WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Linguaggio a fumetti


Vai a pagina Precedente  1, 2
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Bartimeus88



Registrato: 01-08-2007 21:12
Messaggi: 288
Località: Messina

MessaggioInviato: Dom 06 Gen 2008 20:26    Oggetto: Cita

Il grassetto serve a marcare maggiormente una parola (come il corsivo in un testo).
_________________
Fatto non fui per dispensar aiuti, ma per sfruttar le altrui canoscenze.

My blog: http://claudio88.wordpress.com/
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
xyfyrrys



Registrato: 14-06-2006 15:02
Messaggi: 123
Località: Milano

MessaggioInviato: Ven 11 Gen 2008 20:03    Oggetto: Cita

Bartimeus88 ha scritto:
Nell'ultimo numero della Writer c'è un dossier proprio sui fumetti. Riguardo al linguaggio direi che si devono fare anche distinzioni dal titolo. Topolino, ad esempio, è pieno di "sob" ed espressioni simili, mentre nei fumetti bonelli e nei manga non se ne trovano (nei manga si usano figure per indicare certi stati d'animo. Le didascalia poi si usano molto in topolino e nei comics (dove sembra che a volte ti piglino per idiota).

Una delle differenze principali è che in un fumetto deve essere disegnato tutto (l'autore deve anche sapere quanti pallini ci sono nei boxer a pois del protagonista) mentre in un racconto molte cose non vengono spiegate, ma lasciate all'immaginazione, per non appesantire il tutto.


Non sempre però nel fumetto viene disegnato tutto, soprattutto in quello d'autore. Basti pensare a Battaglia... altro che pallini sui boxer, c'è una sorta di indeterminatezza grafica che è davvero evocativa...pochi desgni, molta atmosfera...
_________________
oh, tell me... will it freeze tonight?
Top
Profilo Messaggio privato
Patrizio S.



Registrato: 14-03-2007 17:17
Messaggi: 222

MessaggioInviato: Mer 16 Gen 2008 19:04    Oggetto: Cita

Già, il realismo, è cosa che il fumetto, come la letteratura può fare propria o meno.

Ci sono grandi autori che della precisione nel copiare la natura hanno fatto il loro marchio, mentre altri che hanno preferito fare caricature, esprimere maggiormente l'emozione. In molti grandi, penso a Magnus e a Pazienza per esempio, le due cose poi si mischiano, e si alternano verismo e verosimiglianza, fantasia e sperimentazione.

E' proprio la sua vastità che mi fa pensare in positivo alle sue molteplici attinenze con la letteratura!
_________________
Demerzelev & Il Salice Narrante & S.O.S. & Setta dei Poeti Estinti
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Scrivere per i fumetti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum