WritersMagazine
Credits | Contatti | Invio dattiloscritti | Creare un link


Project Contst


Vai a pagina Precedente  1, 2
Nuova discussione   Rispondi
« Precedente :: Successivo »  
Autore Messaggio
KrAkKa



Registrato: 25-02-2005 03:28
Messaggi: 70
Località: Fano (PU)

MessaggioInviato: Gio 03 Nov 2005 01:44    Oggetto: Cita

Manco da 4 mesi in questo forum e... appena torno nella stanza che più mi sta a cuore noto con piacere che si è creata una bella atmosfera di cooperazione sia teorica che pratica, si parla e si cerca di fare fumetto. Non appena i miei impegni di studio e di lavoro me lo consentiranno spero di essere dei vostri, sia all'interno del forum che come collaborazione concreta per fare fumetti!
Io sono nella vostra stessa situazione: adoro scrivere, adoro i fumetti, quindi adoro scrivere fumetti Very Happy ... ma non so disegnare!

Sad

Ad ogni modo avrei voluto partecipare al Project Contest ma ne sono venuto a conoscenza troppo tardi, inoltre non ho saputo fino all'ultimo se sarei andato a Lucca oppure no!
_________________
Simone Celli

http://krakka.splinder.com
Top
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Lynx



Registrato: 22-08-2005 17:19
Messaggi: 99
Località: Lecce

MessaggioInviato: Gio 03 Nov 2005 15:24    Oggetto: Cita

Ciao Simone,
ma poi ci sei andato a Lucca?
Se "Sì", com'è stata per te come esperienza? Era la prima volta che ci andavi o hai seguito più edizioni?
Mi piacerebbe commentare con qualcuno che ci è stato! Very Happy
_________________
Ilaria
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Gio 03 Nov 2005 15:48    Oggetto: Cita

ciao Lynx,
io c'ero! il 31.
peccato non aver programmato un incontro...
ma in questi ultimi giorni ho avuto delle scadenze che mi hanno allontanato dal forum...

racconta la tua di esperienza.

Basettoni
Top
Profilo Messaggio privato
Lynx



Registrato: 22-08-2005 17:19
Messaggi: 99
Località: Lecce

MessaggioInviato: Gio 03 Nov 2005 16:24    Oggetto: Cita

Ciao Adadago, ma eri allo stand della Disney?
Ci sono passata un po' di volte ma era strapieno di ragazzini che attorniavano in maniera claustrofobica i poveri disegnatori.
Per me Lucca è sempre una meravigliosa esperienza. Un viaggio in un mondo che nessuno dovrebbe abbandonare crescendo: quello della spontaneità e della fantasia, della creatività e del divertimento.
Fino a poco tempo fa giravo Lucca comics solo come "spettatrice", accompagnando il mio ragazzo fumettista. Da un paio d'anni a questa parte la frequento anche come sceneggiatrice e soggettista e sono contenta di notare che le storie che noi presentiamo piacciano.
Ho ascoltato qualche workshop, tra cui quello della Bonelli con Brindisi e la Barbato, ma non ho apprezzato moltissimo gli interventi di quest'ultima. É certo da ammirare la semplicità e il suo coraggio (o incoscienza?) nell'ammettere la sua assoluta mancanza di cultura fumettistica e la fortuna (lei lo ha chiamato "diversamente") nell'arrivare alla Bonelli. Non ho condiviso molto alcuni suoi interventi riguardo il personaggio di Dylan Dog visto da lei, come non ho apprezzato alcune delle sue storie.
Credo che convegni e workshop siano dei momenti di confronto abbastanza interessanti ed efficaci se vissuti in maniera costruttiva da spettatori e artisti.
Ho conosciuto delle bravissime e simpaticissime sceneggiatrici e disegnatrici/disegnatori della Taormina Editore, ho parlato con tantissime persone interessanti di altre case editrici e stand, che hanno apprezzato le nostre idee editoriali e ci hanno pazientemente fornito utili consigli.
Ovvio che non tutti sono gentili e disponibili, ma che ci vuoi fare... è lo stress di quei giorni e della calca di gente... (a volte no Confused , comunque...).
Siamo stati con un pizzico di commozione ad assistere alla presentazione di un libro disegnato e sceneggiato da un nostro amico e conterraneo, che ha "fumettizzato" in maniera eccellente dei casi clinici di Crepet. Un libro che parla di situazioni reali nella vita, per quanto tristemente tragiche.
Ho visto tutte le mostre: dal grande Pratt, alla Nidasio, la Scarpa, Accardi, Bianchi, Toffolo, ecc... Compresa la mostra di tavole originali delle Witch, della tua Disney, Adadago.
Insomma...questo è il mio "reportage"...com'è stare dall'altra parte dello stand? Very Happy
_________________
Ilaria
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Gio 03 Nov 2005 20:53    Oggetto: Cita

ciao Lynx,
non ero fisso nello stand... anche se faccio parte dello staff disney, mi sono presentato in fiera liberamente e dopotutto cercano, come hai detto tu i disegnatori... io sono un UMILE sceneggiatore! in realtà sono andato per incontrare (per la prima volta) Fabio Celoni per un lavoro, un ragazzo veramente in gamba... non solo sotto il profilo della sua professione di fumettista/illustratore!

ho incotrato un pò di amici, Claudio Chiaverotti e Gabriele Dellotto,(l'ultimo da poco) e ho comprato un pò di fumetti arretrati...

l'unico rammarico..... non aver completato la serie di Ratman... sono uno di quelli che ha cominciato tardi e sono uno di quelli che non sopporta di avere una serie (così bella) incompleta......GRRRR

adoro anch'io i workshop e incontri e, prima almeno, ne seguivo tanti...
su paola barbato NO COMMENT!Smile

alla prossima fiera!

[/i]
Top
Profilo Messaggio privato
Lynx



Registrato: 22-08-2005 17:19
Messaggi: 99
Località: Lecce

MessaggioInviato: Ven 04 Nov 2005 17:10    Oggetto: Cita

Già, conosco Celoni, anche se solo artisticamente, ed è molto bravo.
Anche se il suo stile (molto disneyano, appunto) è bellissimo su altre storie, su Dylan Dog non mi piace tantissimo, dà alla storia un'aria troppo grottesca. Nonostante lo stile grottesco mi piaccia, vedi alcune cose di Piccatto ad esempio e di Casertano soprattutto. Come dicevo in un post più sù, poi, mi piace anche lo sttile di Eisner, disneyano, ma che è molto bello anche su storie serissime. Del resto lui ha "inventato" il romanzo a fumetti, nonché la definizione di Arte Sequenziale per il Fumetto!
Anche Chiaverotti è un nome noto su DyD.
Le mostre le hai visitate? Cosa ne pensi?
Very Happy
_________________
Ilaria
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Ven 04 Nov 2005 20:01    Oggetto: Cita

e vero avevo detto unico rammarico la storia degli arretrati di Ratman invece mi hai fatto ritornare in mente un altro punto dolente

...

purtroppo non ho avuto il tempo di visitarle poichè sono arrivato nel pomeriggio e ho passato il poco tempo con amici e, nonostante avessi preventivato di rimanere un giorno in più, sono dovuto tornare la sera stessa...

non ti dico la delusione in serata....


come erano?
Top
Profilo Messaggio privato
Lynx



Registrato: 22-08-2005 17:19
Messaggi: 99
Località: Lecce

MessaggioInviato: Sab 05 Nov 2005 17:07    Oggetto: Cita

Le mostre erano molto belle! Surprised
Per me la più bella in assoluto è stata quella di Pratt, che è un grande della letteratura fumettistica.
Poi, per una questione "affetiva" della mia infanzia, ho visto con molto entusiasmo e qualche lacrimuccia, le tavole (fotocopie in realtà), di Grazia Nidasio, che leggevo ai tempi del Corrierino.
Belle quelle (originali) della Scarpa e di Accardi, bellissime (benché non ami il genere) quelle di Simone Bianchi. In realtà erano dei veri e propri quadri su tela. Come avranno fatto a passarli in stampa? Bho!
É una sorta di artista visionario, un pittore-illustratore, oltre che fumettista. Ma non ho mai letto niente di lui, perché non amo la fantascienza mista al cyber punk.
Poi, ho visto le tavole delle Witch e mi sono chiesta, leggendo la "disquisizione" tra te e simexx sulle sceneggiature Disney: come mai tanto moralismo estremo e iperprotettivismo, verso i ragazzini, su Topolino, quando poi su Witch si parla di ragazzine alle prime esperienze amorose, nonne che muoiono, animaletti domestici investiti (se non sbaglio nelle altre storie Disney si evita di parlare di morte), disagi generazionali tra genitori e figli, ecc? Non è un controsenso? Il target non mi sembra poi così diverso, dalle ragazzine che ho visto aggirarsi alla mostra e agli stand Disney Exclamation
Very Happy
_________________
Ilaria
Top
Profilo Messaggio privato Invia email
adadago



Registrato: 18-12-2004 21:10
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Mar 08 Nov 2005 15:16    Oggetto: Cita

ci sono regole diverse per ogni testata, ma fondamentalmente sono tutte coordinate dai DONT imperiali Smile, infatti è difficile vedere comunque una sorta di violenza dura negli albi della Disney.

la nonna di Hay-lin è morta sulla terra ma vive nel mondo di Kandrakar e per chi legge e per chi si imedesima nei personaggi, acquisisce la morte della nonna come una sorta di trasferimento.
molto più forte invece è stata la morte del piccolo animaletto di Will, che ha commosso molte lettrici...
vediamo temi come il divorzio nella vita di Will dove oiltretutto il genitore è cattivo...
come puoi vedere non sono temi forti e vengono visti come attuali e risolvibili...

le Witch usano poetri ma non armi perchè sono eroine che hanno i poteri... Topolino è un personaggio normale, quindi non usa i poteri che non ha e non usa le armi.

mi sembra davvero esagerato definire "moralismo estremo e iperprotettivismo" solo perchè un EROE del fumetto usa la sua intelligenza (arma) per sconfiggere i nemici... (anche se per questo suo perfettivismo viene considerato spesso antipatico)

ciao
Top
Profilo Messaggio privato
Simexxx



Registrato: 07-09-2004 10:13
Messaggi: 38
Località: Venezia

MessaggioInviato: Mer 09 Nov 2005 14:49    Oggetto: Cita

Diciamo la verità...

Topolino ha rotto tutti con questa sua aura di perfettino.

Lo sanno tutti che è il mondo dei Paperi che "tira", a differenza di quello dei "topi". Soprattutto le storie di Topolino sono molto spesso noiose e lente, ed è per questo che Disney ce la sta mettendo tutta per fare un restyling delle storie del topo, in cui traspaia più la simpatia che il suo intuito e la sua intelligenza. Sembra di leggere le avventure di Colombo!

Io sono fortemente d'accordo nel mantenere alcuni temi forti nei fumetti, ma solo se questi non vanno contro alle scelte editoriali della collana in questione.
Ovvio che una rivista come Topolino deve essere "sicura", per chi legge e per chi la compra, ma dimentichiamo che i giochi preferiti dei bambini sono proprio le competizioni e le guerre, e vedere un bandito sparare non turberebbe nessun bambino che sa leggere, quindi di almeno 7 anni (e quindi con libero accesso a televisione, amici di scuola e videogiochi).

Secondo me è difficile portare una morale nel fumetto, se questo è pervaso di buonismo. Alla fine anche Gambadilegno risulta simpatico, quando invece secondo me dovrebbe essere l'esempio dell'adulto di cui diffidare e da cui prendere le distanze.
Top
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuova discussione   Rispondi    Torna a Indice principale :: Torna a Scrivere per i fumetti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum