WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Vi è mai capitato di non riuscire a finire un libro?


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
honey986



Registrato: 18-03-2009 22:46
Messaggi: 83
Località: Genova

MessaggioInviato: Gio 21 Mag 2009 13:34    Oggetto: Vi è mai capitato di non riuscire a finire un libro? Cita

Premessa: siccome sono un'amante della letteratura che va oltre gli schemi, e prima di dire "non leggo un libro perché tutti lo giudicano male" preferisco sbatterci di naso, ho intrapreso una sfida con me stessa leggendo le 120 giornate di Sodoma.
All'inizio mi piaceva molto... poi sono iniziati i conati... Surprised le ultime 30-40 pagine le ho lette una riga sì e dieci no.......

Vi è mai capitata, per una qualunque ragione, una situazione simile? (non necessariamente con lo stesso libro Rolling Eyes )
_________________
Marta Traverso

'La vera autenticità non sta nell'essere come si è, ma nell'assomigliare il più possibile al sogno che si ha di sé stessi'
(dal film 'Tutto su mia madre')
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Stefanoventa



Registrato: 08-08-2007 10:03
Messaggi: 1297
Località: Padova

MessaggioInviato: Gio 21 Mag 2009 13:47    Oggetto: Cita

Sì, pochissime volte però. Lo ho messi giù e non li ho finiti, alcuni però li ho ripresi molto tempo dopo e li ho letti, si va anche a periodi e momenti. Crdo di poter contare su una mano quelli che non ho voluto proprio finire
_________________
Stefano Andrea Noventa
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Heian



Registrato: 13-09-2005 11:46
Messaggi: 1107

MessaggioInviato: Gio 21 Mag 2009 14:56    Oggetto: Cita

Sì, mi capita, in genere quando il libro non mi piace molto.
Non sono uno di quelli che deve finire i libri a tutti i costi, quindi se non mi va più di leggere mollo tutto e passo avanti. Wink
_________________
Leonardo P.
"La Guida 2011 agli editori che ti pubblicano":
http://www.delosstore.it/delosbooks/scheda.php?id=37812
Top
Profilo Messaggio privato
Andrea Franco



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2316
Località: Roma

MessaggioInviato: Gio 21 Mag 2009 18:03    Oggetto: Cita

certo, mi capita eccome.
Se un libro non mi piace proprio lo mollo. Dopo 20, 50, 200 pagine. NOn c'è una regola. Alcuni mi costringo a finirli magari perché è un classico e mi dico "lo devo finire", punto. Ma quando mi rendo conto che io e un libro non andiamo d'accordo, ciao ciao!!
_________________
"Il peccato e l'inganno" - Collana Oscar Gialli Mondadori
Link Amazon: https://amzn.to/2zoab9Y
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
dued



Registrato: 16-09-2003 00:00
Messaggi: 187

MessaggioInviato: Gio 21 Mag 2009 21:34    Oggetto: Cita

Che io ricordi, mi e' capitato poche volte: da bambina con un Urania, si chiamava Secolo XXIII o qualcosa di simile, perche' non ci capivo niente. Da ragazza con "l'ammutinamento dell'Elsinore" di Jack London. Un autore che amavo alla follia, ma decisamente eterodosso, e in quel libro pendeva verso il razzismo.

Con qualche libro di filosofia orientale. Con un libro su Marco Polo dello stesso autore de l'Atzeco. Non ricordo il nome, me l'avevano prestato.
Troppo morboso.
Poi c'e' tutta una serie del tipo: fai da te il tuo reader's digest, ovvero leggi una pagina ogni dieci giusto per capire il senso.

Mi e' capitato con "l'arte della guerra" di Tse o come cavolo si chiama (troppo pigra per arrampicarmi sullo scaffale a controllare).

Con qualcosa di Balzac. Con un noiosissimo romanzo di fantascienza della Kress, stereotipato fino all'osso.
Con Ammanniti, che non digerisco (so di rendermi impopolare). Con il secondo di Moccia.
No, quello avro' letto tre pagine in tutto.

Con l'ultimo di Endymion, di Simmons. Belli quei libri, ma l'ultimo esagerava, descrizioni noiosissime e lunghissime e racconto di varie gite dei protagonisti, che neanche al dopolavoro ferroviario di Brembate di sotto.

Al momento non ne ricordo altri.
_________________
Milena Debenedetti
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
mag



Registrato: 30-05-2008 15:15
Messaggi: 100

MessaggioInviato: Gio 21 Mag 2009 22:43    Oggetto: Cita

Mi è capitato da piccola con Oliver Twist, a metà libro ho mollato tutto perché volevo uccidere quel bambino.
Però di solito non abbandono un libro, se non mi piace, ma anzi, lo leggo al doppio della velocità, per levarmelo subito di torno, come un dente cariato.
In generale, più un libro mi piace, più lo leggo lentamente, lo assaporo, faccio pause dalla lettura in cui fantastico sui personaggi o cerco di indovinare la storia.
Un brutto libro invece è da un morso e via Rolling Eyes
_________________
Maddalena Selis
Fare, o non fare. Non c'è provare.
Top
Profilo Messaggio privato
Cile



Registrato: 04-09-2007 16:21
Messaggi: 1125
Località: Salerno

MessaggioInviato: Mar 26 Mag 2009 10:05    Oggetto: Cita

Non ho letto il libro di cui parli. In genere li porto tutti a termine ma è capitato che non riuscissi a finire alcuni libri; sono solo due e mi sono ripromessa di rileggerli perché forse non ho colto qualcosa.
Quindi, nell'ordine ecco i miei "incompiuti" :

Il castello dei destini incrociati di Calvino--> strano perché l'autore mi piaceva e anche l'originalità con cui ogni personaggio racconta la sua storia (con le carte dei tarocchi) ma la lettura mi ha annoiata, in molti punti l'ho trovato ripetitivo e l'ho interrotto. Embarassed

La montagna dell'anima di Gao Xingjian---> mi piace lo stile e la sua scelta di alternare i punti di vista in capitoli con un "tu" e con un "io" , mi piace la Cina e la sua filosofia ma il libro scorre troppo lento, non mi ha tenuta imbrigliata. Credo di non aver raggiunto però il "punto di non ritorno" che segna la definitiva dipendenza del lettore. ci riproverò Wink
_________________
Cinzia Leo
Hai mai ascoltato il silenzio del destino quando esplode? (A. Baricco )
Top
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
alessio.taffarello



Registrato: 30-07-2009 21:43
Messaggi: 392
Località: milano/treviso

MessaggioInviato: Mer 30 Set 2009 10:44    Oggetto: Cita

ogni tanto capita di non finirne uno, o di bloccarmi a metà... dipende da come è scritto... certe volte mi risulta pesante andare a vanti con regolarità... altre volte stento a leggere venti pagine e poi le restanti cento le finisco in pochissimo tempo...
_________________
affonda il morso
strappa la carne
ingoia
[CARNE CRUDA]
_____________________
www.myspace.com/alessiotaffarello
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Missi



Registrato: 12-10-2009 13:49
Messaggi: 1903

MessaggioInviato: Mer 03 Feb 2010 15:33    Oggetto: Cita

Melanto ha scritto:


Primo della lista 'Incompiuti':

- "Cent'anni di solitudine": Marquez mi piace, davvero, ma quel libro mi ha sfiancato. Ad un certo punto non capivo più di quale Buendia stesse parlando. Il neurone ha alzato bandiera bianca.



L'ho letto anch'io quel libro e sono riuscita a finirlo tutto! Ma ho fatto fatica anch'io a stare dietro a tutti quei Buondia! Però sono contenta di averlo finito perché il finale mi è piaciuto tantissimo... e poi Marquez è uno di quelli strani (in senso buono) Per esempio il Buondia più vecchio muore e un sacco di fiorellini gialli cadono dal cielo... e ne cadono così tanti che l'indomani devono spalarli via con le pale! E poi c'é una bellissima metafora quando comincia a piovere per tantissimo tempo e dice: la casa era così umida che i pesci sarebbero potuti entrare dalla finestra e uscire dalla porta nuotando nell'aria! (può non essere precisa perché l'ho letto l'anno scorso... ma mi è piaciuto così tanto che ancora me lo ricordo...) E' stata dura anche per me, ma ne è valsa la pena.
Di Marquez ho letto anche Dell'amore e di altri demoni molto più piccolo, ma molto intenso. Missi
_________________
Simonetta Brambilla

http://www.facebook.com/simonetta.brambilla

SPIRALI DI GHIACCIO (Chew-9 n.31 - Delos Digital)

MOTHERBOT (Chew-9 n.39 . Delos Digital)
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
antolusci



Registrato: 11-05-2009 20:38
Messaggi: 322
Località: Genova

MessaggioInviato: Mer 03 Feb 2010 18:12    Oggetto: Cita

A me è successo con Pura vita di Andrea De Carlo e Io Uccido di Faletti. Davvero non riesco a proseguire nella lettura. Sento come un'incudine nella testa in entrambi casi.
_________________
Antonio Lusci
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
Missi



Registrato: 12-10-2009 13:49
Messaggi: 1903

MessaggioInviato: Gio 04 Feb 2010 10:29    Oggetto: Già Cita

Di Faletti me ne avevano consigliato uno (e nemmeno mi ricordo il titolo) ma dopo le prime due pagine l'ho messo giù e ho detto: "no grazie!" Non è che non l'ho finito: praticamente non l'ho nemmeno iniziato. Ci sono libri che vanno di moda (non posso dire che non sia bravo peché non l'ho letto) e vengono pubblicizzati più di altri soltanto perché vengono scritti da persone famose e ci sono libri bellissimi di cui solo in certi ambienti si sente parlare.
Ma se un libro non ci va giù chi ci obbliga? Missi
_________________
Simonetta Brambilla

http://www.facebook.com/simonetta.brambilla

SPIRALI DI GHIACCIO (Chew-9 n.31 - Delos Digital)

MOTHERBOT (Chew-9 n.39 . Delos Digital)
Top
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
_eMMe_



Registrato: 09-09-2009 16:29
Messaggi: 813

MessaggioInviato: Dom 07 Feb 2010 20:24    Oggetto: Cita

Si certo, è capitato spesso. Ormai non li conto neanche più. Il primo però me lo ricordo ancora: Il Libro cuore dopo tre capitoli volevo dargli fuoco. E' stato uno shock: ero una bambina che leggeva qualsiasi cosa e trovare un libro così noioso da non riuscire a finirlo è stato un bel colpo per la mia autostima.
Poi... boh... di grandi classici ho mollato Guerra e pace a metà del libro su Napoleone e La Cripta dei Cappuccini dopo una ventina di pagine.
In generale è difficile, però,, che non finisca un libro: semmai mi fermo un po', leggo altro e poi lo riprendo in mano.
_________________
E' un lavoro bellissimo.
Ed è veramente utile, perché è bello.
Top
Profilo Messaggio privato
trailman



Registrato: 21-12-2010 21:58
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mar 04 Gen 2011 00:46    Oggetto: Cita

Pirsig: "Lo zen e l'arte della manutenzione della motocicletta", ne ho letto a stento poco più di metà, poi ho ceduto.

Faletti: il primo, ne ho lette poche pagine e ho lasciato perdere

Siddharta: l'ho terminato soltanto per testardaggine.
Top
Profilo Messaggio privato
Valeria Nitto



Registrato: 09-09-2009 12:06
Messaggi: 506
Località: Siracusa

MessaggioInviato: Mar 04 Gen 2011 10:15    Oggetto: Cita

mi è capitato solo una volta... eppure è stato un libro molto venduto e i suoi film hanno dei buoni incassi...
Parlo di Moccia... non riesco a proseguire nella lettura e ci ho provato con ben due libri.
_________________
Valeria Nitto
http://www.tempospazio.blogspot.com
«La fantasia è solamente una tela sufficientemente grande per me per dipingerci sopra.» Terry Brooks
Top
Profilo Messaggio privato
silver moon



Registrato: 02-01-2011 18:13
Messaggi: 437

MessaggioInviato: Ven 07 Gen 2011 02:19    Oggetto: Cita

A me è capitato solo due volte. La prima volta con un libro di John Berendt, "Mezzanotte nel giardino del bene e del male", che in realtà mi piaceva molto, ma che ho dovuto mollare per studiare per gli esami di laurea. E la seconda volta, quasi un mese fa, con un libro di Dean Koontz, "La notte del killer". La trama mi piaceva e anche come era scritto, ma non so perchè non riuscivo a leggere più di cinque o sei pagine che già mi addormentavo... Comunque ho intenzione di riprenderlo fra qualche settimana, vedremo. Eventualmente recupererò di nuovo un po' di sonno perso...
_________________
Lucia
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Letture Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum