WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


QUALCHE CONSIGLIO PER LA PARTECIPAZIONE


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Redazione WMI
Site Admin


Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 5317

MessaggioInviato: Mar 09 Lug 2013 14:33    Oggetto: QUALCHE CONSIGLIO PER LA PARTECIPAZIONE Cita

Apriamo questo spazio in modo che l'autore di "Livido", Francesco Verso, dia agli autori qualche indicazione specifica per partecipare al contest. Prima di inserire commenti o risposte, lasciate che Francesco scriva le sue indicazioni.
_________________
Redazione WMI
www.writersmagazine.it
racconti@delosdigital.it
Top
Profilo Messaggio privato
Francesco Verso 1



Registrato: 22-02-2009 16:07
Messaggi: 14
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 15:48    Oggetto: Considerazioni su Livido e indicazioni sui racconti Cita

Salve a tutti, prima di qualsiasi altra cosa, mi preme un doveroso ringraziamento nei confronti di Franco, per aver scelto Livido come "universo di partenza" di questo contest, e di Silvio, per il supporto costante sia in fase di preparazione del romanzo che adesso per il lancio.
Venendo a Livido, cercherò di raccontare qualcosa di più sul romanzo dandovi ulteriori spunti da cui trarre ispirazione per delle storie "parallele" ma anche spin-off collegati alla trama principale.

Dalla lettura del romanzo vi sarete accorti (o vi accorgerete per quelli che ancora non l'hanno letto) che sono presenti alcuni livelli narrativi differenti. Livido è sia un romanzo di formazione (Peter parte ragazzo, diventa adolescente e si ritrova maturo), che una storia d'amore "impossibile" (Alba è quasi assente come personaggio anche se muove i pensieri e le azioni di Peter) e, non da ultimo, una storia di genere fantascientifico (google glasses, realtà  aumentata, mind-uploading, trashformers e arti prostetici). Da ultimo è anche una storia familiare che coinvolge tutti i Pains, vivi e morti. Smile

Il tema del romanzo è il rifiuto: rifiuto inteso nella sua forma materiale, la palta, che nella sua forma affettiva, il disprezzo di Charlie e la freddezza di Kiko, e anche sociale, la parabola di Ion, dei Dead Bones e dei trashformer come pure le questioni legate ai Nexumani. Il concetto che emerge dalla storia è che qualsiasi rifiuto, alle debite condizioni e con un enorme sforzo, può trasformarsi in qualcosa di positivo, di "rivivibile".

Questo per dire che i 10 racconti da selezionare possono focalizzarsi su questi aspetti generali, come pure approfondire un particolare personaggio: ce ne sono alcuni di minori che ho lasciato abbastanza in ombra, come ad esempio Rasha e altri che potrebbero avere un punto di vista molto originale, penso a Kiko e a sua madre Eiko oppure a Jo, la moglie di Charlie e la sua chiassosa famiglia di becchini. Smile

2000 battute sono poche per un racconto, quindi questo sarà  quasi un esercizio di flash-fiction - molto utile per dire qualcosa nel minor numero di battute possibili - eppure paradossalmente sufficienti a focalizzare su un particolare, un dettaglio - anche minimo - che però possa essere significativo di qualcosa di più ampio. Penso alle cornacchie Lily e Nara oppure a Mr Tanfo.

Poi ci sono ambienti e luoghi che possono ispirare uno spin-off. Ad esempio non ho parlato della prigione di Lobony. Il tempio di Moore è solo tratteggiato. I due tizi all'obitorio - Micky e Georgie Boy - hanno una storia terribile alle spalle per cui sono finiti così? E chi altri potrebbe essere "memorizzato" nel cimitero di Mundur?

Ecco, questi vogliono essere degli spunti iniziali da cui far partire l'immaginazione. E ovviamente uno può inventarsi un nuovo personaggio, qualcuno che non esiste nella storia ma che è presente nello scenario.

Da un punto di vista tecnico io ho scelto di raccontare la storia usando il tempo presente - più immersivo rispetto al passato - e la prima persona - con il vantaggio di "incollare" il lettore all'azione ma con il problema di dover filtrare tutte le informazioni dal solo "ingresso" rappresentato dai sensi di Peter. Va da sé che queste limitazioni non esistono nei racconti, i quali possono essere scritti al passato (svelando retroattivamente qualcosa?) oppure in terza persona (avendo più libertà di azione).

Lascio quindi a voi il piacere di "tagliare" la storia nel modo che preferite. Prendete una bella fetta, una fetta gustosa, sarà quella su cui dovrete cucinare qualcosa di vostro. Le spezie sono elementi che vi invito ad usare senza paura. Il rosso e il nero fanno da sempre parte tanto dell'arte culinaria quanto di quella narrativa. Mi è uscita una metafora alimentare perché si vede che è ora di mangiare qualcosa... Smile

Per qualsiasi domanda, scrivetemi pure.

Vi ringrazio del tempo che avete dedicato (o che dedicherete) alla lettura del romanzo; io ricambierò volentieri leggendo i vostri racconti.
Francesco
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
maria_rosaria



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2407
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 16:02    Oggetto: Cita

Grazie Francesco!

Spero, per quanto mi riguarda, di riuscire a "sfornare" qualcosa.

Very Happy Very Happy
_________________
maria rosaria del ciello
---------------------------
"Si nasce sempre sotto il segno sbagliato e stare al mondo in modo dignitoso vuol dire correggere giorno per giorno il proprio oroscopo" (U. Eco, Il pendolo di Foucault)
Top
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 16:13    Oggetto: Cita

Grazie, Francesco.
Parto subito con una domanda: i racconti devono essere autoconclusivi? Voglio dire, si può dare per scontato l'universo di Livido o è necessario scrivere una storia che sia comprensibile anche ai lettori che non hanno letto il romanzo?
Grazie! Smile
_________________
Lia Tomasich
Top
Profilo Messaggio privato
Francesco Verso 1



Registrato: 22-02-2009 16:07
Messaggi: 14
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 16:35    Oggetto: Cita

Ciao Lia, certo che i racconti possono essere autoconclusivi. Anzi, sarebbe meglio che lo fossero. Smile
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 17:34    Oggetto: Cita

Grazie, Francesco. Ma si può dare per scontato il mondo che hai creato?
_________________
Lia Tomasich
Top
Profilo Messaggio privato
Francesco Verso 1



Registrato: 22-02-2009 16:07
Messaggi: 14
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 21:03    Oggetto: Cita

Ciao Lia, se per dare per scontato intendi che non devi rispiegare ad esempio che cosa sono le UPU oppure come è nato il nexumanesimo, sì, puoi sicuramente assumere che certe tecnologie come pure le ambientazioni siano già note al lettore. In fondo di tratta di spin-off e racconti collegati al romanzo. Spero di aver fugato i tuoi dubbi.
Francesco
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 21:45    Oggetto: Cita

Sì, grazie, perfetto. Smile
_________________
Lia Tomasich
Top
Profilo Messaggio privato
Marco Writer



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 3786
Località: Provincia di Ferrara

MessaggioInviato: Mer 10 Lug 2013 22:51    Oggetto: Cita

Grazie, Francesco, per le importanti info. Spero di riuscire a cuocere un piatto delizioso (per rimanere in tema culinario) Very Happy
_________________
Marco Canella

https://www.facebook.com/marco.canella.writer

https://twitter.com/marcocanella79
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Simone Carletti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1150
Località: Roma

MessaggioInviato: Gio 11 Lug 2013 10:00    Oggetto: Cita

Grazie Francesco, ho iniziato al lettura ieri e devo dire che mi ha coinvolto parecchio. Spero proprio di partecipare...
_________________
La vera casa dell'uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi (Bruce Chatwin)
Top
Profilo Messaggio privato
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12553
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Mar 16 Lug 2013 19:34    Oggetto: Cita

Ringrazio Francesco per il tempo che dedica a noi "emergenti".
Ho il suo Livido che mi fa l'occhiolino tra "L'untore", un paio di gialli e il manuale dello scrittore. Il libro è lì già dal mese di Aprile mi pare, ma ho dovuto dargli il semaforo rosso in attesa di finire altre priorità.
Confesso che non è il genere di SF che prediligo ma lo dico solo da "presuntuoso"(che presume!!) visto che non l'ho ancora letto. Mi ci butterò lo stesso dai primi di agosto in poi. In questo momento sono sui gialli(il terzo, per GialloLuna) e non vorrei che il mio Minicu 'u ruossu tirasse fuori la sua 22.
Una domanda a Francesco: I nexumani, hanno qualcosa di biologico o sono totalmente degli artefatti? E se sì, possono rispondere alla farmacologia umana o no? E se no, esistono dei "farmaci" cui sono sensibili?(allucinogeni, anestetici, curari, cardiotonici etc).
Grazie.
Salvo
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Francesco Verso 1



Registrato: 22-02-2009 16:07
Messaggi: 14
Località: Roma

MessaggioInviato: Mer 17 Lug 2013 08:43    Oggetto: Cita

Ciao Salvo, se il tuo "Minicu 'u ruossu tirasse fuori la sua 22", Peter Pains, il protagonista di Livido, ti proteggerebbe con la sua protesi Tantalium deviando qualsiasi colpo. Smile

Venendo alla domanda: i nexumani hanno un corpo artificiale mentre la loro mente è umana (copia esatta della loro memoria/coscienza vissuta). Quindi non rispondono alla farmacologia tradizionale, tuttavia, come qualsiasi dispositivo elettronico sono sensibili alle scariche elettriche, alle differenze di tensione, ai cali di alimentazione, ai bug di programma, etc... questo ti fa suonare qualche campanello? Spero di sì. Smile

Buona lettura e a presto,
Francesco
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12553
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Mer 17 Lug 2013 09:10    Oggetto: Cita

Francesco Verso 1 ha scritto:
Ciao Salvo, se il tuo "Minicu 'u ruossu tirasse fuori la sua 22", Peter Pains, il protagonista di Livido, ti proteggerebbe con la sua protesi Tantalium deviando qualsiasi colpo. Smile

Venendo alla domanda: i nexumani hanno un corpo artificiale mentre la loro mente è umana (copia esatta della loro memoria/coscienza vissuta). Quindi non rispondono alla farmacologia tradizionale, tuttavia, come qualsiasi dispositivo elettronico sono sensibili alle scariche elettriche, alle differenze di tensione, ai cali di alimentazione, ai bug di programma, etc... questo ti fa suonare qualche campanello? Spero di sì. Smile

Buona lettura e a presto,
Francesco

@Campanello? Campane a festa! Ancora grazie per la tua cortesia.
Salvo
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Marco Writer



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 3786
Località: Provincia di Ferrara

MessaggioInviato: Mer 17 Lug 2013 09:20    Oggetto: Cita

Ciao, Francesco. Vorrei chiederti, se ti va, le tue prime impressioni generiche su questo inizio di contest, e per quando sono previsti i primi verdetti (naturalmente se lo sai e se puoi dirlo). Grazie mille.

Ciao,
Marco
_________________
Marco Canella

https://www.facebook.com/marco.canella.writer

https://twitter.com/marcocanella79
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Recenso



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4737
Località: Provincia di Napoli

MessaggioInviato: Mer 17 Lug 2013 14:35    Oggetto: Cita

Ciao @Francesco.

Volevo sapere: i nexumani possiedono organi artificiali, e in particolare ghiandole, sempre artificiali?
Inoltre: possono mangiare cibi, qualora lo volessero fare anche solo in memoria della loro vecchia umanità?
_________________
Lo scrittore crea; lo scribacchino copia; il fallito copia e dice di aver creato (Io)
EROE IN PROVA
Il labirinto delle realtà, Robot 69
"Non sono esperta di nulla ma so ciò che serve di molto" (Io)
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a NEL SEGNO DI LIVIDO - Il contest Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum