WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Missione Medea - Paolo Ninzatti (Segretissimo)


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Paolo Ninzatti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2005
Località: Danimarca

MessaggioInviato: Lun 05 Nov 2012 18:34    Oggetto: Missione Medea - Paolo Ninzatti (Segretissimo) Cita

Missione Medea
di Paolo Ninzatti

Scese dall'Isotta-Fraschini come una dea dall'Olimpo.
Pose il piede sul molo, e il mondo si ridusse a uno scenario per il suo spettacolo.
Dietro a lei, fulgida stella, Napoli sembrò offuscarsi al suo passo elegantemente deciso, che due carabinieri, angeli custodi con feluche e fucili Carcano 91 a tracolla, faticavano a seguire.
Anche l'onnipresente sentore della guerra in corso, ormai all'epilogo, debitrice con l'umanità di milioni di vite, sembrò svanire mentre le piume del suo cappello ondeggiavano nella brezza dell'ottobre partenopeo.
Il suo profumo arrivò alle mie narici, un'aura magica che mi trasportò in altri luoghi e tempi.
Il Milano, il sottomarino al mio comando, era la nave di Ulisse, e lei, ora al mio cospetto, Calipso.
Feci il saluto militare fingendomi indifferente alla sua bellezza, mentre ella varcava la passerella.
Ordinai l'attenti all'equipaggio, dando l'attacco al preludio della mia odissea.

Paolo Ninzatti Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
ErreTi



Registrato: 22-05-2011 01:30
Messaggi: 83

MessaggioInviato: Mar 06 Nov 2012 04:23    Oggetto: Cita

Sembra di star lì Smile
Mi piacciono molto i personaggi che hai delineato.
Per quanto riguarda lo stile e il ritmo, l'unica cosa a cui farei attenzione sono gli incisi.

...Questo a parte, tifo per la tua storia!
_________________
~ Romina T. ~

365 Storie d'amore: Un matrimonio senza valore - 31 gennaio
Top
Profilo Messaggio privato
Paolo Ninzatti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2005
Località: Danimarca

MessaggioInviato: Mar 13 Nov 2012 21:10    Oggetto: Cita

Grazie, Romina. Mi fa piacere di essere riuscito a trasportarti nello spazio e nel tempo. Felice anche che i personaggi ti siano piaciuti. Per quanto riguarda l'attenzione agli incisi, gradirei che tu specificassi dove, così rifletto e magari rivedo altri passi del testo seguente prima di stampare e spedire. Grazie ancora.

Paolo Ninzatti Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
Marco P. Massai



Registrato: 07-02-2011 13:52
Messaggi: 1821

MessaggioInviato: Mar 13 Nov 2012 22:13    Oggetto: Cita

Sarò molto poco professionale in questo commento:

Spettacolo! L'incipit mi pare assolutamente perfetto per Segretissimo! Se il resto del racconto mantiene le aspettative... be', che i lupi pasteggino, e i selezionatori selezionino!
Top
Profilo Messaggio privato
CatiaP



Registrato: 14-12-2010 20:02
Messaggi: 1030

MessaggioInviato: Mar 13 Nov 2012 22:38    Oggetto: Cita

Paolo, mi piace.
Very Happy
In bocca al lupo di cuore!
Catia
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Bacardi



Registrato: 31-12-2010 12:39
Messaggi: 1252
Località: Milano

MessaggioInviato: Gio 15 Nov 2012 11:45    Oggetto: Cita

bello, bello, e belle scene.
dovremmo essere all'inizio della belle époque, quella in cui la femminilità, per me, ovvio, ha avuto il suo massimo splendore.
per non parlare delle automobili di allora, vedi Isotta fraschini.
unici nei (fa tanto belle époque), un paio d'incisi di troppo, come ha fatto notare ErreTi, e che manca il resto.
vai Paolo, tifo per te.
_________________
Dai il frustino al cavallo e quello smette di nitrire.
BB
Trattami da re e sarai regina (l'ho detto a mia moglie e ha funzionato) BB
Top
Profilo Messaggio privato
Yanez



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2028

MessaggioInviato: Gio 15 Nov 2012 12:46    Oggetto: Cita

Mi piace Very Happy
C'è tutto quello che serve per incuriosire: seduzione, cappello piumato, ufficiale e gentiluomo, un sottomarino e un'odissea in corso...
Dai, Paolo!
_________________
Liudmila

«In meno di dieci minuti, la volpe aveva strangolato sette galline e due galli. Nove volte omicida!» (A. Dumas padre)
Top
Profilo Messaggio privato
ErreTi



Registrato: 22-05-2011 01:30
Messaggi: 83

MessaggioInviato: Sab 17 Nov 2012 22:46    Oggetto: Cita

Scusa, mi ero persa la tua risposta.

Citazione:
Missione Medea
di Paolo Ninzatti

Scese dall'Isotta-Fraschini come una dea dall'Olimpo.
Pose il piede sul molo, e il mondo si ridusse a uno scenario per il suo spettacolo.
Dietro a lei, fulgida stella, Napoli sembrò offuscarsi al suo passo elegantemente deciso, che due carabinieri, angeli custodi con feluche e fucili Carcano 91 a tracolla, faticavano a seguire.
Anche l'onnipresente sentore della guerra in corso, ormai all'epilogo, debitrice con l'umanità di milioni di vite, sembrò svanire mentre le piume del suo cappello ondeggiavano nella brezza dell'ottobre partenopeo.
Il suo profumo arrivò alle mie narici, un'aura magica che mi trasportò in altri luoghi e tempi.
Il Milano, il sottomarino al mio comando, era la nave di Ulisse, e lei, ora al mio cospetto, Calipso.
Feci il saluto militare fingendomi indifferente alla sua bellezza, mentre ella varcava la passerella.
Ordinai l'attenti all'equipaggio, dando l'attacco al preludio della mia odissea.


Ho provato a sottolinearteli, almeno alcuni. Danno una cadenza "uguale" alle frasi, che magari potresti variare con qualche accorgimento.
_________________
~ Romina T. ~

365 Storie d'amore: Un matrimonio senza valore - 31 gennaio
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9443
Località: Napoli

MessaggioInviato: Dom 18 Nov 2012 00:45    Oggetto: Cita

Bello. Paolo, la mia Napoli, per iniziare. Un'atmosfera suggestiva, ammaliante; sensazioni d'altri tempi. Ho immaginato lei, una Sofia o Greta e un lui Robert o Kirk o Gary, o tanti altri. Bravo.
Forse, il suggerimento di ErreTi e Bacardi non è sbagliato, alleggeriresti senza intaccare nulla. Canestrini
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Paolo Ninzatti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2005
Località: Danimarca

MessaggioInviato: Dom 18 Nov 2012 11:06    Oggetto: Cita

Grazie dei commenti e consigli, amigos!!
Facendo tesoro dei dettagli forniti da Romina, ho corretto il testo. Effettivamente era ormai necessario. Il resto del racconto, infatti, prosegue con un ritmo diverso dall'incipit postato in precedenza. Frasi e incisi sono più in sintonia con il nuovo testo, qui sotto. Vediamo che cosa ne dite, e grazie ancora.

Missione Medea
di Paolo Ninzatti

Scese dall'Isotta-Fraschini come una dea dall'Olimpo.
Pose il piede sul molo, e il mondo si ridusse a uno scenario per il suo spettacolo. Fulgida stella, sembrò offuscare Napoli dietro lei. Avanzò con passo elegantemente deciso tra due carabinieri, angeli custodi con feluche e fucili Carcano 91 a tracolla.
Anche l'onnipresente sentore della guerra in corso sembrò svanire mentre le piume del suo cappello ondeggiavano nella brezza dell'ottobre partenopeo. Dimenticai il conflitto, ormai all'epilogo, debitore con l'umanità di milioni di vite, al contatto del suo profumo alle mie narici, un'aura magica che mi trasportò in altri luoghi e tempi.
Il Milano, il sottomarino che comandavo, era la nave di Ulisse, e lei, Calipso.
Feci il saluto militare fingendomi indifferente alla sua bellezza, mentre ella varcava la passerella.
Ordinai l'attenti all'equipaggio, dando l'attacco al preludio della mia odissea.

Paolo Ninzatti Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Dom 18 Nov 2012 13:14    Oggetto: Cita

Paolo Ninzatti ha scritto:
Missione Medea
di Paolo Ninzatti

Scese dall'Isotta-Fraschini come una dea dall'Olimpo.
Pose il piede sul molo, e il mondo si ridusse a uno scenario per il suo spettacolo. Fulgida stella, sembrò offuscare Napoli dietro lei. Avanzò con passo elegantemente deciso tra due carabinieri, angeli custodi con feluche e fucili Carcano 91 a tracolla.
Anche l'onnipresente sentore della guerra in corso sembrò svanire mentre le piume del suo cappello ondeggiavano nella brezza dell'ottobre partenopeo. Dimenticai il conflitto, ormai all'epilogo, debitore con l'umanità di milioni di vite, al contatto del suo profumo alle mie narici, un'aura magica che mi trasportò in altri luoghi e tempi.
Il Milano, il sottomarino che comandavo, era la nave di Ulisse, e lei, Calipso.
Feci il saluto militare fingendomi indifferente alla sua bellezza, mentre ella varcava la passerella.
Ordinai l'attenti all'equipaggio, dando l'attacco al preludio della mia odissea.

Paolo Ninzatti Very Happy Very Happy Very Happy


Allora, ti dico la mia, toglierei ancora qualcosina, “elegantemente”, “onnipresente”, non aggiungono nulla di più di quanto tu non abbia detto. E poi, ho cambiato anche altre cose, ti metto qui sotto la mia versione, senza offesa. Smile Per esempio, “al contatto del suo profumo alle mie narici” è proprio bruttino, al limite è al contatto di qualcosa con qualcosa (non a).

Scese dall'Isotta-Fraschini come una dea dall'Olimpo.
Pose il piede sul molo, e il mondo divenne in un istante il suo palcoscenico personale. Fulgida stella, offuscava Napoli, relegandola sullo sfondo. Avanzava con passo deciso tra due carabinieri, angeli custodi con feluche e fucili Carcano 91 a tracolla.
Anche il clamore della guerra in corso sembrò svanire mentre le piume del suo cappello ondeggiavano nella brezza dell'ottobre partenopeo. Dimenticai il conflitto, ormai all'epilogo, non appena il suo profumo giunse alle mie narici (non appena respirai il suo profumo), un'aura magica che mi trasportò in altri luoghi e tempi.
Il Milano, il sottomarino che comandavo, era la nave di Ulisse, e lei, Calipso.
Feci il saluto militare fingendomi indifferente alla sua bellezza, mentre la Signora varcava la passerella.
Ordinai l'attenti all'equipaggio, dando l'attacco al preludio della mia odissea.

Smile
_________________
Lia Tomasich


Ultima modifica di lia il Dom 18 Nov 2012 16:24, modificato 1 volta in totale
Top
Profilo Messaggio privato
Recenso



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4737
Località: Provincia di Napoli

MessaggioInviato: Dom 18 Nov 2012 14:52    Oggetto: Cita

Ho avuto difficoltà a capire in che anno siamo: la prima guerra mondiale? Mi sembra che tu abbia disseminato i dettagli dei fucili e dell'Isotta per localizzare la storia indirettamente.
Magari sarebbe il caso di dirlo subito. Concordo con Lia nell'eliminare il sembrò vicino a offuscare. O ha offuscato Napoli o no, l'indecisione qui mi turba assaje Very Happy
Anche l'altro sembrò mi sembra superfluo: lui era presente alla scena, è un comandante, da un comandante mi aspetto che sappia cosa ha visto, sentito e provato.

Mi turba anche quel "dietro lei". Scriverei "dietro di lei" anche per una questione di ritmo (declamateli ad alta voce, gli incipit, almeno loro. Il lettore sente il suono nella testa)

Ti ho segnato cos'altro mi turba.

Citazione:
Scese dall'Isotta-Fraschini (ci vuole il trattino?)come una dea dall'Olimpo.
Pose il piede sul molo, e il mondo si ridusse a uno scenario per il suo spettacolo (la alleggerirei). Fulgida stella, sembrò offuscare Napoli dietro lei. Avanzò con passo elegantemente deciso (elegante e deciso) tra due carabinieri, angeli custodi con feluche e fucili Carcano 91 (è importante dirlo qui?)a tracolla.
Anche l'onnipresente sentore della guerra in corso (il sentore mi fa pensare a qualcosa di imminente, non di già in corso) sembrò svanire mentre le piume del suo cappello ondeggiavano nella brezza dell'ottobre partenopeo. (Mi sembra prolissa) Dimenticai il conflitto, ormai all'epilogo, (lo direi più in là) debitore con l'umanità di milioni di vite, al contatto del suo profumo alle mie narici, un'aura magica che mi trasportò in altri luoghi e tempi.
Il Milano, il sottomarino che comandavo, era la nave di Ulisse, e lei, (la virgola qui mi sembra fuori posto)Calipso.
Feci il saluto militare fingendomi indifferente alla sua bellezza, mentre ella varcava la passerella.
Ordinai l'attenti all'equipaggio, dando l'attacco al preludio della mia odissea.

Sempre detto senza presunzione di aver ragione.
In bocca al lupo Smile
_________________
Lo scrittore crea; lo scribacchino copia; il fallito copia e dice di aver creato (Io)
EROE IN PROVA
Il labirinto delle realtà, Robot 69
"Non sono esperta di nulla ma so ciò che serve di molto" (Io)
Top
Profilo Messaggio privato
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12551
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Dom 18 Nov 2012 20:35    Oggetto: Cita

Recenso ha scritto:
Ho avuto difficoltà a capire in che anno siamo: la prima guerra mondiale? Mi sembra che tu abbia disseminato i dettagli dei fucili e dell'Isotta per localizzare la storia indirettamente.
Magari sarebbe il caso di dirlo subito. Concordo con Lia nell'eliminare il sembrò vicino a offuscare. O ha offuscato Napoli o no, l'indecisione qui mi turba assaje Very Happy
Anche l'altro sembrò mi sembra superfluo: lui era presente alla scena, è un comandante, da un comandante mi aspetto che sappia cosa ha visto, sentito e provato.

Mi turba anche quel "dietro lei". Scriverei "dietro di lei" anche per una questione di ritmo (declamateli ad alta voce, gli incipit, almeno loro. Il lettore sente il suono nella testa)

Ti ho segnato cos'altro mi turba.

Citazione:
Scese dall'Isotta-Fraschini (ci vuole il trattino?)come una dea dall'Olimpo.
Pose il piede sul molo, e il mondo si ridusse a uno scenario per il suo spettacolo (la alleggerirei). Fulgida stella, sembrò offuscare Napoli dietro lei. Avanzò con passo elegantemente deciso (elegante e deciso) tra due carabinieri, angeli custodi con feluche e fucili Carcano 91 (è importante dirlo qui?)a tracolla.
Anche l'onnipresente sentore della guerra in corso (il sentore mi fa pensare a qualcosa di imminente, non di già in corso) sembrò svanire mentre le piume del suo cappello ondeggiavano nella brezza dell'ottobre partenopeo. (Mi sembra prolissa) Dimenticai il conflitto, ormai all'epilogo, (lo direi più in là) debitore con l'umanità di milioni di vite, al contatto del suo profumo alle mie narici, un'aura magica che mi trasportò in altri luoghi e tempi.
Il Milano, il sottomarino che comandavo, era la nave di Ulisse, e lei, (la virgola qui mi sembra fuori posto)Calipso.
Feci il saluto militare fingendomi indifferente alla sua bellezza, mentre ella varcava la passerella.
Ordinai l'attenti all'equipaggio, dando l'attacco al preludio della mia odissea.

Sempre detto senza presunzione di aver ragione.
In bocca al lupo Smile

@Sottoscrivo, come pocìhe altre volte, tutto quanto ti ha appena detto Valeria. Togli tutti i sembra(col "sembra" si racconta, e non va bene, Fai vedere, mostra, non stare nel dubbio!)
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Paolo Ninzatti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2005
Località: Danimarca

MessaggioInviato: Dom 18 Nov 2012 23:14    Oggetto: Cita

Sono alle stelle! Alcuni dubbi vengono cancellati grazie all'intervento di Lia e Valeria, con il beneplacito di Salvo. Lia, la tua versione è fantastica. Scorre, ha il ritmo giusto. Farò una sintesi tra la tua e le osservazioni di Valeria. Alcuni dei dubbi, infatti consistevano, l'uno nel trattino tra Isotta e Fraschini, l'altro sulla, ammetto, affrettata correzione col "contatto nasale" del quale non ero convinto. Lia ha tolto, l'"elegantemente" In compenso Valeria propone un bel "elegante e deciso", del quale farò tesoro. Non sono ancora convinto se specificare subito in quale guerra ci si trovi. Cave Infodampum. Il "dietro lei" senza "di" era una svista. Era come uno stacco di batteria mancante. Quanto a specificare marche e modelli di armi, so che piace ai lettori di Segretissimo. Più avanti ce ne saranno altri.

Approfitto per ringraziare particolarmente tutti gli ospiti del post. Romina, per i dettagliati commenti. Catia e Simonetta per l'incoraggiamento e il tifo, Marco per aver confermato che la storia si appella ai lettori di Segretissimo. Salvatore: ambientando l'incipit a Napoli pensavo a te. È la Napoli che fu, quella di Ninì Tirabusciò, 'a mossa, questo munno nun ce piace nui l'avimmo a riformá. La bella è una Sofia, il capitano è invece un Vittorio de Sica dei tempi che fu, quando era giovane e assomigliava a Christian da giovane. Bacardi: facendo scendere la bella col cappello piumato da un'Isotta Fraschini pensavo a te. Liudmila: l'idea di scrivere una storia per Segretissimo ambientata in altri tempi mi ronzava in testa da mesi, ma è stato grazie al tuo Delitto a Mompracem che mi è venuto il coraggio di farlo. Chiaro che Salgari non c'entra, ma la storia inizia in un porto e prevede un'odissea. Il protagonista è un capitano. È lapalissiano che non si svolgerà né in montagna, né nel deserto. Combat o spy story? Non posso anticiparvi niente. Ma mi ha fatto piacere che vi abbia colpito e incuriosito, e ad alcuni abbia persin fatto venir voglia di migliorarla. Mi sembra di ritornare ai bei tempi in cui, da autore e compositore mi trovavo in studio con arrangiatori, produttori ed esecutori che abbellivano le mie creazioni. Mi aspetto altri interventi da altri colleghi. E nel frattempo continuo a tagliare, correggere, migliorare, semplificare. Grazie dei canestrini, del tifo e dei bocconi da lupi. E se avessero poteri magici? Calma Paolo, niente magia! Si tratta di Segretissimo e non di Urania! Evil or Very Mad Rolling Eyes

Paolo Ninzatti Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Top
Profilo Messaggio privato
lia



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4072

MessaggioInviato: Dom 18 Nov 2012 23:31    Oggetto: Cita

E' davvero un piacere leggere le tue parole... Smile
Ed è un piacere poter condividere una passione comune scambiandosi consigli e suggerimenti con serenità.
_________________
Lia Tomasich
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a GRANDE INIZIATIVA WMI-MONDADORI Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum