WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


COMMENTI AI RACCONTI PUBBLICATI DA MONDADORI


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 32, 33, 34  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Manuela



Registrato: 21-07-2006 11:24
Messaggi: 957

MessaggioInviato: Ven 03 Feb 2012 18:58    Oggetto: Cita

Grazie a tutti Very Happy ! Ogni commento è per me, prezioso!
_________________
Manuela Costantini
Top
Profilo Messaggio privato
lucisferente



Registrato: 16-09-2009 12:30
Messaggi: 500

MessaggioInviato: Ven 03 Feb 2012 19:18    Oggetto: Cita

La Rivolta dei Miracolati - Samuele Nava

Con o senza neve, oggi ho messo le mani su un Urania e su un Giallo. E mi sono subito sparata il racconto di Samuele Nava.
E' il primo di questa selezione che leggo ed ero emozionata come se fosse mio. (Samuele, mi dai i diritti? *C*)
Durante la lettura sono rimasta colpita soprattutto dall'ambientazione: concreta e coloratissima, sembrava di vedere un film. E' sicuramente la cosa che ho gradito di più del racconto, la palpabilità delle scene, dei dettagli, dei personaggi. Era tutto molto tangibile.
Appena è stato nominato "Legione" ho capito subito che non era un buon missionario che aveva battuto la testa, bensì il villain della situazione, naturalmente: non che l'effetto sorpresa avrebbe regalato di più al racconto, anzi. Fremere per la situazione che si sgretola sotto i piedi dei personaggi ignari senza poter fare niente inchioda l'attenzione e mette l'acqua alla gola nel voler arrivare alla fine.
...povero Cristo, il Cristo. Che tenerezza.
L'unica cosa che mi ha fatto un po' pensare è stata "la cosa del riavvolgimento temporale" (perifrasi a prova di spoiler) ma comunque gradevole.
In sostanza è davvero un bel racconto e si divora. Capisco il perché della selezione. Complimenti, Samuele! Sono felice di averti letto!
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Maurizio Maggi.



Registrato: 10-10-2010 16:19
Messaggi: 266
Località: Torino

MessaggioInviato: Ven 03 Feb 2012 20:54    Oggetto: Cita

Finito anche il racconto di Emilio. Che bello! È molto “napoletano” nel senso più caldo, simpatico, colorato, vitale e non saprei cos’altro aggiungere, che significa per me questo termine.


In particolare ho apprezzato:
-Ambientazione calda e viva, sembra di essere lì.
-Dialoghi molto efficaci.
-Registro dell’ironia al livello giusto, né troppo né poco.
-Tanti personaggi, ma tenuti insieme bene dalla sceneggiatura.
-Il nobile decaduto e il suo maggiordomo sono una splendida coppia.

M.
Top
Profilo Messaggio privato
emilio daniele



Registrato: 23-04-2005 10:53
Messaggi: 1350
Località: Sarno, provincia di Salerno

MessaggioInviato: Ven 03 Feb 2012 20:59    Oggetto: Cita

grazie Maurizio!
_________________
"La vita non è il supporto per l'arte. E' il contrario" Stephen King
" Le critiche sono vitali, le coccole...evitabili" Emilio Daniele.

Guarda le mie foto, leggi i miei estratti su facebook al: https://www.facebook.com/profile.php?id=1524397922
Top
Profilo Messaggio privato
giabbo



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 494
Località: Lucca

MessaggioInviato: Ven 03 Feb 2012 22:47    Oggetto: Cita

Finito quello di Samuele, del quale ho apprezzato in particolar modo la ricercatezza dei dettagli, i nomi dei luoghi e quelli degli indumenti, e le metafore sempre azzeccate, mai ridondanti o eccessive.
Quello di Emilio non l'ho letto perché ci sono alcune pagine che sono stampate male (lo stesso nel resto del libro). A chi devo far causa? A Emilio o all'Editor??? Twisted Evil
_________________
Lorenzo Fontana


Ultima modifica di giabbo il Sab 04 Feb 2012 10:24, modificato 1 volta in totale
Top
Profilo Messaggio privato
Diego Matteucci



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1993
Località: Codigoro (FE)

MessaggioInviato: Ven 03 Feb 2012 23:16    Oggetto: Cita

SOTTO LA PELLE DI PARTENOPE - Emilio Daniele


Io non sono napoletano, ma leggendo questo racconto avvertivo i profumi e gli olezzi dei vicoli, le voci confuse e confusionarie dei venditori... insomma ero lì con i tuoi personaggi, Emilio. Hai costruito davvero una storia perfetta... con l'unica pecca: i tuoi personaggi sono in cerca di un romanzo. Non a caso Franco Forte ti ha "suggerito" di scriverlo, perché loro hanno bisogno anche secondo me del largo respiro che solo un romanzo può dare.

Ancora complimenti.

Suggerisco di leggere anche L'angolo del direttore finale di Costanzo, dove parla di thriller, interessante soprattuto per quella discussione aperta su questo genere letterario.

Diego Matteucci
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9443
Località: Napoli

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 00:04    Oggetto: Cita

Mi domandavo una cosa: su Urania c'è una piccola scheda su Samuele, cosa che non ho trovato sui Giallo per Manuela ed Emilio, come mai?
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Simone Carletti



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 1150
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 01:22    Oggetto: Cita

La Rivolta dei Miracolati - Samuele Nava

Samuele, il tuo racconto è visionario e potente. Prendi un episodio religioso notissimo (il più noto?) e lo capovolgi destrutturandolo, per poi "annullarlo" con la trovata finale: opera di grande raffinatezza letteraria e culturale. Ho amato molto il tuo stile sanguigno e al contempo elegante, i tuoi personaggi vividi e la cura dei dettagli. Lo trovo un lavoro difficile da eguagliare, almeno per me che ho ancora molto da imparare. L'unica pecca - se così si può definire - il passaggio sul riavvolgimento del tempo: l'ho trovato fuori contesto, leggermente debole. Comunque ti dò un nove pieno!
_________________
La vera casa dell'uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi (Bruce Chatwin)
Top
Profilo Messaggio privato
samuele nava



Registrato: 26-11-2007 20:19
Messaggi: 819

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 01:36    Oggetto: Cita

Grazie a Lucisferente e Giabbo e Simone Very Happy


E domani (anzi, oggi) finalmente volo in edicola, pattinando sul ghiaccio, e i gialli e il nero saranno miei!
Top
Profilo Messaggio privato
Aspide



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 951
Località: Perugia

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 09:25    Oggetto: Cita

Ieri durante una sosta della bufera, sono riuscita ad arrivare all'edicola e a impadronirmi dei due gialli mondadori e dell'urania in questione.
In serata, mi sono messa tranquilla per leggere il primo: "Sotto la pelle di Partenope". Non ci crederete: il mio GIallo Mondadori n. 3050 è illegibile. Il nero sulle pagine è sbiadito e slavato, come quando la stampante ha finito l'inchiostro. Illegibile, e ora qua fuori c'è un mucchio di neve e sette gradi sotto lozero, per cui .... Sono molto delusa.

Ho letto allora il secondo racconto "Le brave persone"
di Manuela Costantini. Poi ci ho dormito sopra. Che dire?
1) Bel racconto, scritto con una scorrevolezza che invidio. Fila via che è un piacere e si legge in un attimo;
2) Dialoghi realistici, veri, attraverso i quali l'autrice riesce nell'impresa di farci conoscere storia, personaggi e loro pensieri; (invidio anche questa grande qualità)
3) Personaggi ben caratterizzati, con un'identità ben precisa. In particolare l'avvocato, il protagonista- narratore, di cui l'autrice ci fa conoscere anche gli appetiti giornalieri (biscotti al latte) la e situazione familiare (La amo quando mi chiama stella)
4) In qwuanto alla storia, mentre leggevo, mi sembrava senza dubbio plausibile. Stamattina non ne sono più tanto convinta. Senza dubbio, l'intreccio è ben strutturato e i tasselli si incastrano tra loro, ma c'è qualcosa che non funziona.
In pratica: nel 1994 Neda litiga con il marito, geloso e fedifrago, che nel corso della lite cade e muore. Questo è almeno ciò che la donna crede.
Invece, l'amante del fellone, non appena lei esce di casa si precipita su con una siringa piena di cianuro di potassio e zac!!! lo uccide.
Ora, mi chiedo: come è possibile? Che faceva, l'assassina? Era rimasta in attesa nel sottoscala con la siringa in tasca in attesa del momento propizio?
E poi, perché, improvvisamente, aveva preso a mandare a Neda messaggi minatori?
Queste sono solo alcune considerazioni che, però, non inficiano affatto la piacevolezza della lettura. prima di essere un bel giallo, "Le brave persone" è davvero un bel racconto.

Stasera leggerò quello di Samuele. Sono costernata per quello di Emilio. Non è giusto!!!
Top
Profilo Messaggio privato
Manuela



Registrato: 21-07-2006 11:24
Messaggi: 957

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 11:37    Oggetto: Cita

Grazie Aspide per l'accurata lettura che hai dedicato al mio racconto.
Cercherò, nei miei prossimi lavori Very Happy , di tenere conto delle tue segnalazioni. E anche di quelle di Salvatore.
Non avete idea di quanto sia prezioso il commento di lettori attenti come voi!
E, ovviamente, grazie anche a tutti gli altri Very Happy !
_________________
Manuela Costantini
Top
Profilo Messaggio privato
Alain Voudi'



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 4107

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 11:38    Oggetto: Cita

La rivolta dei miracolati, di Samuele Nava

Mozzafiato, fino in fondo.
Non citerò passaggi da brividi, per non rivelare troppo sulla trama; ma non posso non acclamare la ricchezza dei dettagli (ah, la documentazione!) e delle atmosfere che Samuele è riuscito a infondere nel suo racconto: bello, bello, bello.

Anche il finale, sul quale qualcuno ha espresso qualche perplessità, mi è invece sembrato l'unico possibile -- a meno di non voler ricalcare la strada del "Vangelo secondo Gesù Cristo" di Saramago, opera irraggiungibile. Forse esistevano altre soluzioni narrative, è vero, ma non è detto che fossero migliori di questa, che trovo perfettamente adatta allo scopo e in linea col resto del racconto.


Tutto ciò premesso, mi pare di commettere un reato di lesa maestà a sottolineare qualche difetto di editing. Un refuso (manca un apostrofo a pagina 226: "l indemoniato"); e c'è qualche sbavatura stilistica perfettamente evitabile (un "piccolo sasso", per il quale "pietruzza" o anche solo "sassolino" sarebbe stato più adatto; e soprattutto il cacofonico finale "poltiglia vermiglia", che chiude un racconto eccellente proprio con una delle pochissime stonature).

Ma sono dettagli. Il racconto è un modello cui ispirarsi.
Grazie, Samuele. Wink



(p.s. i Gialli di febbraio, qui da me, non è ancora uscito: possibile? Toccherà attendere fino a lunedì Sad )
_________________
Alain

Leggi Trainville!
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Marco P. Massai



Registrato: 07-02-2011 13:52
Messaggi: 1821

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 12:07    Oggetto: Cita

Sotto la pelle di Partenope - Emilio Daniele

Una trama semplice, non scarna bensì di facile lettura a mano a mano che la storia prosegue, a sostenere il vero punto di forza del racconto: i dialoghi. Originali, spiritosi ma funzionali, caratterizzano e l'atmosfera di quella Napoli di cui è facile innamorarsi, e i protagonisti che bucano le pagine con la loro simpatia tridimensionale, che li rende vivi ed efficaci.

Letto tutto d'un fiato.

@Emilio: so che preferisci le critiche ai complimenti, quindi non vado oltre e mi taccio.
Top
Profilo Messaggio privato
emilio daniele



Registrato: 23-04-2005 10:53
Messaggi: 1350
Località: Sarno, provincia di Salerno

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 12:20    Oggetto: Cita

Sai, ogni tanto un complimento tecnico come il tuo non fa per niente male. Grazie Marco! Very Happy
_________________
"La vita non è il supporto per l'arte. E' il contrario" Stephen King
" Le critiche sono vitali, le coccole...evitabili" Emilio Daniele.

Guarda le mie foto, leggi i miei estratti su facebook al: https://www.facebook.com/profile.php?id=1524397922
Top
Profilo Messaggio privato
Marco P. Massai



Registrato: 07-02-2011 13:52
Messaggi: 1821

MessaggioInviato: Sab 04 Feb 2012 12:38    Oggetto: Cita

Grazie a te! Il tuo racconto mi è di grande sprone: i dialoghi sono un aspetto su cui devo lavorare tanto, e tu ce ne fornisci un esempio magistrale. Vado a farmi 'o café.
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a GRANDE INIZIATIVA WMI-MONDADORI Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, ... 32, 33, 34  Successivo
Pagina 2 di 34

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum