WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Salvatore Stefanelli - Il Nano


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Salvatore Stefanelli



Registrato: 28-02-2007 22:31
Messaggi: 9441
Località: Napoli

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 10:17    Oggetto: Salvatore Stefanelli - Il Nano Cita

Eccomi con il mio incipit, poco più di 900 battute. Ora al via il massacro... ma, per favore, lasciate gli occhi al lor posto, per il cuore: idem, lo stesso per il cervello, la cistifelia e i "maroni". Insomma, se mi lasciate integro non mi dispiacerà di certo. Very Happy


- Maledizione! Tutta colpa tua, elfo. Non potevi startene a casa?
Il nano Gonk tiene ben salda l'ascia bipenne tra le mani. Dietro ai suoi piedi l’elfo Jardin e il necromante Selidor, svenuti. Di fronte, un branco di lupi famelici. Non c’è altra scelta che affrontarli, l’unica via si apre oltre le belve. Salvare l’elfo è l’ultimo dei suoi desideri ma ha fatto un patto con il mago e mai qualcuno della sua stirpe ne infrangerà uno. Due belve si avvicinano da lati opposti, non fosse per la strettoia e la parete alle sue spalle non avrebbe scampo. I due dietro si stanno riprendendo. Per un attimo si distrae: esser rovinato su di loro aumenterà il disagio con l’elfo e procurerà una ramanzina dal mago. Il fiato di una delle belve gli alita sul collo. La reazione è immediata e decisa. Un colpo tra gli occhi. Nemmeno il tempo di un lamento. Ma non c’è di che rallegrarsi, presto si rialzerà.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.


Ultima modifica di Salvatore Stefanelli il Mar 29 Nov 2011 14:16, modificato 1 volta in totale
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Simone Carletti



Registrato: 13-09-2011 14:56
Messaggi: 1143
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 10:37    Oggetto: Cita

Due premesse: non sono un esperto del genere, come avrete già intuito, e il tuo racconto a me è piaciuto molto. Però, ed è una scelta del tutto personale, avrei usato un tempo al passato e non al presente, perché mi pare si addica di più a un racconto fantasy. Ma ripeto, de gustibus....
In bocca al Lupo Wink
_________________
La vera casa dell'uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi (Bruce Chatwin)
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 28-02-2007 22:31
Messaggi: 9441
Località: Napoli

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 10:44    Oggetto: Cita

Simone, è vero che si usa di più scriverne in forma passata, io ne avevo scritto la prima metà così, ma a un certo punto ho preferito passarla al presente. Mi ha fatto sentire più dentro la scena. Staremo a vedere, ovviamente spero che piaccia ai più e a chi deve scegliere, in particolare. Grazie di averlo letto e commentato.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Lu Kang



Registrato: 17-10-2011 10:34
Messaggi: 1202
Località: Qui e ora

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 12:18    Oggetto: Cita

Mantikora, gli hai inflitto 3 punti ferita.

Laughing
_________________
"Pensate a leggere e a scrivere, piuttosto." (Redazione WMI)
-
"Write. Don't overthink it. Feel it and let it out on the page." (Joe Lansdale)
-
Tutto ha un motivo. Anche la scelta di utilizzare Lu Kang come pseudonimo.
Top
Profilo Messaggio privato
Paul Olden



Registrato: 15-06-2005 22:06
Messaggi: 188

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 12:48    Oggetto: Cita

Bell'incipit trucido. Nella frase "Non potevi startene a casa" non manca il punto interrogativo?
_________________
Il mio poco aggiornato blog personale
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 28-02-2007 22:31
Messaggi: 9441
Località: Napoli

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 18:49    Oggetto: Cita

1 - Nella prima frase manca il punto interrogativo, sì: nel correggere e cambiare cose, come anche il tempo verbale, devo aver fatto confusione.
2 - la sua ascia... in effetti meglio farne a meno.
3 - la parete alle sue spalle... su questo possessivo ho dei dubbi a toglierlo, mi sembra che se non lo metto la parete potrebbe anche essere quella alle spalle dei lupi.
4 - disaggio... proprio sbadato e quel fetente di word non lo ha nemmeno segnalato.
Ho scritto il racconto tra ieri notte e questa mattina, in edicola con gente che entrava e usciva. Nella fretta di mandarlo l'ho riletto in modo rapido ed evidentemente superficiale. Mi son beccato i giusti punti ferita, mi toccherà comprare qualche pozione curativa al mercato di Greyhawk. Se riuscirò ad arrivarci vivo.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Fabio Lastrucci 2



Registrato: 16-09-2003 00:00
Messaggi: 1097
Località: Napoli

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 19:35    Oggetto: Cita

Caro Sal, ci butti dentro la tua storia con piglio deciso. Cosa dirti se non "canestrini" fatati per te? Auguri!
_________________
http://morbidiapprodi.wordpress.com/
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Athenry



Registrato: 15-09-2011 22:06
Messaggi: 147
Località: da Roma a Bologna

MessaggioInviato: Lun 28 Nov 2011 20:25    Oggetto: Cita

Per quello che preannuncia, a me l'intro piace Smile L'unica "pecca" è, come già detto, l'utilizzo del tempo presente che non mi coinvolge granchè, ma per il resto è ok Wink
Top
Profilo Messaggio privato
Antonio Tenisci



Registrato: 30-12-2010 10:52
Messaggi: 1610
Località: Ortona (Ch)

MessaggioInviato: Mar 29 Nov 2011 15:05    Oggetto: Cita

Coinvolgente e chiaro. Per le sequenze di azioni come questa e per coinvolgere il lettore, penso che il tempo presente sia il migliore, anche se per la maggior parte dei romanzi, vengono fatte altre scelte.
_________________
"Leggere moltissimo, scrivere moltissimo, stracciare moltissimo, pubblicare tardissimo."
J.L.Borges
www.antoniotenisci.it
Top
Profilo Messaggio privato
Yanez



Registrato: 22-09-2011 23:52
Messaggi: 2025

MessaggioInviato: Sab 03 Dic 2011 07:56    Oggetto: Cita

Mi piace, Salvatore. Mi sembra chiaro e coinvolgente: un breve discorso diretto e una descrizione precisa della situazione drammatica in cui si trovano che ti fa entrare subito nel racconto.
Solo una frase non mi è chiara: "Per un attimo si distrae: esser rovinato su di loro aumenterà il disagio con l’elfo e procurerà una ramanzina dal mago." Questo "rovinato su di loro" non lo capisco: è qualcosa che si spiega in seguito?


PS: non so come fai a scrivere con i clienti tra i piedi. Probabilmente ogni tanto hai voglia di armarti di ascia e di dare colpi in mezzo agli occhi a qualcuno! Twisted Evil
_________________
Liudmila

«In meno di dieci minuti, la volpe aveva strangolato sette galline e due galli. Nove volte omicida!» (A. Dumas padre)
Top
Profilo Messaggio privato
Salvatore Stefanelli



Registrato: 28-02-2007 22:31
Messaggi: 9441
Località: Napoli

MessaggioInviato: Sab 03 Dic 2011 23:37    Oggetto: Cita

Sì, in parte si spiega più avanti. Grazie del commento.
Sullo scrivere in edicola, capita che ci saino dei tempi morti ma più spesso, quando sento le dita fremere e negli occhi vedo tutto il mondo che voglio scrivere, dimentico di essere un edicolante e i clienti vedono soltanto l'orecchio che porgo loro per ascoltare le richieste e rispondere con il maggior garbo possibile, vista la situazione.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
M.T.



Registrato: 15-12-2008 20:25
Messaggi: 442

MessaggioInviato: Dom 04 Dic 2011 14:03    Oggetto: Cita

Il suggerimento che mi viene da dare quand si scrive è di usare i possessivi lo stretto indispensabile, solo quando ce n'è bisogno: non sembra ma appesantiscono la lettura.

Dietro ai suoi piedi l’elfo Jardin e il necromante Selidor, svenuti. Di fronte, un branco di lupi famelici."

Avrei messo: "Dietro, l’elfo Jardin e il necromante Selidor, svenuti. Di fronte, un branco di lupi famelici." per rendere più incisiva la scena.

Non c’è altra scelta che affrontarli, l’unica via si apre oltre le belve. Salvare l’elfo è l’ultimo dei suoi desideri ma ha fatto un patto con il mago e mai qualcuno della sua stirpe ne infrangerà uno

Hai pensato di usare le " (virgolette) per mostrare i pensieri del nano?
"Posso solo combattere: l'unica via è oltre le belve. Non m'importa della vita di orecchie a punta, ma ho fatto un patto con il mago e mai si dica che uno della mia razza abbia infranto un giuramento." (per fare un esempio)
_________________

Top
Profilo Messaggio privato HomePage
lucisferente



Registrato: 16-09-2009 12:30
Messaggi: 500

MessaggioInviato: Lun 05 Dic 2011 00:57    Oggetto: Cita

Mi colpisce molto la scelta: Jardin e Selidor a terra, i due protagonisti designati, e l'azione portata avanti da un OC, il nano Gonk.
Una scelta coraggiosa ma interessante!
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Diego Matteucci



Registrato: 28-02-2001 01:00
Messaggi: 1919
Località: Codigoro (FE)

MessaggioInviato: Mar 13 Dic 2011 00:50    Oggetto: Re: Salvatore Stefanelli - Il Nano Cita

Non c’è altra scelta che affrontarli, l’unica via si apre oltre le belve.

Io girerei la frase:

L'unica via si apre oltre le belve: non c'è altra scelta che affrontarli.


Diego Matteucci
_________________
www.diegomatteucci.it
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Salvatore Stefanelli



Registrato: 28-02-2007 22:31
Messaggi: 9441
Località: Napoli

MessaggioInviato: Mar 13 Dic 2011 11:16    Oggetto: Cita

Diego, è una possibilità. Quando ho scritto non ci ho pensato ma come la poni tu forse è meglio, mostra di più la visione del nano che pensa alla via di fuga e poi all'unica possibilità che è quella di affrontarli. Come l'ho scritta io, riflettendoci, pone la cosa sotto una luce molto diversa. Il nano sembra darsi una spiegazione al fatto che debba affrontarli, non è una conseguenza di una evidenza come invece dovrebbe essere. Grazie del suggerimento.
_________________
Tace la notte, piena di parole, al vento gelido del nord. Le stelle vibrano nel buio e l'anima non sembra più così sola. Ti parlo, Vuoto, perché tu possa riempirti d'amore.

Vorrei camminare per il mondo, nudo, e sentirmi vestito di Creato.
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a SCRIVERE FANTASY Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum