WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Ansia da prestazione???


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Athenry



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 147
Località: da Roma a Bologna

MessaggioInviato: Mar 09 Ott 2012 22:58    Oggetto: Ansia da prestazione??? Cita

Ciao ragazzi, avrei una curiosità...
Vi capita mai di trovarvi, proprio prima di iniziare a buttar giù qualcosa, impantanati in quella che potrebbe definirsi "ansia da prestazione"?
In che senso, direte voi? E' presto detto.
Mi accade spesso di aver già una buona parte della storia in testa, ma di non riuscire a scriverla perchè proiettato all'utilizzo futuro che si potrebbe far di quel testo: Piacerà? Sarà di interesse? Potrà mai essere pubblicato? La tematica "tra" o "non tira"?

Probabilmente parliamo di semplice paranoie, ma che puntualmente tornano ogni volta... Confused
_________________
"Fuga di Natale" - 365 Racconti di Natale (2013)
Top
Profilo Messaggio privato
Lady Holmes



Registrato: 02-04-2011 00:31
Messaggi: 2241
Località: Piemonte

MessaggioInviato: Mar 09 Ott 2012 23:15    Oggetto: Cita

Ciao, io penso che è in parte giusto farsele quelle paranoie. Ma io le domande me le faccio mentre elaboro in testa il racconto, e poi scrivo quando è tutto chiaro. Penso che sia fondamentale credere in quello che scrivi, se non ci credi tu, non ci crede nemmeno il lettore. Quando una cosa non mi convince, non inizio a scriverla. La lascio in testa a decantare finché non trovo lo snodo che cercavo o quel che non mi convinceva si risolve. Non riuscirei a iniziare a mettere giù qualcosa che in testa non funziona. E quando scrivo cerco di farlo con le idee chiare. Di sapere prima di iniziare per quale concorso o iniziativa intendo proporlo, perché questo influisce molto sul formato. Non ho molto tempo per scrivere e lo voglio gestire al meglio. Questo mi porta a non scrivere molto, e a fare una revisione micidiale, ma al momento tutto quel poco che ho scritto è sempre stato pubblicato e per me è un sistema che funziona. La mia filosofia è: meglio poco ma ben pensato e ben curato. Le domande me le faccio prima e dopo, nella revisione, ma quando scrivo, scrivo e basta, lasciandomi trascinare dalla storia che è già in testa e che si dipana come un film davanti agli occhi. Laughing
Top
Profilo Messaggio privato
Athenry



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 147
Località: da Roma a Bologna

MessaggioInviato: Mar 09 Ott 2012 23:19    Oggetto: Cita

Lady Holmes ha scritto:
Ciao, io penso che è in parte giusto farsele quelle paranoie. Ma io le domande me le faccio mentre elaboro in testa il racconto, e poi scrivo quando è tutto chiaro. Penso che sia fondamentale credere in quello che scrivi, se non ci credi tu, non ci crede nemmeno il lettore. Quando una cosa non mi convince, non inizio a scriverla. La lascio in testa a decantare finché non trovo lo snodo che cercavo o quel che non mi convinceva si risolve. Non riuscirei a iniziare a mettere giù qualcosa che in testa non funziona. E quando scrivo cerco di farlo con le idee chiare. Di sapere prima di iniziare per quale concorso o iniziativa intendo proporlo, perché questo influisce molto sul formato. Non ho molto tempo per scrivere e lo voglio gestire al meglio. Questo mi porta a non scrivere molto, e a fare una revisione micidiale, ma al momento tutto quel poco che ho scritto è sempre stato pubblicato e per me è un sistema che funziona. La mia filosofia è: meglio poco ma ben pensato e ben curato. Le domande me le faccio prima e dopo, nella revisione, ma quando scrivo, scrivo e basta, lasciandomi trascinare dalla storia che è già in testa e che si dipana come un film davanti agli occhi. Laughing


D'accordissimo. Ma è questo è il problema! In testa (nella mia di testa...) le cose funzionano. Scrivo di qualcosa che mi piace e le storie che creo, mi piacciono anch'esse. Il problema è sempre rivolto a eventuali lettori...
_________________
"Fuga di Natale" - 365 Racconti di Natale (2013)
Top
Profilo Messaggio privato
Lady Holmes



Registrato: 02-04-2011 00:31
Messaggi: 2241
Località: Piemonte

MessaggioInviato: Mar 09 Ott 2012 23:25    Oggetto: Cita

Lascia che a quello ci pensi chi deve giudicare il tuo lavoro. L'importante è essere aperti alle mazzate costruttive, non serve tirarsene da soli di inutili;-) Alla peggio che succede? Che hai perso del tempo a fare qualcosa che ti piace e che puoi sempre imparare dagli errori. Sta sereno e scrivi! Laughing
Top
Profilo Messaggio privato
roberto g



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1151
Località: Civitanova Marche

MessaggioInviato: Mar 09 Ott 2012 23:25    Oggetto: Cita

Se ci credi, il lettore se ne accorge e ti segue!
_________________
Roberto Guarnieri

"Ed Egli aveva visitato il Tilmun e comprendeva le lingue di prima del Diluvio" epopea di Gilgamesh
Delos Digital: Il Circolo Dell'Arca
Terra Incognita
Finalista Algernoon 2012 e 2015, Stella Doppia 2013, Robot 2014
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Athenry



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 147
Località: da Roma a Bologna

MessaggioInviato: Mar 09 Ott 2012 23:29    Oggetto: Cita

Bueno! Ne terrò conto nel prossimo faccia a faccia col foglio...mmmmm a occhio e croce domani Razz

Grazie giovini!
_________________
"Fuga di Natale" - 365 Racconti di Natale (2013)
Top
Profilo Messaggio privato
Recenso



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4737
Località: Provincia di Napoli

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 01:07    Oggetto: Re: Ansia da prestazione??? Cita

El Mariachi ha scritto:
Ciao ragazzi, avrei una curiosità...

Dica...
El Mariachi ha scritto:

Vi capita mai di trovarvi, proprio prima di iniziare a buttar giù qualcosa, impantanati in quella che potrebbe definirsi "ansia da prestazione"?
In che senso, direte voi? E' presto detto.
Mi accade spesso di aver già una buona parte della storia in testa, ma di non riuscire a scriverla perchè proiettato all'utilizzo futuro che si potrebbe far di quel testo: Piacerà? Sarà di interesse? Potrà mai essere pubblicato? La tematica "tra" o "non tira"?

Yep, ce l'avevo eccome qualche settimana fa, per motivi diversi, ovvero mi ballonzolavano in testa tutte le regole di scrittura e sentivo la vocina che mi diceva "Il pdv!" "La coerenza!" "Le assonanze" "Ma sei sicuro che questo vada bene al pubblico?" "C'è sto cavolo di dinosauro?" e mi fermavo a ogni frase finché non usciva pronta per le stampe.

Lascia perdere i trip mentali.
Mi sembri troppo concentrato sul risultato finale. Ai lettori il testo arriverà dopo una serie di passaggi, che comprenderanno innumerevoli tue riscritture, opinioni dei colleghi e infine l'editore.

Può essere che tu, attualmente, stia usando un metodo non adatto a te. Non credo che ce ne sia uno buono per chiunque o per tutti i racconti/romanzi. Dipende da cosa devi scrivere e quindi al buio come si fa a consigliarti?
Per esempio: se si tratta di un 2000 caratteri si può anche scrivere di getto, come viene viene, e poi scolpire successivamente e inventarsi un finale lungo il cammino.
Ma se scrivi un romanzo, la parte di incubazione dell'idea e la progettazione ci vogliono.

So, però, che certe idee, buone o non buone premono in testa e finché non te ne liberi continuano a urlare. Io ti direi: scrivi e lascia perdere il resto. A meno che non ti pagano per farlo, sei ancora libero di scrivere ciò che ti pare. E anche se non fosse vendibile oggi, potrebbe diventarlo in futuro Smile
_________________
Lo scrittore crea; lo scribacchino copia; il fallito copia e dice di aver creato (Io)
EROE IN PROVA
Il labirinto delle realtà, Robot 69
"Non sono esperta di nulla ma so ciò che serve di molto" (Io)
Top
Profilo Messaggio privato
Diego Matteucci



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1993
Località: Codigoro (FE)

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 07:20    Oggetto: Cita

Ti dirò, anche a me succede spesso di bloccarmi proprio all'inizio e ho imparato che l'unico modo per andare avanti è scrivere, soltanto scrivere, anche scrivere delle stupidaggini all'inizio che magari poi toglierò nelle innumerevoli revisioni del racconto. Questo perché molto spesso le idee per i racconti nascono nella mia mente da delle singole immagini, raramente da un determinato finale. Ad esempio tempo fa mi frullava in testa una singola immagine... ho scritto poi quasi una ventina di cartelle per arrivare a quel punto che la mia mente continuava a vedere e devo dirti che quel racconto mi ha dato molta soddisfazione.

Buona scrittura quindi! Wink

Ciao

Diego Matteucci
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9443
Località: Napoli

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 12:57    Oggetto: Cita

Tutto è personale in questa "storia", devi trovare tu il modo di metterla giù e non è detto che il metodo sia sempre lo stesso. Come ti dicevano, può dipendere molto da: vuoi scrivere un racconto per un concorso preciso? Allora devi attenerti a ciò che ti viene chiesto e ciò può farti variare se scriverlo di getto o pensarci a lungo. Vuoi scrivere una tua idea senza dei canoni che ti hanno già prefissato ma in totale libertà? Allora pensa solo all'idea lasciando perdere tutto il resto, sono inutili al momento. Quando poi ti decidi a scrivere, però, fallo nel modo migliore, con uno standard di scrittura elevato: forma, stile, regole grammaticali, ambientazioni e caratterizzazioni dei personaggi, seguiti con particolare cura. Se vuoi proporti a un editore, conoscilo prima di inviargli qualcosa. Non è detto che devi scrivere appositamente per lui, potresti trovare tra i tuoi romanzi/racconti già qualcosa che sia adeguato ma che se ti ponevi prima il problema non avresti mai scritto. Se poi, hai poco tempo, vuoi farti pubblicare tutto quello che scrivi devi solamente scrivere capolavori... o, fare come ti suggerisce Lady Holmes Razz
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
jpaulverlain



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 12553
Località: Palazzolo ACREIDE-RAGUSA

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 13:21    Oggetto: Cita

Valeria, Patrizia e Salvatore ti hanno già detto le stesse cose che ti direi io. Scrivi, se puoi scrivi bene fin dall'inizio; se non ci riesci in quel momento, scrivi lo stesso... la forma la correggerai passo passo. Ma non bloccarti, scrivi e basta!
Salvo
_________________
Salvo Andrea Figura
"Asparago siculo" Giallo24-Mondadori. gen. 2013.
"La neve di Piazza del Campo" Mondadori 3077 2013..
"La Terra, il Cielo e il Costato" History Crime 2014
"La pulce e il cappio" Hist-crime 2015
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage Indirizzo AIM
Roberto Scarcali



Registrato: 24-09-2010 23:23
Messaggi: 1935
Località: Cernusco sul Naviglio (MI)

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 14:00    Oggetto: Cita

jpaulverlain ha scritto:
Valeria, Patrizia e Salvatore ti hanno già detto le stesse cose che ti direi io. Scrivi, se puoi scrivi bene fin dall'inizio; se non ci riesci in quel momento, scrivi lo stesso... la forma la correggerai passo passo. Ma non bloccarti, scrivi e basta!
Salvo

Quoto! E se proprio non ci dovessi riuscire, ci sono sempre le pilloline blu. Ah no, scusa, quelle servono per altro. Laughing
_________________
Roberto Scarcali
Top
Profilo Messaggio privato
Irene Vanni



Registrato: 18-08-2005 15:49
Messaggi: 5220
Località: Pontedera (PI)

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 14:37    Oggetto: Cita

Bisogna cominciare a scrivere dopo un po' che la scaletta ha decantato. Se a distanza di tempo l'idea sembra ancora funzionare allora si scrive. Proprio perché la rivaluti a distanza di giorni il tuo sguardo dovrà essere oggettivo, il "per me" o il "per gli altri" non ha senso.
_________________
www.facebook.com/pages/Irene-Vanni/137195933004814
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
vincenzo.vizzini



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 754

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 19:01    Oggetto: Cita

Ciao Ragazzi,
Tutto vero quello che ti hanno consigliato, ciò che può aiutarti è metter alla corda la tua "idea" prima di scrivere e non preoccuparti troppo di cosa ne penseranno gli altri. Solo quando avrai finito potrai cercare di capire se quello che volevi dire passerà al lettore.
Prima c'è tanto lavoro di impostazione e di collaudo della bontà dell'idea, il controllo della tecnica (pdv ecc.) viene nel momento della revisione, prima non te ne stare troppo a preoccupare.
Recenso ha scritto che "magari per un racconto di 2000 battute puoi scrivere di getto", invece proprio perché hai pochissimo spazio la tua programmazione deve essere ancora più curata...
Ma ne possiamo parlare, magari prendendo spunto dagli articoli sulla rivista proprio sul modo di scrivere racconti.
Ciao a tutti
Vv
_________________
Vincenzo Vizzini
vicedirettore Writers Magazine Italia
curatore della collana Delos Crime
www.vincenzo-vizzini.it
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Athenry



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 147
Località: da Roma a Bologna

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 19:10    Oggetto: Cita

Ottimo! Grazie a tutti per i consigli! Wink
_________________
"Fuga di Natale" - 365 Racconti di Natale (2013)
Top
Profilo Messaggio privato
Recenso



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4737
Località: Provincia di Napoli

MessaggioInviato: Mer 10 Ott 2012 22:05    Oggetto: Cita

Ehehehe, non ne dico una giusta.

Sui 2000 caratteri mi riferivo a mie recenti esperienze personali dove ho iniziato senza una rotta e il racconto mi si è praticamente srotolato da solo in poche ore. Col senno di poi ho notato che aveva già una struttura, c'erano connessioni tra le parti di cui mi sono resa conto in un secondo momento. Come se la storia fosse nella mia mente da tempo, anche se non l'avevo programmata.
Anche in musica esiste l'improvvisazione, in fondo...

Ok, mi rileggerò gli articoli Very Happy
_________________
Lo scrittore crea; lo scribacchino copia; il fallito copia e dice di aver creato (Io)
EROE IN PROVA
Il labirinto delle realtà, Robot 69
"Non sono esperta di nulla ma so ciò che serve di molto" (Io)
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Scrivere racconti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum