WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Salvatore Stefanelli - Il Nano


Vai a pagina Precedente  1, 2
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Luca Romanello



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2621
Località: Carmagnola - Torino

MessaggioInviato: Lun 19 Dic 2011 07:58    Oggetto: Cita

A parte le cose che ti hanno già segnalato (soprattutto i troppi possessivi), il tuo incipit mi è piaciuto molto. Originale la scelta di presentare i due protagonisti designati svenuti, quasi fossero comprimari sfigati, e divertente il nome del nano.
Anche la scelta del presente non mi dispiace affatto. Fa venire voglia di leggere il seguito.
_________________
Luca Romanello
"Via di fuga"
"Veleno dentro"
KENDALEN.net
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
mm.grazia



Registrato: 20-01-2009 22:06
Messaggi: 366

MessaggioInviato: Mar 20 Dic 2011 00:38    Oggetto: Cita

Il presente si usa nel fantasy come negli altri generi, e personalmente lo preferisco quando l'azione è più veloce, come in questo caso.
Oltre ai possessivi, avrei utilizzato qualche "a capo" in più, credo avrebbe favorito la fluidità della scena. Ma è solo un gusto personale.
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9443
Località: Napoli

MessaggioInviato: Mar 20 Dic 2011 00:52    Oggetto: Re: Salvatore Stefanelli - Il Nano Cita

Qualcosa del genere?

- Maledizione! Tutta colpa tua, elfo. Non potevi startene a casa?
Il nano Gonk tiene ben salda l'ascia bipenne. Dietro ai piedi l’elfo Jardin e il necromante Selidor, svenuti. Di fronte, un branco di lupi famelici.
l'unica via si apre oltre le belve, non c’è altra scelta che affrontarli.
Salvare l’elfo è l’ultimo dei desideri ma ha fatto un patto con il mago e mai qualcuno della stirpe ne infrangerà uno. Due belve si avvicinano da lati opposti, non fosse per la strettoia e la parete alle spalle non avrebbe scampo. I due dietro si stanno riprendendo. Per un attimo si distrae: esser rovinato su di loro aumenterà il disagio con l’elfo e procurerà una ramanzina dal mago. Il fiato di una delle belve gli alita sul collo. La reazione è immediata e decisa. Un colpo tra gli occhi. Nemmeno il tempo di un lamento. Ma non c’è di che rallegrarsi, presto si rialzerà.

Va meglio così? Di sicuro è ancora migliorabile ma, per ora, non ci penso.
Notte
e Grazie a tutti per i commenti.
Salvatore
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Missi



Registrato: 12-10-2009 13:49
Messaggi: 1903

MessaggioInviato: Mar 20 Dic 2011 10:27    Oggetto: Cita

Molto veloce questo incipit (mi riferisco al primo).
Perdonami se mi era sfuggito, ma non li ho letti tutti. Credo.
A ogni modo, come se la caveranno è tutto da vedere. Wink
Ciao!
_________________
Simonetta Brambilla

http://www.facebook.com/simonetta.brambilla

SPIRALI DI GHIACCIO (Chew-9 n.31 - Delos Digital)

MOTHERBOT (Chew-9 n.39 . Delos Digital)
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
mm.grazia



Registrato: 20-01-2009 22:06
Messaggi: 366

MessaggioInviato: Mar 20 Dic 2011 23:32    Oggetto: Re: Salvatore Stefanelli - Il Nano Cita

salvatore stefanelli ha scritto:
Qualcosa del genere?

- Maledizione! Tutta colpa tua, elfo. Non potevi startene a casa?
Il nano Gonk tiene ben salda l'ascia bipenne. Dietro ai piedi l’elfo Jardin e il necromante Selidor, svenuti. Di fronte, un branco di lupi famelici.
l'unica via si apre oltre le belve, non c’è altra scelta che affrontarli.
Salvare l’elfo è l’ultimo dei desideri ma ha fatto un patto con il mago e mai qualcuno della stirpe ne infrangerà uno. Due belve si avvicinano da lati opposti, non fosse per la strettoia e la parete alle spalle non avrebbe scampo. I due dietro si stanno riprendendo. Per un attimo si distrae: esser rovinato su di loro aumenterà il disagio con l’elfo e procurerà una ramanzina dal mago. Il fiato di una delle belve gli alita sul collo. La reazione è immediata e decisa. Un colpo tra gli occhi. Nemmeno il tempo di un lamento. Ma non c’è di che rallegrarsi, presto si rialzerà.

Va meglio così? Di sicuro è ancora migliorabile ma, per ora, non ci penso.
Notte
e Grazie a tutti per i commenti.
Salvatore


Si, è più nelle mie corde! Visto che mi trovo pignoleggiando, mi permetto anche un'altra cosa: quel "dietro ai piedi" io lo avrei sostituito con "dietro di lui", non so perché mi suona meglio. Buona notte a te!
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 9443
Località: Napoli

MessaggioInviato: Mar 20 Dic 2011 23:58    Oggetto: Cita

mm.grazia hai proprio ragione, suona meglio come proponi tu.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a SCRIVERE FANTASY Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum