WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Per mano mia


Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
Drakh



Registrato: 21-07-2006 18:46
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Ven 21 Lug 2006 19:09    Oggetto: Per mano mia Cita

Per mano mia

di Emiliani Luca
drakh_cp2020@tiscali.it


Io mi chiamo David, ed ho un problema con la mia mano destra. E’ una mano nuova, l’ho comprata due settimane fa da un tale che conosco sulla Rooslvelt, mi ha fatto un buon prezzo. E’ in lega di titanio con muscoli artificiali in myomar, l’ultimo modello della Tateyuki Inc. e senza dubbio vale molto più di quanto l’ho pagata. E’ sempre così, quando viene da un morto. L’hanno dotata di ricettori periferici che garantiscono una sensibilità di livello 5, insomma posso ancora apprezzare la delicatezza e il tepore della pelle di una bella ragazza. Le giunture delle dita possono snodarsi in ogni direzione e con qualsiasi angolazione, e questo è senza dubbio un vantaggio per il mio lavoro: faccio il meccanico, la mia specialità sono le auto truccate per le corse clandestine. Con queste nuove dita posso raggiungere facilmente anche gli anfratti più nascosti di ogni motore che mi capiti di elaborare senza dover estrarre tutto il blocco, nonché far felice ogni donna che mi capiti di portarmi a letto.
Però, come dicevo, ho un problema con la mia nuova mano: non è facile da spiegare, tuttavia mi sembra che questa nuova mano destra… insomma, la mia mano cibernetica… mi odia.
Top
Profilo Messaggio privato
Irene Vanni



Registrato: 18-08-2005 15:49
Messaggi: 5220
Località: Pontedera (PI)

MessaggioInviato: Ven 21 Lug 2006 19:55    Oggetto: Cita

Troppo breve per poter giudicare. Ci sono diversi refusi qua e là, e purtroppo non è neppure specificata la traccia di appartenenza. Sad Vittime? Rolling Eyes Le zone oscure? Se fosse sk già troverei l'incipit più interessante... Rolling Eyes Laughing Più che dire che l'idea potrebbe incuriosire se sviluppata bene non saprei... Confused anche se vedo ardua l'impresa di far felice una donna col titanio. Wink
Top
Profilo Messaggio privato HomePage
Gabriella Saracco



Registrato: 03-03-2005 09:19
Messaggi: 2255
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab 22 Lug 2006 16:38    Oggetto: Cita

Ciao, Luca.
Un estratto concentrato Shocked
L'unica cosa che posso dire è che il titolo è molto bello, considerando i contenuti che si leggono nel testo.
Per il resto, cito Irene.
Evviva! questo è il mio post n. 500!
Ciao.
Gabriella
_________________
BACIAMO LE MANI

Gabriella Saracco
Corsara! Ci gabella
Top
Profilo Messaggio privato Indirizzo AIM Yahoo Messenger MSN Messenger
Rirì



Registrato: 16-03-2006 11:53
Messaggi: 435
Località: Roma (dintorni)

MessaggioInviato: Sab 22 Lug 2006 21:00    Oggetto: Cita

Sì, è breve, però...

Già posso immaginare cosa potrebbe combinare questa mano ribelle.

Che diventi una mano assassina contro la volontà del suo proprietario? Troppo scontato? Rolling Eyes
Top
Profilo Messaggio privato
valeria



Registrato: 17-02-2005 19:24
Messaggi: 657

MessaggioInviato: Lun 24 Lug 2006 15:26    Oggetto: Cita

idea curiosa Shocked

Estratto breve ma già fa intuire un po' di trama. Forse un po' troppo breve per dir di più. Rolling Eyes
_________________
Amo teneramente tutto il tempo perso, ogni volta che lo trovo. D. Silvestri

http://www.sfumaturedipensieri.splinder.com
Top
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Andrea Franco



Registrato: 01-01-1970 02:00
Messaggi: 2312
Località: Roma

MessaggioInviato: Gio 27 Lug 2006 20:05    Oggetto: Cita

mi piace lo stile e il modo in cui scrivi, ma davvero è un estratto troppo breve e hai dato l'impressione di non aver letto bene il regolamento (vedi traccia mancante) e ancora meno attenzione ad aspetti che ormai dovrebbero essere aquisiti (d eufoniche, apostrofo al posto degli accenti...).


Nel complesso però molto potenziale, ma un racconto che può tradirti sul finale se non riesci a non banalizzarlo... ma credo non sia così e che sarà un bel racconto...

ciao
Andrea
_________________
"Il peccato e l'inganno" - Collana Oscar Gialli Mondadori
Link Amazon: https://amzn.to/2zoab9Y
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Demonfly



Registrato: 21-01-2005 10:38
Messaggi: 2536
Località: Roma

MessaggioInviato: Lun 31 Lug 2006 11:49    Oggetto: Cita

L'idea e' interessante ma abusata, l'estratto e' troppo corto e infarcito di errori che potevano essere sistemati con una semplice rilettura... peccato.
_________________
Alessandro Maiucchi
http://www.alexmai.it
Problemi con l'inglese? Clicca qui
Top
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Drakh



Registrato: 21-07-2006 18:46
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mar 08 Gen 2008 02:54    Oggetto: Cita

Per mano mia
Racconto di Luca Emiliani
drakh_cp2020@tiscali.it


Io mi chiamo David, ed ho un problema con la mia mano destra. E’ una mano nuova, l’ho comprata due settimane fa da un tale che conosco sulla Rooslvelt, mi ha fatto un buon prezzo. E’ in lega di titanio con muscoli artificiali in myomar, l’ultimo modello della Tateyuki Inc. e senza dubbio vale molto più di quanto l’ho pagata. E’ sempre così, quando viene da un morto. L’hanno dotata di ricettori periferici che garantiscono una sensibilità di livello 5, insomma posso ancora apprezzare la delicatezza e il tepore della pelle di una bella ragazza. Le giunture delle dita possono snodarsi in ogni direzione e con qualsiasi angolazione, e questo è senza dubbio un vantaggio per il mio lavoro: faccio il meccanico, la mia specialità sono le auto truccate per le corse clandestine. Con queste nuove dita posso raggiungere facilmente anche gli anfratti più nascosti di ogni motore che mi capiti di elaborare senza dover estrarre tutto il blocco, nonché far felice ogni donna che mi capiti di portarmi a letto.
Però, come dicevo, ho un problema con la mia nuova mano: non è facile da spiegare, tuttavia mi sembra che questa nuova mano destra… insomma, la mia mano cibernetica… mi odia.

<<Io credo che sia solo una tua paranoia, David, del resto è solo una mano biomeccanica, non pensa e non prova emozioni, esegue solo quello che tu le chiedi di fare. E non è nemmeno l’unico innesto cibernetico che hai in corpo.>>
<<Hey bella, lo so! Ma gli spinotti cervicali ed il NeuralBoost non mi hanno mai dato nessun problema!>>

Venerdì sono stato ad una corsa sulla superstrada R5, se vuoi stare nel giro di quelli che contano non puoi mancare a questi eventi. Gareggiavano trenta macchine di cui due Honda messe a punto da me. I loro proprietari mi hanno chiamato davanti ai cofani aperti per le ultime regolazioni che ho eseguito velocemente grazie ai mini-attrezzi inseriti nelle falangi delle dita. E’ davvero una gran figata, questa mano! Chiuso l’ultimo cofano ho intascato un chip da cento ed ho guardato la mia mano. Sembrava che Lei… in un certo qual modo… sorridesse. Capisco che possa sembrare assurdo, una protesi cibernetica non può sorridere, lo so bene! Eppure sembrava trasmettermi soddisfazione, l’inconfondibile senso di pace che uno può provare quando ha fatto qualcosa di gratificante. Non ero io, era Lei! Ne sono sicuro! La sensazione è durata solo un attimo, ma è stata netta.
Che dovrei pensare? Quando guardo la mia mano artificiale vedo solo placche di titanio e polpastrelli in polimeri, e se chiudo gli occhi sento solamente il lieve ronzio dei servomotori inseriti nel palmo, tuttavia sento che c’è qualcosa di più. Ho parlato con Amàl, l’indiano che me l’ha venduta. Ne ha piazzate altre quattro, e nessun cliente si è lamentato, anzi ne sono tutti entusiasti. Sto pensando di tornare da quel medico che me l’ha innestata, un vecchio muso giallo rinsecchito, non può che essere colpa sua se qualcosa nella mia mano non funziona. Sua e della bettola ripugnante che chiama ambulatorio.

<<Non è l’ultimo modello della Tateyuki, David? E’ improbabile che sia difettosa, con tutti i soldi che spendono nella progettazione…>>
<<Forse hai ragione, vecchia mia, ma qualcosa dal polso in giù non funziona come dovrebbe.>>
<<David… David…. temo che il tuo problema stia da qualche parte dal collo in su…>>

Il dottore dice che la mia mano non ha niente che non va, e che non lo devo più disturbare finché non riscontro qualche problema vero, ma io so che si sbaglia. Ieri sera, per esempio, ero a letto con Hiromi, quella del chiosco di sushi all’angolo. Ragazzi, quanto strillano le giapponesi, se ci sai fare! Le ho fatto provare le delizie delle dita snodabili per scaldarla un po’, ma quando dopo il su e giù mi sono girato dalla mia parte del cubo-casa la mano mi trasmetteva qualcosa di sgradevole, come se mi stesse insultando. Sembrava che mi dicesse “Lo sai che è stato tutto merito mio, la sciacquetta ha raggiunto l’orgasmo prima che tu ti togliessi i pantaloni.” Beh, in fin dei conti è vero, ma sentirselo dire da un pezzo di metallo, per quanto tecnologico possa essere, è davvero umiliante. Non potrebbe fare niente se non ci fossi dietro Io a decidere come muoverla! Quante me ne sarò fatte prima di impiantarmi questa mano? Cinque? Sei? Ok, forse non così tante, ma è sempre stato un successo! Il vecchio David ha ancora molte cartucce da sparare prima di doversi nascondere dietro un pezzo di ferro lucidato a specchio, questo è un dato di fatto!
Hiromi mi ha chiesto se sono libero domani sera.

<<Tu che ne dici, è un problema di hardware?>>
<<E’ un problema di testa, David, la tua testa! Forse ti è venuta la Febbre da Metallo, come la chiamano giù in strada, o se preferisci Sindrome Maniaco-Depressiva Elettroindotta, come la chiamano nelle cliniche della baia.>>
<<Stupida che non sei altro, io mi sento benissimo! E’ Lei che ha dei problemi…>>

Forse dovrei farmi espiantare la cybermano Tateyuki e sostituirla con una nuova mano organica, ma non so dove rimediare i soldi. E poi… no, merda! Ho speso tutti quelli che avevo per questo innesto, ed è un dannato investimento che non ho intenzione di sprecare! Diavolo, risparmio almeno quaranta minuti per ogni auto che mi capita sotto mano, ed ho un kit attrezzi sempre con me. I ragazzi dell’officina hanno cominciato a chiamarmi “Golden Hand” e mi hanno già offerto da bere tre volte. Sarah, la ragazza del padrone dell’officina, oggi mi ha sorriso per la prima volta in due anni. Devo ammetterlo, da quando ho questa mano le cose mi vanno meglio, per cui sarebbe da idioti buttarla via. Devo solo concentrarmi sul mio lavoro e non pensare ad inutili paranoie, anche se certe volte non è per niente facile.
Quando ho consegnato la Mustang a Mike, l’altra mattina, avevo trasformato il suo rottame in un bolide mangia-asfalto. Mike è stato davvero soddisfatto del mio lavoro e mi ha stretto La mano tutto contento. Appena è andato via, però, è successo ancora: La mano mi ha detto “Ha stretto me. Ha ringraziato me. Tu sei solo quello che mi porta in giro.”

<<Dammi retta, David, fatti vedere. Da uno bravo. Ho sentito di un tizio che si è tagliato la gola con un rasoio per colpa di un innesto di bassa qualità. La Febbre da Metallo non perdona.>>
<<Uno strizzacervelli? Mi credi pazzo? Sono un meccanico famoso, io! Mi conoscono tutti giù a Bangalora! Lo capisco quando un aggeggio tecnologico è guasto! La mia mano è rotta!>>

Le cose non stanno andando meglio, tra La mia mano e me. Tutto il resto è ok, i ragazzi dell’officina non mi considerano più uno sfigato e Sarah mi ha dato il suo numero di telefono in gran segreto – me l’ha scritto su un perizoma, quello che aveva addosso oggi - ma continuo ad avere dei problemi. Ho fatto vedere la mia mano ad un cowboy, uno di quei malati di mente che passano le loro nottate immersi nella Matrice tra icone e linguaggi di programmazione, si chiama DareDragon. Ogni tanto viene all’officina per riparare quel bidone che chiama auto, una Toyota buona solo per farci sesso sui reclinabili. Con un paio di cavetti ha collegato il suo cervello alla mia mano, ed è stato fermo e zitto per dieci minuti con gli occhi bianchi che tremavano. Quando ha finito mi ha detto che non ci sono virus nel software di controllo della mia cybermano e che il codice è liscio come il culetto di bimbo. Tra l’altro, ha aggiunto, attualmente i driver che sono già installati sono i migliori in circolazione nella rete. Eppure, ne sono certo, appena sono sceso di nuovo in strada ho sentito La Mano dirmi “Io sono perfetta, è inutile che sprechi il tuo tempo, non ho difetti. Piuttosto, trovami un’altra donna da far godere, Hiromi mi ha stancato. Chiama Sarah.” L’ho guardata inebetito, poi l’ho ficcata in tasca e sono tornato a casa.

<<David, prima che sia troppo tardi devi liberarti di quella mano. Io sono con te da tanto tempo, e ti vedo davvero messo male rispetto al solito.>>
<<E smettila di farmi la predica! Questa Mano è un gioiello, ed è fatta troppo bene per attaccarmi la Febbre da Metallo! Ha solo bisogno di una buona messa a punto…>>

Alla fine sono riuscito a trovare un altro tizio che ha comprato una mano come la mia da Amàl. Si chiama Doug, è negro, è enorme, e fa il pugile nel circuito clandestino di Bangalora. Ha corazzato le nocche e cambiato i mini-attrezzi con un set di scorticatori, dice che da quando ha quella mano ha vinto sette incontri di fila per K.O. nei primi due minuti.
L’ho visto combattere l’altra sera, lui usa le dita snodabili per afferrare a sorpresa l’avversario poi gli leva la pelle con le lame.
“Punta su di lui – mi ha consigliato La Mano – non può perdere perché si fida di me. Anche tu ti fideresti di me, se non fossi così stupido…”
Doug è davvero soddisfatto del suo acquisto, ed a lui non da nessun tipo di problema. E’ solida, sgrana i denti che è un piacere, è appena uscita quindi è ancora poco conosciuta nel giro. Non la cambierebbe per nulla al mondo. Mi ha fatto i complimenti per il mio acquisto e dopo l’incontro mi ha offerto da bere per festeggiare l’ottavo K.O. entro due minuti. In fin dei conti sembra che chiunque si impianti questa mano faccia davvero faville… Farei meglio a tenermela ben stretta…

<<Dove hai messo la tua vecchia mano organica, David? Forse è il caso di tirarla fuori dal cassetto e riattaccarla al polso.>>
<<Stai sbagliando alla grande, ti dico. Questa mano è molto meglio di qualunque mano di carne, deve solo essere revisionata. E poi quella vecchia l’ho impegnata per pagare tre mesi di affitto.>>

Accidenti a me ed alla mia Mano! Anzi, accidenti alla mia Mano! E’ solo colpa sua! Ho chiamato Sarah e l’ho portata fuori – col gruzzolo vinto puntando su Doug - mentre il suo ragazzo, il padrone dell’officina, era nel Boro a vedere le finali di Combat-Hokey. Sarah è davvero una donna fantastica! Indossava un top di pelle bianca traforata e dei pantaloni in lattice con le cuciture luminose. Non me ne intendo di moda, ma credo fosse un completo di Gucci, roba d’alta classe che metteva bene in evidenza le sue curve. Dopo un paio di bicchieri siamo andati in un olo-club e poi a casa sua, sopra l’officina; in dieci minuti eravamo già sotto le lenzuola. Sarah è senza dubbio la donna più bella e sexy che mi sia mai capitato di farmi! Le piace essere insultata a letto, così mentre gemeva sotto l’operato della mia Mano io le urlavo le peggiori offese che mi venivano in mente. Poi ha preso lei l’iniziativa, ragazzi non stavo più nella pelle… ma proprio sul più bello la porta si è spalancata ed è entrato il suo ragazzo, furioso. Mi ha spaccato la faccia e mi ha buttato fuori a calci. Non ho ben capito se mi ha anche licenziato ma credo di sì. Ora sono qui, col naso rotto, le labbra gonfie, un occhio cieco e senza due denti: è tutta colpa della Mano! Dannata, maledettissima Mano destra!

<<Non è troppo tardi, David. Puoi ancora guarire dalla Febbre, devi solo fare a pezzi quella stupida mano di latta e cercarne una organica. Forse Amàl te ne rimedierà una a poco prezzo.>>
<< Sei solo gelosa della mia Mano destra di titanio! E non mi fido di te! Non devi dirmi cosa fare! So benissimo cosa fare!>>

Non so cosa fare. Ho perso il lavoro ed i pochi spiccioli che rimedio mettendo a punto le auto subito prima di una corsa non mi bastano certo per sopravvivere. Sarah mi ha lasciato un messaggio, dice che sono un perdente e non mi vuole più tra i piedi. I miei due incisivi li ha buttati nel cesso…
Doug è stato assunto per fare il buttafuori in un locale per gay e non combatte più, ho provato a scommettere su di un vietnamita pieno di hardware ma è stato ammazzato sul ring. Come se non bastasse Amàl mi ha detto che non ha nessuna intenzione di ricomprare la mia Mano destra, che se qualcosa non va di sicuro l’ho rotta io e, insomma, sono solo affari miei. Adesso sono veramente nei guai! Se solo non avessi dato ascolto a questa stupidissima Mano! Merda, avrei fatto meglio a tenermi la vecchia mano organica, non aveva le dita snodabili ed il kit-attrezzi ma almeno non mi sarei messo nei casini ed avrei ancora il mio lavoro all’officina.
Adesso vago come uno zombie per le strade di Bangalora cercando un maledetto lavoro ma appena mi vedono le contusioni – cavolo, il ragazzo di Sarah mi ha conciato proprio bene – mi ridono in faccia e mi sbattono fuori. L’altro giorno sono entrato in un 24-store per comprare degli spaghetti in lattina, con i pochi crediti che mi restano sul chip non posso permettermi altro, ma alla fine non ho preso niente da mangiare, perché dietro al bancone c’era una vetrina bellissima piena di splendidi, luccicanti…
“Comprane uno David, ci servirà. Investi gli ultimi crediti e vedrai che con quello potrai rimetterti in carreggiata. Devi fare una cosa importante, per cui fidati di me, lo sai che io non sbaglio mai…”

<<Hey! Cosa vuoi fare con quello David? Mettilo via, non fare scherzi!>>
<<Metterlo via? No, non posso… Mi serve, e lo sai a cosa mi serve, giusto?>>
<<David… David! Butta via quel rasoio! Tienilo lontano da me! Sei completamente pazzo, dannazione! Io ti sono sempre stata vicina, abbiamo fatto tante cose assieme, non puoi farmi del male!>>
<<Sta’ zitta dannazione! Aveva ragione la mia Mano destra, dovevo farti fuori prima, sei tu che mi porti sfortuna, devo sbarazzarmi di te!>>
<<Come? Ti prego David, calmati! Non puoi sbarazzarti di me! Non puoi farlo!>>
<<Oh certo che posso… tu non mi servi, tu sei inutile, ha ragione la mia Mano destra quando dice che sei solo un peso… del resto…>>
<<No David! Ti prego!>>
<<…sei solamente la mia stupidissima mano sinistra di carne… Crepa!!>>
<<No! Ti scongiu...>>
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a QUADERNO 3 Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum