WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Pubblicazione narrativa breve


Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Chiara Razzi Di Nunzio



Registrato: 04-09-2006 15:24
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Mer 10 Giu 2009 12:22    Oggetto: Pubblicazione narrativa breve Cita

Ciao a tutti!
Ho una domanda: ho letto sulla Guida che varie case editrici accettano anche racconti brevi, ma nella sezione "Tipologia di opere accettate (per la narrativa breve)" c'è scritto sempre "Antologia di racconti strutturata" oppure "Antologia di racconti slegati" o tutt'e due.
Devo dedurne che le case editrici non accettano dagli autori racconti brevi "sciolti", ma solo antologie? Ma allora come fanno a pubblicare antologie di autori vari? (E le pubblicano, ho controllato i cataloghi!)
Quali possibilità di pubblicazione ci sono per un racconto troppo lungo per apparire su una rivista ma non abbastanza lungo da essere pubblicato come romanzo breve?
Grazie in anticipo!
Chiara.
Top
Profilo Messaggio privato
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Mer 10 Giu 2009 12:48    Oggetto: Cita

Eh... non è una domanda di facile risposta.
Le case editrici possono scegliere di pubblicare raccolte di racconti, anche si autori vari, ma non sempre accettano di ricevere racconti in visione. In genere, si organizzano in altre maniere, come per esempio trovare l'idea è solo poi cercare i racconti adatti, oppure chiedere a dei loro autori di fiducia di scrivere qualche racconto adatto al tema (un po' come fa Delos), ma difficilmente un editore si metterà a spulciare fra i racconti brevi, soprattutto se non pubblicano delle riviste letterarie (online e non).

Vorrei essere in grado di dirti dove mandare il tuo racconto dalla lunghezza "atipica", ma purtroppo non saprei. In genere, non si tratta di una lunghezza molto utile per il mondo editoriale. L'unica è partecipare a qualche concorso, o trovare a fortuna un bando o un'antologia adatta in preparazione, ma sarà comunque difficile.
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
coca



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 6999
Località: messina

MessaggioInviato: Mer 10 Giu 2009 19:46    Oggetto: Cita

potresti approfondirlo un po', no? Rolling Eyes
_________________
cinzia pierangelini
http://cochina63.splinder.com
http://digilander.libero.it/Tracciatori


cogito ergo sum
Top
Profilo Messaggio privato Yahoo Messenger
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Mer 10 Giu 2009 21:42    Oggetto: Cita

Ma io ho solo altri 70 anni di vita massimo... Crying or Very sad Wink Laughing
Scherzi a parte, approfondire queste cose richiederebbe una mole di tempo e di capacità intepretative non indifferenti.
Facciamo l'esempio Delos. Lo pubblicano raccolte di racconti, anche di autori vari, MA non accettano di visionare raccolte di racconti (almeno, non sempre). E' vero che accettano di visionare racconti, MA solo nell'ambito dell Writers Magazine. Quando pubblicano raccolte di racconti? Quando c'è un progetto a monte, ma a quel punto non è che si vada a visionare i racconti arrivati in redazione. Cioé, magari ANCHE, ma soprattuto si chiedono agli autori amici di scrivere dei racconti. Quindi, bisognerebbe dire che Delos non accetta di visionare racconti nell'ambito delle raccolte se non su invito, giusto? E invece no, perché in genere anche gli esordienti sono benvenuti a partecipare a questo tipo di bandi, quindi non sarebbe prettamente esatto. Quindi Delos accetta di visionare racconti di esordienti? Be', sì, ma anche no, perché le raccolte di racconti non nascono sempre (vedi i draghi), e se non c'è un bando pubblico allora i racconti non servono e vengono letti magari per altri scopi, come pubblicarli sulle riviste online...
Insomma, non so voi, ma a me è venuto già mal di testa... e si tratta della casa editrice con cui collaboro, figurati arrivare a capire le altre... Laughing
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
coca



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 6999
Località: messina

MessaggioInviato: Mer 10 Giu 2009 22:36    Oggetto: Cita

ma no Leonardo, parlavo del racconto!!! Razz
_________________
cinzia pierangelini
http://cochina63.splinder.com
http://digilander.libero.it/Tracciatori


cogito ergo sum
Top
Profilo Messaggio privato Yahoo Messenger
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Gio 11 Giu 2009 10:46    Oggetto: Cita

Bene... capito male io. Laughing
Se cominciamo così a questa età, mi sa che la mia fase senile sarà spettacolarmente disastrosa... Laughing
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
Chiara Razzi Di Nunzio



Registrato: 04-09-2006 15:24
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Gio 11 Giu 2009 17:02    Oggetto: Cita

Citazione:
potresti approfondirlo un po', no?

Per trasformarlo in un romanzo più che approfondirlo dovrei gonfiarlo! Magari mi sbaglio - in fondo ho pochissima esperienza - ma non credo che sedersi a tavolino con l'intento di trasformare un racconto che è compiuto in se stesso, e già editato, in un romanzo solo per facilitare la pubblicazione sia un atteggiamento costruttivo.

Citazione:
Le case editrici possono scegliere di pubblicare raccolte di racconti, anche si autori vari, ma non sempre accettano di ricevere racconti in visione. In genere, si organizzano in altre maniere, come per esempio trovare l'idea è solo poi cercare i racconti adatti, oppure chiedere a dei loro autori di fiducia di scrivere qualche racconto adatto al tema (un po' come fa Delos), ma difficilmente un editore si metterà a spulciare fra i racconti brevi

Ma io mi riferisco a quelle case editrici che accettano anche narrativa breve. Ammesso che non abbia frainteso tutto, nella guida ce ne sono alcune (inclusa la Delos) che hanno dichiarato di accettare anche racconti e, partendo dal presupposto che sia vero, il mio dubbio è: bisogna inviare per forza un'antologia (strutturata o meno) oppure si possono mandare i racconti anche singolarmente?
Top
Profilo Messaggio privato
S-M-N



Registrato: 04-02-2006 18:44
Messaggi: 690

MessaggioInviato: Gio 11 Giu 2009 17:24    Oggetto: Cita

In genere gli editori cercano racconti sciolti da inserire in antologie in fase di "costruzione", e raramente valutano materiale che gli viene mandato senza essere richiesto per qualche nuova iniziativa.

Riguardo alla lunghezza, io non la vedo come questo problema insormontabile: mi è capitato di trovare raccolte con racconti anche molto lunghi, e analogamente di vedere pubblicati romanzi piuttosto brevi. Comunque sì, c'è una lunghezza "scomoda" che rende certe cose più difficili da "piazzare", anche se a dire il vero per uno scrittore emergente passato il racconto breve è un po' impossibile farsi pubblicare qualsiasi cosa ^^.

Magari aspetta che si presenti l'occasione giusta per quello che hai scritto tu, io ho romanzi nell'hard disk ormai da più di 10 anni. Purtroppo!

Per l'altro problema, è molto più facile "gonfiare" un romanzo che "sgonfiarlo": se aggiungi qualche scena che non serviva magari si annacqua un po', ma io ho dovuto tagliare 30 pagine da un romanzo di 300 e non sapevo cosa togliere senza buttare via allo stesso tempo qualche dettaglio fondamentale.

Simone
_________________
http://www.simonenavarra.net
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Chiara Razzi Di Nunzio



Registrato: 04-09-2006 15:24
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Ven 12 Giu 2009 11:10    Oggetto: Cita

Citazione:
Magari aspetta che si presenti l'occasione giusta per quello che hai scritto

Lo farò, grazie per il consiglio. E mentre aspetto, proverò anche a inviarlo agli editori che nella guida hanno dichiarato di accettare opere di quella lunghezza... non si sa mai!

Citazione:
Per l'altro problema, è molto più facile "gonfiare" un romanzo che "sgonfiarlo"

Sono d'accordissimo! Ma di una storia "gonfiata" non saprei che farmene. E poi, dopo tutta la fatica che ho fatto per "asciugarla" sotto la guida di Franco, sarebbe assurdo inserire ancora più cartelle di quelle che ho tolto, solo per adeguare il racconto a una lunghezza standardizzata!
Top
Profilo Messaggio privato
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Ven 12 Giu 2009 12:31    Oggetto: Cita

Chiara Razzi Di Nunzio ha scritto:
Ma io mi riferisco a quelle case editrici che accettano anche narrativa breve. Ammesso che non abbia frainteso tutto, nella guida ce ne sono alcune (inclusa la Delos) che hanno dichiarato di accettare anche racconti e, partendo dal presupposto che sia vero, il mio dubbio è: bisogna inviare per forza un'antologia (strutturata o meno) oppure si possono mandare i racconti anche singolarmente?

Allora, in genere mandare racconti brevi in visione non è una buona idea.
A volte capita che vengano letti, eh. Io, per esempio, quando ho bisogno di racconti per HorrorMagazine posso pescare dal mucchio di racconti arrivati a tutte le redazioni Delos, o magari cercare tra i vincitori dei premi. Però, non mi metterei mai a leggerli tutti, questo è ovvio. Quindi, se c'è scritto sulla guida potete anche mandarne, ma non pretendete di ricevere risposta. Wink
A limite se vi dicono di non accettare racconti brevi me lo dite e io lo segnalo.

Invece, sarebbe meglio mandare un'antologia intera, tenendo ben presente che le antologie strutturate sono assai preferibili.
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
Chiara Razzi Di Nunzio



Registrato: 04-09-2006 15:24
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Sab 13 Giu 2009 11:45    Oggetto: Cita

Va bene, Heian, grazie.
Top
Profilo Messaggio privato
coca



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 6999
Località: messina

MessaggioInviato: Sab 13 Giu 2009 12:10    Oggetto: Cita

Chiara Razzi Di Nunzio ha scritto:
Citazione:
potresti approfondirlo un po', no?

Per trasformarlo in un romanzo più che approfondirlo dovrei gonfiarlo! Magari mi sbaglio - in fondo ho pochissima esperienza - ma non credo che sedersi a tavolino con l'intento di trasformare un racconto che è compiuto in se stesso, e già editato, in un romanzo solo per facilitare la pubblicazione sia un atteggiamento costruttivo.

Citazione:
Le case editrici possono scegliere di pubblicare raccolte di racconti, anche si autori vari, ma non sempre accettano di ricevere racconti in visione. In genere, si organizzano in altre maniere, come per esempio trovare l'idea è solo poi cercare i racconti adatti, oppure chiedere a dei loro autori di fiducia di scrivere qualche racconto adatto al tema (un po' come fa Delos), ma difficilmente un editore si metterà a spulciare fra i racconti brevi

Ma io mi riferisco a quelle case editrici che accettano anche narrativa breve. Ammesso che non abbia frainteso tutto, nella guida ce ne sono alcune (inclusa la Delos) che hanno dichiarato di accettare anche racconti e, partendo dal presupposto che sia vero, il mio dubbio è: bisogna inviare per forza un'antologia (strutturata o meno) oppure si possono mandare i racconti anche singolarmente?


Gonfiarlo? no, no. Ma se lo ami niente vieta di costruirci un mondo intorno, o no?
_________________
cinzia pierangelini
http://cochina63.splinder.com
http://digilander.libero.it/Tracciatori


cogito ergo sum
Top
Profilo Messaggio privato Yahoo Messenger
Chiara Razzi Di Nunzio



Registrato: 04-09-2006 15:24
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Lun 15 Giu 2009 09:06    Oggetto: Cita

Vedi, Coca, la storia di cui sto parlando per me è completa così. E' una vicenda che ha un inizio e una fine ben definiti, non potrei né ampliarla (ok, forse potrei inserire un paio di scene nuove, ma niente di più) né lavorare sugli elementi che ci sono già, approfondendoli al punto da tirarne fuori un romanzo.
Ho scritto altri racconti che magari sarebbero più adatti a trasformarsi in romanzi, se mi ci mettessi d'impegno, ma in questo caso particolare la storia è troppo compiuta, troppo autonoma per pensare di aggiungere/allargare scene, personaggi ecc.
Se non riuscirò a "piazzarla" così com'è, pazienza.
Può darsi che in futuro cambierò idea e deciderò di tornarci su, di inserire altri personaggi, di ingarbugliare la vicenda ancora un po', ma ora come ora non lo vedo proprio lievitare dalle sue 23 cartelle a... quante? 100? 150?
Sarà per il tipo di racconto, sarà un difetto della mia capacità creativa...
Ora mi fermo, altrimenti finisco OT.
Ad ogni modo, grazie per il consiglio, Coca! Lo terrò presente per le prossime storie!
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Guida agli editori che pubblicano Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum