatto simili operazioni per pubblicizzare un autore i cui libri successivi costavano molto di più. Il mercato è qualcosa in continua evoluzione, io credo che si debba cogliere l'attimo e mi sembra che Delos e franco in questo siano molto bravi e abbiano un ottimo naso.
_________________
Patrizia Trinchero
Top
Profilo Messaggio privato
roberto g



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1151
Località: Civitanova Marche

MessaggioInviato: Mer 16 Apr 2014 16:32    Oggetto: Cita

Sui vantaggi degli e-book è difficile discutere. Ne hanno enormi, uno su tutti che, appunto, senza editoria digitale, solo due o tre di noi sarebbero riusciti a pubblicare qualcosa. E questo è un bene.
Il problema è che l'Italia è indietro con la digitalizzazione, che pochi sanno comperare e leggere su e.reader e che gli e-reader non sono molto diffusi.

Il mio timore è che accada quello che è accaduto a fine anni settanta quando uscirono gli orologi digitali: avevano mille vantaggi: doppia ora, sveglia, cronometro, conto alla rovescia, calendario perpetuo, luce notturna... e tutti noi ragazzi eravamo sicuri che gli orologi a lancette sarebbe spariti nei libri di storia.

Sette anni dopo non c'era più un orologio digitale: sembrò impossibile ma tutti VOLEVANo le lancette...

Quindi, in conclusione, siamo tutti in un bel casino: libri di carta non ce li fanno pubblicare perchè non siamo ancora nessuno, e-book non si vendono perchè non c'è ancora mercato!!!
_________________
Roberto Guarnieri

"Ed Egli aveva visitato il Tilmun e comprendeva le lingue di prima del Diluvio" epopea di Gilgamesh
Delos Digital: Il Circolo Dell'Arca
Terra Incognita
Finalista Algernoon 2012 e 2015, Stella Doppia 2013, Robot 2014
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Recenso



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4737
Località: Provincia di Napoli

MessaggioInviato: Mer 16 Apr 2014 16:51    Oggetto: Cita

Vado controcorrente. Secondo me gli italiani sono più tecnologici di quanto sembrano. Qualcuno ricorderà che ho lavorato nei viaggi e li vendevamo (io al passato l'agenzia al presente) online. Un bel giorno aprimmo il catalogo viaggi religiosi. Roba per vecchietti, ergo farli prenotare online sarà una utopia. Invece no. Diversi ottuagenari telefonavano e pagavano con carta di credito online. E' ancora oggi uno dei prodotti più venduti dell'agenzia.
Migliaia di e-reader ci sono, insieme ai lettori, tranquilli.
Prenotare viaggi online è mooolto più complicato che fare clic su Amazon.
_________________
Lo scrittore crea; lo scribacchino copia; il fallito copia e dice di aver creato (Io)
EROE IN PROVA
Il labirinto delle realtà, Robot 69
"Non sono esperta di nulla ma so ciò che serve di molto" (Io)
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a INIZIATIVE DELOS DIGITAL Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 4 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum